REGOLE DIVERSE PER MONDI DIVERSI

La scienza è semplicemente un linguaggio per descrivere la natura e la relazione che lega l’essere umano al mondo naturale e all’universo che lo contiene.

Si tratta solo di un tipo di linguaggio,ma ce ne sono stati altri,come l’alchimia,e la spiritualità per esempio,usati molto prima della nascita della scienza moderna.Anche se questi ultimi non hanno raggiunto livelli sofisticati,resta il fatto che funzionavano.Qundi qualcuno si chiederà:Come facevamo prima che ci fosse la scienza?Sapevamo qualcosa del mondo?

Risposta: Certo che Si!

Ciò che sapevamo funzionava talmente bene da fornire un quadro intero di riferimento per comprendere tutto o quasi.dalle origini della vita,al perchè ci si ammala e come porvi rimedio,fino a come si calcolano i cicli solari,lunari e stellari.

Anche se questo tipo scienza non fosse scritto col linguaggio tecnico,a cui siamo abituati oggiserviva in modo egregio per offrire un utile interpretazione di come funzionano le cose e del perchè sono così.Andava talmente bene che la civiltà andò avanti per più di 5000 anni,senza avere bisogno della scienza come la conosciamo ai nostri giorni.

La scienza moderna generalmente si colloca all’inizio del 1600 circa,Nel 1687 Isaac Newton formalizzò la matematica sembra descrivere la nostra realtà quotidiane, (almeno così credevano),pubblicando la su classica opera:Principi matematici della filosofia naturale).

Per più di duecento anni,le osservazioni di Newton sulla Natura costituirono le fondamenta del campo scientifico che oggi va sotto il nome di fisica classica.

Ma all’inizio del ventesimo secolo i progressi della scienza hanno un frangente naturale in cui la legge di Newton sono del tutto inapplicabili come nel caso dell’Atomo.Prima di allora non avevamo una tecnologia che ci permetteva di sbirciare nel mondo subatomico e di osservare come si comportano le particelle.Nel campo dell’infinitamente piccolo che determina anche l’infinitamente grande,gli scienziati hanno cominciato a osservare fenomeni ritenuti inspiegabili dalla fisica tradizionale.Si è dovuto per forza di cose sviluppare un nuovo tipo di fisica,con regole capaci di spiegare le eccezioni alla nostra realtà quotidiana: I fenomeni che accadono nella fisica quantistica.

La definizione della fisica quantistica è contenuta nel suo nome, Quantum,che significa quantità discreta di energia elettromagnetica,si tratta quindi della sostanza di cui è fatto il mondo,ridotta all’essenza.

I fiscici quantistici hanno scoperto che ciò che percepiamo come materia solida in realtà non lo è affatto.Per esempio: Quando andiamo al cinema e vediamo proiettare sullo schermo un’immagine in movimento,sappiamo che la storia che stiamo guardando è una illusione,anche se i nostri occhi vedono i singoli scatti,il cervello li sovrappone in modo tale da farci percepire un movimento ininterrotto.I fisici quantistici ritengono che la realtà funzioni in modo molto simile,proprio come come molti fotogrammi in sequenza fanno apparire un film da sembrare reale,anche la vita quotidiana si manifesta sulla base di brevi e minuscole esplosioni di luce, denominati Quanti.

Quindi lo studio della fisica quantistica rappresenta lo studio di ciò che accade su scala microscopica, riferita alle forze che sono sotto al mondo fisico. Oggi molti scienziati,insegnanti e ricercatori, sono impegnati proprio in questo processo.L’esistenza di un campo universale di energia era stata teorizzato,descritto,e immaginato damolto tempo,le verifiche che provano una volta per tutte l’esistenza di una matrice,divina sono state fatte di recente-

Attraverso condizioni di laboratorio rigide e controllate sono emerse le prove del potente rapporto che le antiche tradizioni hanno considerato sacro per secoli.Gli esperimenti hanno convalidato che abbiamo un effetto diretto sul mondo circostante,In una ricerca pubblicata nel 1993 su periodico,Advances,l’esercito americano ha condotto esperimenti per stabilire se il collegamento emozione con il DNA esisteva anche a distanze rilevanti e fino a quali distanze arrivasse

Durante gli esperimenti ad alcuni soggetti venivano mostrati una serie di filmati videoregistrati per creare diversi stati emotivi nei loro organismi, e far provare al soggetto una serie di emozioni vere in un breve lasso di tempo.Quando le emozioni del soggetto toccavano alti e bassi,picci emotivi,le loro cellule e il DNA producevano una risposta elettrica molto forte,e anche se i vari campioni di tessuti che gli erano stati prelevati per l’esperimento fossero a decine di metri,si compotavano come se fossero fisicamente ancora in contatto con il corpo.

Anche se nel sapere tradizionale non c’e nessun cenno di questo effeto chiamato Entaglement,e non c’e neanche qualcosa che indichi come le emozioni umane riescano ad influenzare il DNA,anche se alcuni campioni di qesto si trovano a centinaia di kilometri di distanza.E gli studi lo dimostrano.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: