Risveglio della ghiandola Pineale

ThirdEyeAwakeningRipulire la Ghiandola Pineale è molto utile per coloro che desiderano sviluppare le loro percezioni. La ghiandola pineale risvegliata porta alla capacità di poter esplorare dimensioni sottili, ma in molta gente è in buona parte atrofizzata.

Avere un terzo occhio aperto non vuol dire semplicemente coscienza e consapevolezza del mondo in cui viviamo, una pineale attiva, corrisponde anche ad uno stato di salute maggiore e ad una miglior sinergia con il proprio corpo e con l’ambiente circostante.

Il concentrarsi alla propria crescita personale, del se, piuttosto che al fuori, corrisponde al riattivare il terzo occhio, l’organo collegato direttamente con il macrocosmo, con Dio, questa ghiandola conosciuta anche come occhio divino, è quella parte del corpo che viene risvegliata negli stati meditativi.

La ghiandola pineale è stata sempre un elemento importante nelle varie culture, ad esempio lo scettro di Osiris, costituito da una ghiandola pineale e da due serpenti incrociati (il DNA nella foto qui sotto) che raggiungono la ghiandola, passando attraverso la spina dorsale.

Qui a destra Shiva, Dea della distruzione, viene rappresentata con il cranio a protuberanza, e serpenti attorno, nelle rappresentazioni indiane il terzo occhio è enfatizzato anche dal disegno nella fronte.


La Ghiandola pineale produce ciò che è comunemente conosciuto come DMT, (
dimetiltriptamina) sostanza che produce un profondo stato di dilatazione temporale, viaggi in luoghi extradimensionali.

Ai giorni nostri il terzo occhio viene atrofizzato prevalentemente a causa dell’alimentazione come: bibite gassate, acqua fluorizzata, zuccheri raffinati.

La ghiandola si attiva di notte o quando è buio induce il sonno ed i sogni, da qui viene l’importanza del dormire, chi vuole riattivare il proprio terzo occhio deve cercare di dormire a sufficenza, volendo, si può integrare a tale attività della sana meditazione.

La ghiandola pineale, epifisi in gergo medico-scientifico, produce la melatonina, un ormone prodigioso le cui caratteristiche sono state scoperte solo di recente.

La melatonina viene secreta ed elaborata nel periodo notturno, durante il quale la ghiandola raggiunge il massimo della sua attività di notte, dove la conoscenza intuitiva e le facoltà più sottili emergono.

la melatonina esalta e rafforza il complesso del sistema immunitario del corpo, accresce la produzione di energia fisica alzando il livello di sopportazione della fatica, regola la temperatura interna contribuendo a un’ottimale gestione del sistema cardiovascolare ed è per eccellenza la sostanza antiossidante del corpo, con effetti evidenti sui meccanismi anti-invecchiamento e sulla mente, sviluppando facoltà latenti.

Questa percezione tridimensionale trascende l’ego e guarisce rapidamente le nostre sofferenze, i conflitti.

Qui ci sono alcuni principi fondamentali per la disintossicazione della ghiandola pineale.


1) Il Mercurio: questo è davvero un veleno per la ghiandola pineale, come quello contenute in molte otturazioni dentali dove alcuni dentisti, le hanno rimosse su richiesta dei pazienti stessi, una vera tossina per la pineale. Come anche tutti i vaccini contaminati da mercurio come il Thimersal (un conservante per vaccini), ed è molto difficile da espellere dal cervello una volta che vi circola dentro.

Sarebbe bene evitare di mangiare pesce, e pesci da fondo come i gamberetti, tonno e carne di delfino, che è particolarmente contaminata da il mercurio. Più grande è il pesce più alta è la concentrazione di mercurio nel suo tessuto corporeo.

Le lampadine Eco, se si rompono il vapore di mercurio viene rilasciato nella stanza e può essere inalato, evitare a tutti i costi di rompere il vetro di coperta.

Il mercurio può essere rimosso dal corpo con l’uso quotidiano di clorella, erba di grano e spirulina. Il Cilantro è un’erba che presa ogni giorno può contribuire a rimuovere il mercurio dal tessuto cerebrale.

2) fluoronei dentifrici e l’acqua di rubinetto, altro veleno pesante, evitate a tutti i costi. Il tessuto pineale calcifica e la ghiandola si chiude sostanzialmente verso il basso.


3) alimenti biologici-alcuni pesticidi sono tossine per la pineale. Gli alimenti biologici sani, supportano la disintossicazione della pineale. La carne non è utile anche se per alcune persone sembra non essere un problema, ma la densità e la potenziale tossicità della carne rende il lavoro meno facile.

4) alcool e fumo- Naturalmente sarebbe meglio evitarli poiché non sono necessari, ma ha a che vedere più con legami emotivi sul loro utilizzo.


5)Altre tossine-Se qualcosa è tossico non mettetelo nel vostro corpo. Se non ne capite il nome, probabilmente fa male. Evitate prodotti dove ci sono tossine come, dolcificanti artificiali (aspartame K), zucchero raffinato, la felanina, i numeri che iniziano con E 1, deodoranti, prodotti chimici per la pulizia, colluttori dentali e deodoranti.

6)cioccolato crudo, vegano, biologico-Il cacao crudo è uno stimolante della ghiandola pineale, disintossicante a dosi elevate, a causa del elevato contenuto di antiossidanti.

Osservare queste sei fasi per un anno, determinerà certamente un risveglio pineale, la fase 6 è facoltativa ma molto utile.

Annunci

74 Risposte to “Risveglio della ghiandola Pineale”

  1. anna Says:

    informazioni molto utili per una lunga vita .grazie

  2. Come risvegliare la ghiandola pineale Says:

    […] Qui ci sono alcuni principi fondamentali per la disintossicazione della ghiandola pineale…..Continua a leggere nel blog […]

  3. Anonimo Says:

    ma con cosa mi lavo i denti per evitare il fluoro del dentifricio?grazie

    • Franco Andres Says:

      Ciao Anonimo. Ci sono altri modi e mezzi per ternere i denti puliti, senza usare dentifrici al fluoro. Personalmete uso dentifrici privi di Fluoro, ti posso garantire che ci sono in commercio, ovviamente non posso fare pubblicità. Un’altenrnativa molto usata è quella del bicarbonate di sodio al posto del dentifricio, io ho provato, sbianca i denti e pulisce a fondo, l’unico inconveniente è il sapore, ma come si sa non si può avere tutto.

      Saluti
      Franco

      • rosa rota Says:

        non si deve esagerare con i bicarbonato se usato troppo di frequente rovina il colletto del dente, io lo uso 1 volta al mese con limone lo uso per renderli più bianchi, prendo dentifrici in erboristeria all’aloe, buono delicato, prova ciao

      • Franco Andres Says:

        Ciao Rosa, grazie del consiglio, lo terrò a mente. Il bicarbonato di sodio è molto indicato per chi ha una forte acidosi metabolica, in questo caso si può usare anche più di frequente, come anti acido, o per basificare e riequilibrare il PH del sangue.

    • mcbett Says:

      non servono dentifrici, mi sono stati sconsigliati dal dentista e io non ne faccio uso, non ho carie. mangia meno zuccheri piuttosto

      • Franco Andres Says:

        Il tuo dentista non ti ha detto, che al posto del dentifricio puoi usare il bicarbonato, che combatte l’acidita del cavo orale, causa principale della carie ai denti?
        Oppure che l’acqua ossigenata, passata due volte a settimana, combatte la flora batterica, disinfetta il cavo o rale, meglio di qualsiasi colluttorio?
        e costa 10 volte meno, Beh.. ora lo sai.

  4. Leonardo Modesti Says:

    Anche Il coriandolo è ottimo per sciogliere i metalli pesanti nel sistema nervoso centrale e nella pineale. In’oltre riesce a togliere anche quello che è gia nel DNA, limitandone i danni. Si associa bene con la Clorella o con la Zoelite. Ma prima è necessario togliere tutte le amalgame dentarie da Mercurio o da Piombo: altrimenti avviene una reintossicazione vera e propria, dagli stessi.

    • Franco Andres Says:

      Grazie per la tua segnalazione riguardante il coriandolo. Certamente le amalgame dentarie usate in passato (probabilmente anche oggi) hanno dato problemi di salute molto seri, prima si tolgono o sostituisco con altre più sicure e meglio è.
      Franco

  5. Leonardo Modesti Says:

    Scusate ma non sapevo che Cilantro è sinonimo di Coriandolo.

  6. Francesca Says:

    Ciao, grazie mille per queste delucidazioni. Dove posso trovare l’erba di grano, la clorella e il cilantro? C’è un metodo per capire quanto intossicata o calcificata è la ghiandola pineale ?
    Un saluto Francesca

    • Franco Andres Says:

      Ciao Francesca, li puoi trovare in erboristeria, comunque nei negozi che trattano prodotti naturali, prova anche nei negozi di macrobiotica.
      Che io sappia non c’è un sistema per capire o definire quanto possa essere calcificata una ghiandola pineale.
      nel prossimo articolo fornirò dei rimadi naturali fai da te, utili e semplici anche da fare in casa, per disintossicare l’organismo
      dai metalli come il fluoruro, che include anche la pineale.

      Franco

  7. ros Says:

    il sonno stanco, inquieto, pieno di sogni che non si ricordano e che lascia una stanchezza terribile come se si fosse camminato per tutta la notte cosa significano?
    ho la sensazione di andarmene in giro durante la notte…

    • Franco Andres Says:

      Ciao Rossella, il fatto che tu abbia un sonno agitato, significa una sola cosa: Stress ancora Stress. Dovresti cercare di trovare 10-15 minuti del tuo tempo da dedicare a te stessa. Fai questo esercizio, con me funziona.
      Chiuditi nella tua stanza, mettiti comoda, seduta su una sedia o sdraiata, comunque cerca una posizione comoda. Rilassati e rallenta il respiro, rallenta il respiro e rallentarei la mente, quella mente che si agita di continuo come un scimmia impazzita.
      Chiudi gli occhi, concentrati sul respiro o sul battito del cuore, ma senza forzare (a tale proposito sto preparando una serie di 6 passi con una serire di esercizi dove descriverò diverse procedure), rilassati profondamente, non dialogare con i pensieri che arrivano, lascia che ti attravversino.
      Cerca di restare in questo stato di rilassamento almeno per 15 minuti, se senti che il corpo si agita è normale, non siamo abituati a rilassarsi, perchè siamo stati educati a fare l’opposto, il sistema ci vuole agitati e fuori controllo.
      Fai questo esercizio tutti i giorni.
      Ps: a tale proposito puoi scaricare il mio report gratutito sui disturbi del sonno, ti spiega passo passo come eliminarei disturbi del sonno in modo semplice e naturale, dalla barra superiore sulla home del blog, se non riesci a scaricarlo,
      fammi sapere che te lo invio.
      Un abbraccio
      Franco

      • ros Says:

        Il report si chiama curare l’insonnia? ma io non soffro d’insonnia anzi tutto il contrario ho sempre sonno…perchè mi alzo al mattino già stanca…

      • Franco Andres Says:

        Ciao Rossella
        Ti capisco, anche io ho avutolo stesso problema, a volta mi sveglio stanco come se avesso scaricato un camion. Dipende dal fatto che siamo stanchi a livello emotivo e questo ci prosciuga quasi totalmente delle energie. Ecco perchè ti ho dato dafare il lavoro in calama, almeno 15 minuti ogni giorno.
        Oltre all’esercizio di rilassamento, potresti integrare la tua dieta con un elemento molto importante che è il magnesio o integratori a base naturale.
        La carenza di questo elemento insieme alla carenze di vitamine e minerali producono stanchezza.

        Franco

  8. krix Says:

    Scusa…Ma anche ascoltare specifiche frequenze,(i suoni dei chakra) può coadiuvare il processo di disintossicazione insieme alla meditazione,naturalmente.

    • Franco Andres Says:

      Ciao Krix.
      Certamente, considera il suono rilassante delle campane tibetane, che effetto ti fanno? hanno un suono rilasssante, perchè sono su una frequenza naturale rilassante. l’inquinamento elettormagnetico e sonoro a cui siamo sottoposti nelle città, ma non solo, ha l’effetto opposto, è voluto, per abbassare il nostro livello coscienziale!
      Infatti la gente svilupa tuomori come brufoli, perchè i suoni innaturali che produce l’inquinamento elettromagnetico-sonoro, stimola solo i primi tre chakra, fino al terzo per intenderci.
      I chakra hanno le loro frequenze e sicuramente è meglio ascoltare un brano classico di mozart, oppure una serie di suoni ispirati alla natura, che un pezzo di tecno.
      Il sistema ci lavora ai fianchi senza che ce ne accorgiamo.
      Franco

      • Gianluigi Soldera Says:

        a me le campane tibetane e i gong mi danno a volte parecchio fastidio….
        sarà forse perchè sono epilettico e certe frequenze mi fanno partire crisi.

      • Franco Andres Says:

        Ciao Gianluigi, il tuo caso è particolare, in effetti alcune frequenze, anche se naturali, come quelle emesse dalle campane tibetane, possono disturbare.
        Il mio consiglio, se cerchi il rilassamento, è la meditazione tradizionale.

  9. Anonimo Says:

    IL tutto è molto interessante

  10. krix Says:

    Si,questo è vero,sono 19 anni che pratico yoga e questa macchinazione iniqua ai danni della nostra consapevolezza è diventata sempre più palese negli ultimi tempi.
    Di recente il presidente Obama ha dichiarato di lanciare una campagna di ricerca per approfondire la mappatura del cervello umano….Il tutto dovrebbe servire a “combattere” meglio degenerazioni mostruose come l’Alzeymer….Ma chi ci crede?Sappiamo tutti che gli Usa sono in testa per la produzione di tecnologie invasive ai danni della nostra ghiandola pineale,per ridurre il pianeta ad una colonia di neuroschiavi a beneficio della ristretta casta che pensa di dominare le nostre vite.
    A proposito una domanda,per favore,quale tipo di dentifrici senza fluoro posso trovare senza doverli per forza acquistare in erboristeria e quindi pagarli cifre esose?
    Poi desidero informare tutti coloro che leggono,che negli anni novanta,è stato pubblicato un cd delle edizioni Red dal titolo “L’armonia dei chakra” dal dottore “Azima” Vincenzo Rosciano (non è mia intenzione fare della pubblicità,spero che ciò sia lecito) si tratta di una raccolta basata su studi medici rigorosamente seri che sfrutta l’uso di campane tibetane,frequenze planetarie e voci umane.
    Io l’ascolto tutti i giorni; sopratutto le frequenze superiori a partire da Anahata chakra (il chakra cardiaco).
    In ultimo raccomando a tutti di poter praticare almeno 2 ore di meditazione al giorno (llo so è dfficile trovareil tempo! Io comincio la mattina alle 6) e vedrete che otterrete dei risultati tangibili.Non chiedetemi i tempi….Dipende da ognuno e dal proprio karma personale.

    • Franco Andres Says:

      Ciao Krix, esatto, questa macchinazione ai danni della coscienza colletiva ha origini lontane, si perdono nel tempo.
      Per quanto ne so, la conoscenza vera è stata distrutta in modo sistematico sin dalla fondazione della chiesa cattolica Romana, forse è iniziata da prima, ma è difficile stabilirlo con certezza.
      Obama si sa, appartiene all’elite, e quindi segue un’agenda ben precisa.
      Per quanto riguarda i dentifirci senza fluoro, non vorrei fare pubblicità, è difficle trovarne uno che costi sotto i tre euro, puoi trovarli anche in alcune parafarmacie all’interno dei centri commmerciali, ad un prezzo onesto, non inferiore ai tre euro.
      Altrimenti consiglio di usare il bicarbonato di sodio, mischiato con argilla bianca, è naturale, sbianca i denti, costa nulla farlo e funziona alla grande.
      L’unica nota dolente è il sapore, ma ci si abitua.

      Franco

  11. aurora Says:

    ciao .io sto meditando ,e mi focalizo sul terzo occhio e sento un po di dolori su la fronte.secondo lei cosa significa?

    • Franco Andres Says:

      Ciao Auroa, ben venuta nel blog. Non darmi del lei, dammi del tu, sono in cammino come tanti.
      Un consiglio che posso darti, quando fai meditazione, non forzare su una parte del corpo. Ci sono molte persone che meditano sul cuore, fare meteditare sul cuore, cioè sull’organo fisico, li ha fatti diventare extra sistole, (battiti cardiaci,extra tra una contrazione e l’altra del cuore), ed è molto rischioso. Non si medita sull’organo fisico,qualsiasi esso sia.
      Quando fai meditazione, non forzare, concentrati sul respiro, sul terzo occhio, ma senza forzare, liberando la mente il più possibile.
      Tutto deve avvenire in modo spontaneo. Se senti dolore è perché forzi troppo, rilassa le spalle, il collo, la fronte, perchè è li che portiamo il peso del mondo, la meditazione è totale rilassamento, niente forzature. Se hai altri dubbi,chiedi pure.

      Una abbraccio

      Franco

  12. Giorgio Says:

    Quindi il cacao si deve mangiare giusto ?

    • Franco Andres Says:

      Ciao Giorgio, benvenuto nel blog. Il cacao ha proprietà benefiche, mette di buon umore, stimola la porduzione di serotonina, da sensazione di benessere.
      Ma non bisogna abusarne, questo vale per tutto del resto. Ci sono molte cioccolate in giro, piene di burro di cacao, ( nelle uova di pasqua ad esempio) che ne diminuisce la qualità, fa più male che bene.
      La vera cioccolata è ricca di cacao puro, dal 70% in su, ed è quella biologica. Si può trovare nel supermercato, solitamente è cioccolato con cacao che proviene dai paesi latino-americani, nella confezione viene indicata la percentuale di cacao.

  13. Giorgio Says:

    Grazie della risposta, Quindi se assumo della cioccolata calda fatta solo con cacao amaro puro, amido di mais e latte aiuta il risveglio della ghiandola pineale giusto ?

    • Franco Andres Says:

      Ciao Giorgio. L’alimentazione è un aspetto importante, ma no è il solo. Per esempio, non mangiare carne ed essere vegetariani è un vantaggio, come essere vegani. Una sana attività fisica è utile allo scopo. Più il cibo è semplice meglio è.
      Guardare il meno possibile la TV, meglio sarebbe ABOLIRLA come ho fatto io, aiuta molto perché è fonte di condizionamento.
      Non cè una ricetta assoluta, ma tutto fa brodo com si dice.
      Il fatto che abbiano imposto il digitale terrestre non è un caso per le frequenze che emette.
      Ogni step che si aggiunge aiuta, ma si deve fare un passo alla volta e non tutti se la sentono.

  14. Ghiandola pineale la sede dell’anima? | Consapevolezza e Sviluppo Personale Says:

    […] Anche se la calcificazione della pineale non sembra influire sulla produzione di melatonina, sembra inibisca seriamente altre funzione, come spiegato anche nell’articolo precedente. […]

  15. Anonimo Says:

    Ciao, molto interessante ed esaudiente, il discorso del fluoro vale anche con i fluoruri naturali ?

    • Franco Andres Says:

      Ciao Nino. Non credo che i fluoruri naturali siano dannosi, anzi tutto ciò che esiste in natura è equilibrio. I fluoruri di cui si parla nell’articolo, sono quelli industriali derivati dagli scarti dell’alluminio, e dalla sintesi di scarti industriali in genere, che vengono aggiunti a nostra insaputa nell’acqua, e altro. Per esempio il fluoruro di calcio è naturale, mentre il fluoruro aggiunto nei dentifrici e nei chewin gum è tosssico!

  16. Alex Says:

    Ciao e complimenti! Molto interessante e esaudiente.
    Sapresti dirmi de il discorso del fluoro vale anche per i fluoruri naturali ?

  17. regianx Says:

    siamo quello che mangiamo…grazie per le guide, è molto interessante leggere e crescere.

  18. jack Says:

    Grazie Franco, le tue informazioni sono iper utili!! grazie =)

  19. Theta In Life – GHIANDOLA PINEALE LA SEDE DELL’ANIMA? Says:

    […] Anche se la calcificazione della pineale non sembra influire sulla produzione di melatonina, sembra inibisca seriamente altre funzione, come spiegato anche nell’articolo precedente. […]

  20. Anonimo Says:

    Del miele che ne dite? quello puro

  21. Anonimo Says:

    Questo articolo mi fornisce tantissimi strumenti di crescita che cercherò di applicare il più possibile, e ho altre delle domande:
    -il fruttosio e/o la stevia possono essere considerati un buon dolcificante?
    -il dentifricio che uso ripara i denti ed è senza fluoro, potrebbe contenere altre sostanze dannose?
    -Ti riferisci al cacao verde quando parli di crudo?
    – il coriandolo, per avere una funzione disintossicate, è efficace da crudo o può essere usato secco come spezia e aggiunto a tisane?
    Grazie in anticipo per le risposte che potrai darmi e per il lavoro di divulgazione, qualche volta ci si sente persi, è bello condividere questo genere di informazioni che ci aiutano a trovare un vero equilibrio lontano dai bombardamenti mediatici, dall’uso indiscriminato di medicinali e dalla ottusaggine generale… Francesca

    • Franco Andres Says:

      Ciao Francesca, Tutto ciò che è naturale, non raffinato è un buon modo per dolcificare. Lo zucchero raffinato è un veleno.
      Se ti piace, puoi usare anche il miele per dolcificare le bevande, oltre al fruttosio. La stevia non l’ho mai provata, ma se è un prodotto non raffinato va bene.
      I dentifrici industriali se non contengono fluoro possono essere delle buone alternative, anche se consiglio sempre metodi naturali come: Bicarbonato di sodio e argilla bianca insieme, oppure un dentifricio all’Aloe vera.
      Quando parlo di cacao crudo intendo cacao biologico, con almeno il 70% di cacao.
      Il coriandolo ha un effetto di chelazione, cioè disintossicante, comunque anche se è un trattamento naturale, prima di assumere il coriandolo il mio consiglio è di rivolgerti ad un erborista.

      Grazie a te Francesca per il tuo commento, scusami per il ritardo nel risponderti, ultimamente ho avuto un po di problemi con la connessione.
      Spero di essere stato esauriente. Purtoppo la massa è sotto ipnosi.

      Un abbraccio

  22. RISVEGLIO DELLA GHIANDOLA PINEALE | Fabrizio Borgosano Says:

    […] Il concentrarsi alla propria crescita personale, del se, piuttosto che al fuori, corrisponde al riattivare il terzo occhio, l’organo collegato direttamente con il macrocosmo, con Dio, questa ghiandola conosciuta anche come occhio divino, è quella parte del corpo che viene risvegliata negli stati meditativi. La ghiandola pineale è stata sempre un elemento importante nelle varie culture, ad esempio lo scettro di Osiris, costituito da una ghiandola pineale e da due serpenti incrociati (il DNA nella foto qui sotto) che raggiungono la ghiandola, passando attraverso la spina dorsale. Qui a destra Shiva, Dea della distruzione, viene rappresentata con il cranio a protuberanza, e serpenti attorno, nelle rappresentazioni indiane il terzo occhio è enfatizzato anche dal disegno nella fronte. La Ghiandola pineale produce ciò che è comunemente conosciuto come DMT, (dimetiltriptamina) sostanza che produce un profondo stato di dilatazione temporale, viaggi in luoghi extradimensionali. Ai giorni nostri il terzo occhio viene atrofizzato prevalentemente a causa dell’alimentazione come: bibite gassate, acqua fluorizzata, zuccheri raffinati. La ghiandola si attiva di notte o quando è buio induce il sonno ed i sogni, da qui viene l’importanza del dormire, chi vuole riattivare il proprio terzo occhio deve cercare di dormire a sufficenza, volendo, si può integrare a tale attività della sana meditazione. La ghiandola pineale, epifisi in gergo medico-scientifico, produce la melatonina, un ormone prodigioso le cui caratteristiche sono state scoperte solo di recente. La melatonina viene secreta ed elaborata nel periodo notturno, durante il quale la ghiandola raggiunge il massimo della sua attività di notte, dove la conoscenza intuitiva e le facoltà più sottili emergono. la melatonina esalta e rafforza il complesso del sistema immunitario del corpo, accresce la produzione di energia fisica alzando il livello di sopportazione della fatica, regola la temperatura interna contribuendo a un’ottimale gestione del sistema cardiovascolare ed è per eccellenza la sostanza antiossidante del corpo, con effetti evidenti sui meccanismi anti-invecchiamento e sulla mente, sviluppando facoltà latenti. Questa percezione tridimensionale trascende l’ego e guarisce rapidamente le nostre sofferenze, i conflitti. Qui ci sono alcuni principi fondamentali per la disintossicazione della ghiandola pineale. 1) Il Mercurio: questo è davvero un veleno per la ghiandola pineale, come quello contenute in molte otturazioni dentali dove alcuni dentisti, le hanno rimosse su richiesta dei pazienti stessi, una vera tossina per la pineale. Come anche tutti i vaccini contaminati da mercurio come il Thimersal (un conservante per vaccini), ed è molto difficile da espellere dal cervello una volta che vi circola dentro. Sarebbe bene evitare di mangiare pesce, e pesci da fondo come i gamberetti, tonno e carne di delfino, che è particolarmente contaminata da il mercurio. Più grande è il pesce più alta è la concentrazione di mercurio nel suo tessuto corporeo. Le lampadine Eco, se si rompono il vapore di mercurio viene rilasciato nella stanza e può essere inalato, evitare a tutti i costi di rompere il vetro di coperta. Il mercurio può essere rimosso dal corpo con l’uso quotidiano di clorella, erba di grano e spirulina. Il Cilantro è un’erba che presa ogni giorno può contribuire a rimuovere il mercurio dal tessuto cerebrale. 2) fluoro-nei dentifrici e l’acqua di rubinetto, altro veleno pesante, evitate a tutti i costi. Il tessuto pineale calcifica e la ghiandola si chiude sostanzialmente verso il basso. 3) alimenti biologici-alcuni pesticidi sono tossine per la pineale. Gli alimenti biologici sani, supportano la disintossicazione della pineale. La carne non è utile anche se per alcune persone sembra non essere un problema, ma la densità e la potenziale tossicità della carne rende il lavoro meno facile.4) alcool e fumo- Naturalmente sarebbe meglio evitarli poiché non sono necessari, ma ha a che vedere più con legami emotivi sul loro utilizzo. 5)Altre tossine-Se qualcosa è tossico non mettetelo nel vostro corpo. Se non ne capite il nome, probabilmente fa male. Evitate prodotti dove ci sono tossine come, dolcificanti artificiali (aspartame K), zucchero raffinato, la felanina, i numeri che iniziano con E 1, deodoranti, prodotti chimici per la pulizia, colluttori dentali e deodoranti. 6)cioccolato crudo, vegano, biologico-Il cacao crudo è uno stimolante della ghiandola pineale, disintossicante a dosi elevate, a causa del elevato contenuto di antiossidanti. Osservare queste sei fasi per un anno, determinerà certamente un risveglio pineale, la fase 6 è facoltativa ma molto utile. https://laconsapevolezza.wordpress.com/2012/11/24/risveglio-della-ghiandola-pineale/ […]

  23. Anonimo Says:

    anche l’acqua del rubinetto contiene fluoro? e allora concosa sostituirla o come purificarla?

    • Franco Andres Says:

      Il mio consiglio è quello di acquistare un filtro di depurazione fisso, se ne trovano molti modelli in commercio, di tutti prezzi, in alternativa c’è l’acqua in bottiglia, ma la vera fortuna sarebbe avere accesso all’acqua da una fonte di montagna.

  24. raffaele Says:

    sono interessanti gli articoli et commenti,complimenti.

  25. Anonimo Says:

    Franco, Grazie per il lavoro che fai e per il tempo che decidi di impiegare.

    L.

  26. stefano Says:

    ciao, Franco. Ci sono ulteriori consigli per chi è affetto da psoriasi vulgaris?…dato che assumo medicinali come metotrexate e folina!

    • Franco Andres Says:

      Ciao Stefano. La psoriasi, può essere davvero fastidiosa. Ne soffre il 5-10% della popolazione, purtroppo è un problema cronico della pelle, e la medicina ufficiale non ha una cura, visto che si concentra più sui sintomi che sulle cause.
      Questo non significa che la medicina Naturale non possa aiutarti, anzi. Il mio consiglio è quello di rivolgerti ad uno/a bravo/a Naturopata, oppure ad un bravo/a erborita, che possa prescriverti un trattamento valido, a seconda della parte del corpo colpita.
      Il mio consiglio comunque è quello di bere Molta acqua, prendere il sole nel periodo estivo, (con moderazione). E’ risaputo che il sole attenua di molto i sintomi ed i segni della Psoriasi.
      Secondo il mio modesto parere, la psoriasi è dovuta ad una serie di concause, ma la prima è lo STRESS. Lo Stress purtroppo è causa del 90% delle malattie moderne, Infatti è stato scoperto che colpisce soprattutto chi è molto nervoso. Dovresti imparare a fare esercizi di rilassamento per attenuare i sintomi.

  27. Avalon Says:

    Ciao a tutti meditando, spesso sento acqua scorrere molto forte al punto che a volte essendo concentrato e distratto credo di essere vicino ad un fiume oppure credo che abbia cominciato a piovere.
    Potrebbe essere sintomo di decalcificazione e risveglio della ghiandola?
    Ciao

    • Franco Andres Says:

      Ciao Saim, benvenuto nel blog. Rispondo subito alla tua domanda. Si, percepire questo tipo di suoni, potrebbe essere un sintomo di risveglio interiore, o meglio, di sensibilizzazione dei cinque sensi che ti fa percepire certi suoni, che prima ignoravi, o a cui non facevi caso.
      Comunque il sintomo più importante del risveglio interiore è l’intuito! Se il tuo intuito è più forte o più intenso, è segno di risveglio inteiore.
      Un abbraccio

      Franco

  28. Anonimo Says:

    Sveglia mattutina, meravigliosa

  29. Alessandra Says:

    chi è pratico di queste cose ? avrei bisogno di qualche delucidazione . grazie

    • Franco Andres Says:

      Ciao Alessandra. Non c’è un metodo o sistema sicuro, preciso e infallibile..la regola generale è fare una alimentazione adeguata, cioè: mangiare frutta e verdura, seguendo una dieta principalmente vegetariana, o pochissima carne, fare meditazione regolarmente, soprattutto amare e fare del bene al prossimo appena se ne ha l’occasione, per quanto sia difficile algiorno d’oggi, tutto qui, non c’è nulla di trascendentale credimi.

  30. Niki Pel Says:

    Ciao Franco conosci EFT? Se sì, che ne pensi? 🙂

  31. Risveglio della ghiandola Pineale | realtà o fantasia ?! Says:

    […] determinerà certamente un risveglio pineale, la fase 6 è facoltativa ma molto utile. fonte: https://laconsapevolezza.wordpress.com/2012/11/24/risveglio-della-ghiandola-pineale/ Questo articolo è stato pubblicato in Evoluzione umana, Potere e controllo da realtaofantasia […]

  32. alessio Says:

    Ciao, avrei delle domande da fare:
    1 ma nell’acqua in bottiglia (non voglio fare pubblicita)si trova troppo fluoro?
    2 posso lavarmi i denti solamente con il bicarbonato?,perche non trovo l’argilla
    3 come faccio a capire se la ghiandola pineale si è atrofizzata?
    scusa per tutte le domande ciao e grazie in anticipo:)

    Alessio

    • Franco Andres Says:

      Ciao Alessio, grazie per il tuo commento. Nell’acqua in bottiglia il problema non è tanto il fluoro,se ce ne fosse, ma l’acqua stessa, male conservata sotto il sole e peggio nella plastica, quindi il fluoro è l’ultimo probelma.
      Puoi lavarti i denti anche solo con l’acqua tiepida, il bicarbonato è un disinfettante naturale, puoi usarlo, due o tre volte la settimana. Io ogni tanto uso anche l’acqua ossigenata dopo il lavaggio con il dentifricio privo di fluoro, che trovi nei super mercati, anche se non a buon mercato.
      L’argilla bianca, la puoi trovare in erboristeria.
      Non preoccuparti, tanto ormai la ghiandola pineale è atrofizzata nel 90%-95% della popolazione.
      Un buon sistema per cercare di risvegliare il terzo occhi è fare meditazione, silenzio interiore, farsi domande, riflettere, fare un percorso interiore,fare del bene al prossimo (ama gli altri come te stesso), lavorare su se stessi, un lavoro quotidiano, continuo, costante, giornaliero, perché lo spazio interiore è un momento sacro!
      Attento a non farti prendere in giro da quei furboni che vendono corsi di risveglio, sono tutte caxxate, per spillare soldi alla gente!
      Non esiste corso al mondo che possa risvegliare un individuo, ma solo un percorso di gnosi,conosenza interiore e personale!
      L’alimentazione è importante,evitare cibi troppo raffinati, industriali, bibite gassate, l’alimentazione vegetariana o vegana sarebbe l’ideale, dipende da ognuno di noi.
      Spero di essere stato esaustivo, se hai altri dubbi chiedi pure.

  33. Mirko Says:

    Ciao, per favore sapresti dirmi la miglior marca di acqua da bere? E tanto che la cerco, sai abitando a Milano e difficile trovare sorgenti! 🙂 aspetto una tua risposta! 🙂

    • Franco Andres Says:

      Ciao Mirko. L’acqua ormai è tutta più o meno inbevibile, compresa quella in bottiglia.
      Per fare un esempio, nell’acqua di rubinetto hanno trovato una quantità di arsenito molto elevata nella città di Roma, (dove la qualità dell’acqua è molto buona, o almeno lo era) così come in provincia di Viterbo.
      Credo che questo valga anche per Milano, dovresti fare ricerche sull’acqua di Milano per sapere se contiene arsenico.
      La migliore marca di acqua in bottiglia non esiste, perchè è male conservata, sotto il sole, e la plastica peggiora le cose. Consiglio sempre l’acqua in bottiglie di vetro.
      La soluzione milgiore sarebbe di mettere in casa un filtro ad osmosi inversa per filtrare l’acqua di rubinetto, non ce ne sono altre.

  34. Emanuela Petroni Says:

    Ciao. Vi ringrazio per tutte le vostre importanti delucidazioni.
    Avrei una domanda.
    Riguarda l’acqua, bene primario di cui non possiamo fare a meno.
    Ho notato in tutte le etichette riguardanti le bottiglie di acqua che mi sono capitate sotto mano che ci sono fluoruri.
    In che consistono?
    Cosa fanno al nostro organismo e alla nostra ghiandola?
    Perchè si trovano nell’acqua?
    Dove si può trovare acqua senza fluoruri e pura ?

    • La Consapevolezza Says:

      Ciao Emanuele, scusa per il ritardo della risposta. Bisogna premettere che ci sono fluoruri che si trovano già in natura e che non fanno danni all’organismo, proprio perchè si trovano appunto in natura. L’arsenico ad esempio si trova naturalmente (in basse quantità) anche nell’acqua, ma quando supera una certa soglia è letale! Questo vale anche per i fluoruri. Quando questi vengono aggiunti nei dentifrici,(provenienti da scarti di lavorazioni industriali) in quantità fuori natura diventano tossici! Qunindi è la quantità che fa la differenza, non tanto la natura in se dell’elemento che si trova. Le radiazioni di fondo, ad esempio, esistono in natura,ma quando superano una certa la soglia sono letali!ecco perchè gli incidenti nelle centrali nucleari sono devastanti!
      La ghiandola pineale purtroppo è (nella maggioranza dei casi) compromessa a causa del cibo spazzatura che vendono nei supermercati,dai coloranti,conservanti, esaltatori di sapidità,(glutammato monosodico) dolcificanti come l’aspartame, inquinamento atmosferico, diserbanti, senza dimenticare le scie chimiche e l’inquinamento radioattivo che è uno dei peggiori!
      Purtroppo non esiste una difesa efficace al 100%, dovresti cambiare pianeta!
      Puoi solo limitare i danni facendo attenzione al cibo che mangi, all’aria ecc..L’acqua “pura” si fa per dire, è solo quella di alta montagna, o quella che si trova sotto le falde di grande profondità.
      L’acqua che troviamo ora nei supermercati o che esce dai rubineti non sarà mai esente da particolati o da forme di inquinamento.

  35. giusepe Says:

    jjjjj

  36. iulian Says:

    ma ci vuole un anno per decalcificarla D: ?

    • La Consapevolezza Says:

      Ciao Iulian, per decalcificarla non c’è un periodo di tempo preciso, ognuno di noi è diverso! Siamo oltre sette miliardi e abbiamo sette miliardi di impronte digitali diverse. Anche se nell’articolo non lo specifico, l’alimentazione è un’ aspetto della questione. La decalcificazione, o il risveglio della ghiandola pineale, avvenire anche,(oltre che con una alimentazione ben fatta) anche con la meditazione,attraverso un lavoro costante su noi stessi,oppure un processo intimo di realizzazione personale di conoscenza. L’ubbidienza alle leggi della creazione risponde e aiuta il risveglio della ghiandola pineale, come: aiutare il prossimo nel bisogno, fare agli altri quello che vorrebbe che fosse fatto a te, cioè sviluppare una coscienza Cristica, non per ultima, l’ama il tuo prossimo come te stesso..Ricorda che le leggi universali rispondono in base alla legge dell’amore..:-)

  37. Miky Says:

    Ciao, ho intenzione di intraprendere il cammino verso il ‘risveglio’, ma non so come fare meditazione, se devo farlo da autodidatta oppure rivolgermi a qualcuno. Inoltre, ho letto da varie fonti che bisogna evitare fluoruri, dormire al buio e con tv e telefono spenti , evitare otturazioni al mercurio e piombo ecc, ma ci sono anche degli esercizi fisici e delle frequenze da ascoltare per il risveglio. L’ascolto delle frequenze si può fare come prima pratica oppure è necessario prima fare il resto? E quanto sono efficaci queste frequenze?

    • La Consapevolezza Says:

      Ciao Miky. Saggia decisione. Per intraprendere un cammino spirituale, serio, inizialmente, ma solo inizialmente, dovrai essere guidato da persone serie, che hanno iniziato prima di te, che hanno fatto esperienza, e avuto risultati tangibili prima loro! Ma ricorda che non c’è maestro, ne guru che possa fare il lavoro per te.
      Da un certo punto in poi, sei tu responsabile, non c’è aiuto ma solo autoaiuto! Cioè, una volta che hai compreso come va fatto il lavoro, e saprai metterlo in pratica, dovrai farlo quotidianamente per avere dei risultati tangibili. La maggioranza di quelli che vanno dietro ai così detti Maestri o Guru, purtroppo, con il tempo, ne hanno e ne subiscono una forte dipendenza! E questo non deve succedere! Da un certo punto in avanti, si deve camminare con le proprie gambe!
      Il lavoro vero e proprio, su se stessi, si svolge iniziando con il respiro, meditazione, e applicazione quotidiana delle tecniche di respirazione, solo con l’applicazione di questi elementi, si possono avere risultati tangibili, dando il tempo al nostro Sè superiore di emergere!
      A parte il silenzio sacrosanto, Tv e cellulari ovviamente devono essere spenti durante le tecniche, (certamente è meglio evitare le otturazioni al mercurio, non tanto per l’applicazione delle tecniche o la loro riuscita, ma per la salute!) tutte le altre cose, come le frequenze da ascoltare sono Caxxate per i venditori e commercianti di spiritualità! Se vogliamo parlare seriamente di frequenze, non c’è nulla di meglio che fare i mantra! Come fanno anche i monaci Tibetani, e non è un caso! Questo perché una certa frequenza o vibrazione, deve partire da dentro e non da fuori, sei tu che devi emettere una frequenza, non deve venire da fuori, da dentro! Tutto il corpo deve vibrare!Non solo i timpani delle orecchie.
      Sono sicuramente più efficaci, e non costano nulla! Questo perchè le frequenze che trovi in rete o vendono i commercianti di spiritualità, in realtà scalfiscono solo la superficie, mentre il lavoro interiore, quello vero, richiede Moooolto sforzo interiore, qualcosa che viene da detro di noi, e non da fuori! Compreso l’inganno di chi vende fumo, solo per fare soldi? Ok, ora detto questo se vuoi ti invio un PDF, con degli esercizi che dovrai eseguire quotidianamente, sono di un mio caro amico che si occupa solo di questo, è il suo compito, risvegliare il sole interiore che ognuno di noi ha dentro di se! Gratis! Scrivimi a questa email: apponoastos@gmail.com , ti invierò il PDF, e se vorrai chiedermi altre info, potrai farlo tranquillamente.

      Un abbraccio


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: