la scuola come arte

Ilscuola steiner cammino dell’uomo nuovo è un cammino verso la riconquista della sua integrità, che vuole mettere ordine nella propria casa interiore, capace di riconoscere in se stesso un valore, una serie di valori, che lo mettano in relazione con l’intero senso della creazione.

Valori che devono essere riconquistati e fatti riemergere, perchè un uomo padrone della propria vita, è anche padrone della propria morte.

L’istruzione nelle scuole (quelle Italiane sono diventate un chiaro esempio) è basata esclusivamente sullo sviluppo di certe funzioni intellettuali, sull’apprendimento di concetti, formazioni teoriche e non su una vera conoscenza diretta ed emotiva.

Anzi negli ultimi stanno facendo esattamente l’opposto, l’emotività viene sedata, per mezzo di timori, dogmi, credenze (farmaci) e quindi l’individuo cresce, nella nostra società come meglio può, tralasciando, trascurando lo sviluppo della maggior parte delle potenzialità talenti che egli possiede. educare

La scuola moderna è la prosecuzione di quelli individui loschi, che si sono ribellati alla conoscenza, allo sviluppo di se stessi, degli altri, trasformando il pianeta nel paese dei balocchi, un penitenziario viaggiante, un mondo fasullo, falso, irreale, la cosa grave è che una buona parte della gente non se ne rende conto.

La scuola come è strutturata oggi, non è una vera scuola, è una preparazione alla schiavitù del sonno della coscienza, dove riceviamo la programmazione più massiccia, dove impariamo ad essere schiavi, senza le catene ai piedi, in questo tipo di scuola le nostre idee sbagliate si stabilizzano dentro di noi, in modo definitivo, e trovano le ragioni per giustificare il potere, che successivamente con il tempo diventano le nostre convinzioni e credenze.

La cosa più importante che ai genitori o futuri genitori non viene detta è, che esiste una scuola che può essere una valida, ma soprattutto migliore alternativa per educare (educare inteso come sviluppo dei talenti individuali) i propri figli, basata su una filosofia completamente diversa, non improntata sul mero condizionamento delle giovani menti, questa scuola alternativa è quella Steineriana. scuola

Può essere un fattore molto importante e fondamentale per i propri figli, decidere se frequentare una scuola basata sul sistema che conosciamo, oppure una Scuola differente e alternativa.

I mezzi di “informazione” ovviamente non informano! quindi una scelta consapevole non è possibile, specialmente quando non si capisce la filosofia di fondo della scuola stessa. liberi

La filosofia Steineriana

“Il destino si compone di due ordini di fatti, i quali si fondono a formare quella unità che è una vita umana, il primo scaturisce dagli impulsi dell’anima, il secondo si avvicina all’uomo tramite il mondo esteriore”.

Rudolf Steiner.

Accenni su Rudolf Steiner, fondatore di questa filosofia educativa.

Figlio di un impiegato delle Ferrovie Austriache, nasce il 27 febbraio 1861 a Kraljevec, presso la frontiera austro-ungarica.

Rudolf Steiner descrive nella sua autobiografia, come il destino gli donasse ciò di cui aveva bisogno per il suo sviluppo, ed era in grado di eseguire spontaneamente, per impulso proprio quanto la vita gli richiedeva.

Crebbe in un ambiente che lo stimolava alla prontezza e all’abilita nella vita pratica.

I rapporti giornalieri con i semplici e bonari abitanti del luogo, il vivere intensamente la vita nella natura nei ritmi dei giorni e delle stagioni, contribuì a risvegliare in Stainer una forte anima e una ricettività interiore.

Steiner aveva circa sette anni, quando, come lui stesso racconterà più tardi, ebbe una esperienza decisiva. Gli si avvicinarono le prime sottili impressioni di un mondo che non è quello terreno, che però si può «udire» e «vedere» anche se con occhi ed orecchi diversi da quelli fisici. Sentiva che simili cose non sarebbero state comprese dal suo ambiente e non ne fece parola ad alcuno. scuola

A 14 anni, approfittando del poco tempo libero a disposizione, cominciò a studiare filosofia (Steiner stesso scriverà più tardi di aver letto certe pagine della «Critica della ragione pura» di Kant per più di venti volte).

Nell’autunno 1879 Steiner si iscrive all’lstituto Tecnico Superiore di Vienna dove studierà, fra l’altro, biologia, chimica e fisica. Specialmente quest’ultima materia influenzerà profondamente la sua evoluzione interiore, e nello stesso tempo, lo porrà di fronte a difficili enigmi.

Allora non esisteva ancora la fisica atomica, ma era già stato adottato il metodo di osservazione che in essa avrebbe sfociato.

I fisici consideravano come naturale che il mondo esteriore fisico, in fondo, altro non fosse che il risultato dei movimenti di particelle infinitamente piccole. libe

ri

Steiner si gettò in questa concezione del mondo completamento scevro di pregiudizi; questo procurò al suo pensiero enormi difficoltà, poiché tale concezione del mondo era in grado di spiegare tutto senza l’aiuto di alcunché di

soprasensibile”, ma l’azione di forze soprasensibili, specialmente nel campo della vita organica, era per lui un dato di fatto che gli veniva continuamente riconfermato attraverso l’osservazione empirica.

Steiner non riusciva a trovare un ponte tra le scienze naturali, come venivano insegnate nelle università, e la visione che sperimentava nell’intimo della sua anima. educare

Attraverso Karl Julius Schröer, suo professore di storia della letteratura, ebbe occasione di conoscere, per la prima volta, Goethe.

Grazie ai precedenti studi di ottica, botanica e anatomia, effettuati durante il tempo libero, arrivò anche a «scoprire» Goethe come scienziato.

Crebbe in lui la convinzione che la scienza moderna, negatrice dello spirito,

(inteso anche come etere) può solamente afferrare ciò che nella natura è morto; mai l’elemento vitale”.

Egli vide anche come Goethe, nei suoi scritti scientifici, avesse mostrato un ponte tra la natura e lo spirito, ma la vita gliene negava il tempo, Rudolf Steiner era un povero studente che si doveva mantenere con lezioni private.

Nel 1884, terminati gli studi, occupò un posto di educatore presso una famiglia di commercianti viennesi.

Il suo allievo, che era affetto da idrocefalia, aveva dieci anni, ed era talmente ritardato nel suo sviluppo intellettuale che si dubitava seriamente di poterlo educare. arte

Attraverso un lavoro pieno di dedizione, Rudolf Steiner lo porto così avanti che il ragazzo poté essere accettato al ginnasio, tra compagni della sua stessa età, diventò poi medico, anche se morì nella prima guerra mondiale”.

Dopo aver portato a termine con successo questo delicato e veramente difficile compito, che era durato sei anni, Steiner fu in grado di porre le basi di quella antropologia pratica che sempre si trova nella sua opera (quando ad esempio, creerà una nuova pedagogia). Così racconta Rudolf Steiner: Allora feci i miei veri e propri studi di fisiologia e di psicologia.

I continui, rapporti con poeti, filologi, artisti ed altre personalità del mondo della cultura, accrebbero la sua conoscenza degli uomini e di sé stesso, diventò ancora più consapevole della peculiarità della propria natura animica.

Steiner racconta come, le sue edizioni dovessero lasciar intravedere questo fatto, affermando che se le sue edizioni erano diverse da quelle dei colleghi, ciò dipendeva dal fatto che egli le voleva diverse!

Diceva Steiner: Ebbi l’impressione che il mondo sensibile avesse qualcosa da svelarmi, entrai così, per la precisione e la forza dell’osservazione in un dominio sino allora sconosciuto, questo entrò nella mia esperienza per effetto della meditazione”.

Da anni Steiner era solito praticare la meditazione. Intensificò notevolmente quella pratica. Si sviluppò in lui la coscienza di un uomo spirituale interiore che può svilupparsi nella natura umana e che, liberato totalmente dall’organismo fisico, può vivere, percepire, muoversi nel mondo spirituale. arte

Steiner acquistò così il diritto di dirsi cittadino di due mondi, il fisico e spirituale. liberi


Ci troviamo, ora, davanti ad un uomo che assume l’intera responsabilità del suo destino e dei suoi atti, sentì come suo compito il conoscere a fondo il pensiero scientifico-materialista, per poterlo trasformare dal di dentro.

Fu in quell’epoca che Steiner incontrò nel mondo dello spirito quelle potenze demoniache che dalla conoscenza della natura, non vogliono portare l’uomo alla visione dello spirito e fanno del pensiero solo un meccanismo. Per quelle entità è assolutamente vero che il mondo è una macchina. Steiner caratterizzerà questi esseri come arimanici, servitori di Arimane.

Nel 1902, dichiarò apertamente, per la prima volta, quale sarebbe stato lo scopo di tutta la sua attività futura, chiamò espressamente questo tentativo come teosofico non nel senso orientale, ma nel senso di un impulso culturale occidentale.

Questa definizione voleva significare una forte e più ampia coscienza interiore, grazie alla quale l’uomo può sperimentare se stesso come cittadino di due mondi.

A tale definizione aggiunse le parole: coscienza della propria umanità.

Le visioni di Steiner gli hanno dato intuizioni in tutti i settori della vita umana, come l’agricoltura biodinamica, l’arte, la danza, la dieta, l’architettura, la biologia, la storia, la geologia, la finanza, la medicina e l’istruzione, queste intuizioni hanno portato migliaia di ispirazione antroposofica, comprese le scuole.

Steiner ha visto lo scopo dell’antroposofia come progresso attraverso il karma il concetto della reincarnazione, completato con l’accesso alla conoscenza esoterica a disposizione purtroppo di pochi privilegiati. Vedeva il mondo reale popolato da spiriti della natura, elementali, credeva sulle tecniche di chiaroveggenza come una vero e approccio scientifico per lo studio di questo regno spirituale. educare

Erano strumenti aggiuntivi, non un’alternativa alla scienza”.

I seguaci di Steiner ripetono che la filosofia di Steiner abbraccia e si estende alla scienza, ma non è affatto così, la realtà è che la scienza è compromessa dalla insistenza della realtà prettamente materialistica e del non senso, è importante capirlo per chi volesse approcciare le scuole Steineriane.


Al centro dell’ antroposofia di Steiner c’è la convinzione che gli esseri umani sono anche entità spirituali con un corpo fisico che possono reincarnarsi.

Secondo la filosofia di Steiner, i nostri spiriti entrano in corpi, ogni vita in più fasi.

(come definizione preferisco trasmigrazione dell’anima, anche se non ha importanza la definizione, ma l’essenza del messaggio) migliorando ad ogni reincarnazione. Il corpo fisico che sta per incarnarsi dipende dal karma, cioè, dagli effetti benefici o dannosi che si hanno sul mondo e che si esprimeranno nell’individuo reincarnato, determinando il tipo di esistenza fisica che avrà. Steiner credeva ci fosse una gerarchia di esistenza che le anime potessero abitare, guidate dal karma. liberi

La Scuola secondo Steiner

La prima cosa in assoluto che un individuo dalla prima infanzia dovrebbe cercare di percorrere in assoluto, è il cammino del risveglio, la coscienza di Sé.

Parole come olistico, spirituale e sociale sono spesso utilizzate per descrivere la differenzia dalla formazione tradizionale, in pratica si tratta di un programma di studi estremamente strutturato, progettato per migliorare la concentrazione dei bambini e farli sviluppare al meglio fisicamente ed emotivamente e pronti ad imparare.

Non è un caso che Berlusconi abbia mandato i suoi figli nelle scuole Steineriane”!

Per esempio gli studenti iniziano la giornata con esercizi di gruppo, recitando canzoni.

Si chiama la “nascita del mattino” ed è stato progettato per creare uno stato d’animo che si scrolli di dosso tutti i pensieri che distraggono il loro viaggio a scuola, una discussione con un genitore o un cattivo sonno.

L’obiettivo è quello di spingere gli alunni a lavorare insieme sulla giornata. scuola


Fino all’età di 12 o 13 anni gli alunni sono seguiti da un insegnante, (contrariamente la scuola in Italia, specialmente negli ultimi tempi, promuove il precariato per avere l’effetto inverso, cioè quello di destrutturare l’individuo, e rincretinirlo, ma è fatto apposta) con cui costruire un rapporto forte.

Non ci sono libri di testo, all’alunno viene insegnato attraverso una narrazione da parte dell’insegnante, questo impegna tutti gli alunni nel processo di apprendimento.


Il pomeriggio è costituito da altre lezioni con un forte accento sulla matematica, l’inglese e le lingue straniere. Verso la fine della giornata, le attività riguardano l’esercizio fisici, poiché c’è una diminuisce della concentrazione mentale degli alunni.

I giorni sono punteggiati da euritmia, un esercizio di movimento stile Tai Chi, progettato per mettere a fuoco le loro menti e aiutare la loro concentrazione.

Prima della principale lezione ogni giorno gli alunni ricordano il soggetto del giorno per assicurarsi che non hanno dimenticato nulla.

Gli alunni sono sempre tenuti in gruppi di abilità mista e imparano ad aiutarsi l’un l’altro.

Steiner ha iniziato la sua prima scuola per i figli dei lavoratori della fabbrica di sigarette Waldorf-Astoria. Ora ci sono molte migliaia di scuole per lo più private in tutto il mondo sulla base della pedagogia Steineriana.

Ovviamente le scuole Steineriane non insegnano Antroposofia, ma sono semplicemente ‘ispirate’ alla filosofia di Rudolf Steiner.

L’educazione si basa sulla comprensione che il bambino impara attraverso l’imitazione ed il fare, in gran parte attraverso le loro emozioni e sentimenti; gli studenti più grandi invece imparano attraverso il pensiero astratto e l’applicazione delle abilità cognitive. liberi


Il curriculum è interdisciplinare, integra elementi pratici, artistici e concettuali ed è progettato per essere in armonia con le esigenze di sviluppo dei bambini.

I materiali per l’apprendimento vengono introdotti al momento della massima prontezza dell’ allievo piuttosto che alla prima occasione.

Questo permette agli alunni in tutte le fasi di essere a proprio agio sia con la loro istruzione, che con il ritmo con cui viene loro insegnato. Questa nozione di sviluppo del bambino è fondamentale per l’educazione secondo Steiner, basata sullo sviluppo del bambino. liberi

Per chi volesse approfondire la filosofia della scuola Steineriana riporto il link sotto:

Scuole Steineriane in Italia

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: