Pacifici o Conquistatori? Parte 8

Nell’articolo precedente ho spiegato come gli atteggiamenti ambigui dell’ente spaziale americano, la Nasa, stonano con le rivelazioni fatte nel corso degli anni da ricercatori come Richard Hoagland sui monumenti di Cydonia, di astronauti come Edgar Mitchell, Gordon Cooper e tanti altri, nel tentativo di nascondere quella che è una scomoda verità, per decenni.

Il sistema Matrix, o come si preferisce chiamalo, riesce sempre a depistare l’attenzione dalle vere questioni. La disputa se siamo stati o no sulla luna, non e’ la domanda giusta da porsi, ma solamente uno specchietto per le allodole, distraendo l’attenzione dalla vera questione e cioè: Che cosa hanno trovato e visto sulla Luna gli astronauti tanto da rientrare alla base letteralmente sconvolti nel famoso sbarco del 1969?

Ho inserito le ultime foto scattate dal Mars orbiter, come si presenta realmente Marte, con corsi acqua, vegetazione, laghi, dune sabbiose ecc.., molto più simile alla Terra di quanto si potesse immaginare:

 

fm

fm1

fm2

Finalmente la Dichiarazioni (confessione) del direttore della Nasa Charles F. Bolden.

In una recentissima intervista del 09/10/14 fatta da una TV inglese al direttore della NASA Charles F. Bolden, egli fa straordinarie affermazioni sulla presenza della vita su Marte. Bolden dichiara: “La gente fa sempre la domanda “Perché Marte?!” Per diverse ragioni: per primo, Marte è molto simile alla Terra, o almeno era un tempo molto simile alla Terra.

Si tratta di un pianeta, un pianeta “gemello” della Terra. Nel nostro Sistema Solare è il pianeta che con più alta probabilità ospitava la vita un tempo, e la vita potrebbe esserci anche ora. Noi crediamo che sicuramente sia in grado di sostenere la vita, quindi questo è il motivo per cui lo abbiamo scelto. Perché scegliere qualsiasi pianeta oltre la Terra? È per il fatto che una specie come l’umanità ha questo appetito insaziabile di andare oltre e più velocemente e imparare di più, e credo che dobbiamo essere in grado di sopravvivere al di fuori di questo pianeta.” Il video sotto.

Video dichiarazioni di Charles Frank Bolden:

Ci sono migliaia e migliaia di rapporti dettagliati in possesso delle autorità militari, di tutti i paesi del mondo, riguardanti avvistamenti, verificatisi in tutto il pianeta, ben documentati gia’ dagli anni quaranta.

La realtà extraterrestre è documentata e conosciuta da tutti i governi, apparati militari, e servizi segreti del mondo, anche prima dell’evento conosciuto come il caso Roswell, che nel 1947 creò molto clamore.

Far credere che a Roswell sia caduto un pallone sonda, e che personale militare qualificato, non sia stato in grado di identificarlo, lo trovo alquanto offensivo per l’intelligenza umana.

C’è sempre stato un grande Cover-up su tutto l’argomento già dagli anni 40 in poi, organizzato dai servizi segreti dei vari governi, in collaborazione con tutti i media e mezzi di comunicazione al loro servizio. I governi conoscono bene il fenomeno, e non potendolo negare, lo contrastano con tutti i mezzi, convinzioni e dogmi scientifici, religiosi, politici e militari di cui dispongono, screditandolo.

Basta sfogliare un comune libro di storia delle medie, per scoprire figure definite “eretiche”, partendo da Copernico, Galileo, Giordano Bruno, grandi personaggi, ostacolati in ogni modo, addirittura uccisi, ma le loro parole e scoperte hanno comunque segnato il corso della storia e lasciato un forte messaggio.

Negli ultimi cinquanta anni, dalla seconda metà del XX° secolo, gli avvistamenti sono divenuti molto più frequenti, sono state diverse le persone che hanno vissuto l’esperienza di contatto con questi esseri, provenienti da altri pianeti, con lo scopo di trasmettere alla nostra società i resoconti di questi interessanti incontri.

Le immagini raccolte in cinquanta anni di avvistamenti e di contatti mostrano oggetti che sfuggono a qualsiasi spiegazione razionale, e quando viene appurata la genuinità di questi filmati e a questo fenomeno, sarebbe giusto, logico, ascoltare chi è venuto in contatto con questa realtà, per comprendere meglio le motivazioni che spingerebbero questi esseri extraterrestri a visitare il nostro pianeta.

Come mai ci visitano? Come mai non si fanno vedere apertamente? Dopo un accurato studio sul fenomeno, il messaggio che questi esseri voglio portare alla nostra civiltà, che i nostri governi “cercano di nascondere”, sarebbe un messaggio di pace e amore, mentre per altri invece, visiterebbero la Terra, per curiosare o per dispensare favoritismi, per fare rapimenti ed esperimenti vari.

I governi in realtà conoscono bene il motivo di questa presenza, e da documenti ufficiali risulta che, sarebbero stati contattati anche alcuni capi di governo, di stato, compresi alcuni Papi. Le Nazioni Unite, hanno discusso sugli Ufo, indicando uno sforzo ufficiale per coordinare le politiche internazionali in risposta ad un numero di avvistamenti tra il 2007/2008 senza precedenti.

Anche l’Onu si preparerebbe a rendere ufficiale, attraverso interviste e documenti, il fatto che il fenomeno UFO “esiste” e che le nazioni della Terra dovrebbero adottare “azioni e comportamenti comuni”, nel caso che queste “presenze” extraterrestri diventassero di dominio pubblico: Cercando di respingerli in ogni modo possibile?

Il problema per i governi sarebbe come preparare i popoli a questa realtà, che è stata nascosta per oltre sessanta anni, ad un eventuale incontro con queste civiltà, senza far cadere l’umanità nel panico o nella superstizione.

Gli incontri alle Nazioni Unite, riguardanti l’argomento Ufo, è avvenuto in gran segreto dietro porte chiuse a chiave e guardate a vista. Una interrogazione parlamentare sugli avvistamenti UFO in Giappone, ha portato Shigeru Ishiba, il Ministro della Difesa Giapponese, ad affermare pubblicamente il 20 Dicembre 2007, quali sarebbero le politiche Giapponesi, nel caso in cui veicoli extraterrestri apparissero nello spazio aereo del Giappone! Come mai queste dichiarazioni?

Il Governo dell’Ecuador ha addirittura annunciato la de-classificazione di documenti inerenti a circa 44 segnalazioni di avvistamenti UFO, lo stesso presidente del governo dell’Ecuador, ha emanato un dispaccio ufficiale, nel quale si dichiara apertamente che gli UFO esistono e che “per ora non rappresentano una minaccia”,(fino a che non intralciassero i piani di dominio globale?).

Un avvistamento molto importante è avvenuto a Washigton D.C. il 12 luglio del 1952, poiché questi esseri extraterrestri monitorano attentamente ciò che fanno i governi, sia in segreto e non. Il video che puoi vedere sotto, mostra il filmato autentico dell’avvistamento sopra il Campidoglio di Washington Dc.

Una dichiarazione clamorosa è seguita poco più di due settimane dopo, dal Generare delle forze armate U.S.A Samford il 29 luglio del 1952, dove spiega chiaramente, (il video è solo in Inglese), che la visita di questi esseri non è una minaccia e sono qui in visita per monitorare l’operato dei governi, dopo l’inizio dell’era della bomba atomica.

Sotto il video della dichiarazione pubblica del Generale Samford.

IL Generale Samford, in questa intervista rilasciata più di 60 anni fa, (evidentemente in tempi più onesti), dice chiaro e tondo, che gli oggetti in questione, cioè gli Ufo, sorvolano i cieli, ed i visitatori che li pilotano, “non rappresentano un pericolo”, che non sono di origine terrestre e ci visitano da sempre, ecc…

Come ho spiegato in precedenza, in realtà la sola ed unica minaccia, che potrebbero rappresentare questi esseri provenienti da altri mondi, è allo “status quo dei governi”, che per oltre 60 anni conoscono bene le loro intenzioni pacifiche, costruendo una cappa di menzogne che dura fino ad oggi.

Più avanti vedremo di cosa sono capaci queste civiltà, e personalmente credo che se fossero state male intenzionate, ci avrebbero conquistato e sottomessi da tempo.

Perché i governi ancora sono restii ad annunciare al mondo questa realtà dopo tutti questi decenni? è possibile che Dio abbia creato altri esseri senzienti dotati di un corpo e di un’anima come la nostra in giro per l’universo? L’universo è vastissimo ed uniforme, nelle sue leggi cosmiche universali, il che significa che nel regno della cosmologia l’omogeneità induce a pensare che le galassie, siano distribuite e disposte uniformemente.

Il principio isomorfo dell’omogeneità dell’universo si accompagna ad un secondo principio, cioè l’isotropismo, il che vuol dire che l’universo fisico non solo è omogeneo ma che presenta le stesse possibilità, di vita intelligente, in ogni suo punto e in ogni sua direzione, esistono migliaia di pianeti nell’universo che possono essere adatti a sviluppare la vita biologica, Marte è un esempio!

Credo, anzi so, che prima o poi l’umanità dovrà fare l’incontro con questi esseri cosmici, non da nemici, (come i film di Holliwood voglio farci credere), solo perché i governi hanno interesse a mantenere il loro potere sulle masse inconsapevoli.

Dal mio punto di vista, il vero nemico dell’uomo, della creazione, allo stato attuale delle cose, è l’uomo stesso.

Anche il Vaticano si è sempre interessato fin dalla metà degli anni 50, agli UFO, tutto cominciò nel 1954 quando l’allora Vescovo di Los Angeles, James Francis McIntyre, andò dal Papa per riferirgli cose della massima importanza, cioè informarlo della presenza extraterrestre.

Ci sono molte dichiarazioni di ex personale militare, che hanno lavorato nell’intelligence militare e civile, ricercatori che avrebbero in qualche modo verificato molte di queste informazioni.

Emerge che alcune razze extraterrestri, insieme ad esponenti di strutture governative segrete, abbiamo avuto rapporti diretti, e alcuni di questi incontri sarebbero avvenuti negli anni 50, mentre altri già dagli anni 40.

Secondo le informazioni trapelate in questi anni e rivelazioni fatte da ex insider come Bill Cooper, John Lear, Phil Schneider e altri, nel febbraio del 1954 gli USA avrebbero stabilito un contatto con una razza di “alieni denominati Grigi” atterrati nella base di Muroc Airfield, e avrebbero incontrato il presidente Eisenhower, proprio nel 1954.

Secondo le dichiarazioni di alcuni insider, il Governo Ombra che vorrebbe instaurare il NWO (nuovo ordine mondiale) si decise di raggirare la Costituzione degli Stati Uniti e stipulare un trattato segreto con questi extraterrestri.

Ora Le teorie ufficiali, vogliono che questi esseri siano qui per studiarci, fare esperimenti segreti, rapimenti, conquistarci, e altre cose poco chiare ecc… le cose in realtà non stanno proprio così. Per quanto mi riguarda, la mia convinzione, alla luce di tutta una serie di dati, rivelazioni e materiali fuoriusciti in questi anni, che vedremo più avanti, degni di una certa attenzione, sono certo, che ci sia una regia dietro il NWO, (nuovo ordine mondiale), non di matrice aliena, ma di matrice umana, spinta da forze oscure, in modo che non si sia più in grado di riconoscere ciò che è giusto e comprendere il falso gioco, dove gli uomini sono facili nel credere, e accettano spensieratamente ciò che viene loro offerto come Verità, non a causa di forze aliene o extraterrestri, bensì per il fatto che ci sono soltanto pochi ai quali la Verità è così preziosa da esaminano tutto. Alla fine del gioco la scelta sarà sempre la nostra, e nessuno può imporci nulla se non lo vogliamo!

Dalle ricostruzioni fatte, questi esseri iniziarono a mostrarsi, e ad avere contatti (anche con capi di stato come il presidente U.S.A. Eisenhower nel 1954), dopo l’invenzione, la sperimentazione e la detonazione delle prime bombe atomiche! Due delle quali fatte esplodere in Giappone nel 1945.

L’umanità si trova in una fase molto delicata della sua evoluzione, quindi tutto fa supporre che queste visite, abbiano più un carattere etico spirituale, che invasivo.

Già dagli anni 50, i governi conoscono molto bene questa verità, tanto che il presidente Eisenhower ebbe un contatto con gli esseri dello spazio.

Questi esseri sembra che, abbiano chiesto al presidente Eisenhower, parliamo del 1954, e ad altri capi distato di allora, di smetterla di usare l’energia nucleare, perché è un tipo di energia che non possiamo contenere, pericolosa, inquinante, per noi e per la sopravvivenza della creazione, del pianeta, contro ogni principio della vita.

Si dissero disposti ad aiutare l’umanità verso una nuova era, a fornire tecnologia per produrre energia, praticamente infinita, non inquinante, a costi praticamente nulli, visto il loro elevatissimo livello tecnologico, che gli consente di viaggiano nel cosmo.

Questi esseri dissero anche, al governo di allora, di preparare l’umanità ad un contatto di massa, chiesero il “permesso di atterrare pubblicamente”, ma i governi rifiutarono.

In un primo momento i governi, si dissero disposti a collaborare in cambio di tecnologia, preoccupati per il futuro dell’umanità, ma poco dopo i governi terrestri ruppero il patto, continuando gli esperimenti nucleari, (durano ancora oggi), tanto che è in corso un riarmo nucleare da parte dei paesi occidentali, tra cui gli Usa, con l’intento di modernizzare l’arsenale nucleare, testandolo con avanzati sistemi che non richiede necessariamente esplosioni sotterranee. La Cina, e la Russia non sono da meno.

L’incontro tra gli extraterrestri e il presidente Eisenhower, è stato confermato anche dalla Nipote dell’ex presidente, Laura Eisenhower.

 

la

Sotto il video della sua intervista, purtroppo solo in Inglese:

Il rifiuto dei governi, scaturì dal fatto che un contatto di massa, dopo previa preparazione da parte dei mezzi di informazione, avrebbe destabilizzato lo status quo dei governi, sarebbero stati messi in secondo piano, con la drastica riduzione del loro pote.

Un altro motivo fu: Gli immensi interessi economici che reggono tutto il sistema!

A convalidare il tutto, c’è la testimonianza di Henry W. McElroy Jr, rappresentante dello Stato del New Hampshire in pensione, l’11 di Maggio 2010 ha dichiarato che l’ex presidente degli Stati Uniti, Eisenhower, fu informato con una lettera della presenza di esseri intelligenti extraterrestri sulla Terra.

Qui sotto il video della sua dichiarazione di Henry W. McElroy Jr, che dichiara ufficialmente dell’incontro Di Eisenhower, con essere Extraterrestri, il video è sottotitolato in spagnolo, ma è abbastanza comprensibile.

McElroy ha confermato che nel documento, mentre era ancora legislatore, si faceva riferimento all’incontro di Eisenhower con i visitatori extraterrestri.

Il contatto ufficiale tra extraterrestri, e la delegazione presidenziale, avvenne nel 1954, all’interno della Holloman Air Force Base, nel New Mexico.

Il presidente Usa, all’incontro con gli esseri dello spazio, (dopo aver consultato i veri poteri, quelli economici, a cui ogni presidente è sottoposto) negò tale permesso, e a causa di tale rifiuto, ricevettero un duro monito da questi esserei, sia sull’uso dell’energia nucleare, (la corsa agli armamenti nucleari negli anni 60, la guerra fredda tra Usa e Russia, la distruzione di Hiroshima e Nagasaki, Cernobyl, senza dimenticare il più disastroso incidente della storia, Fukushima, sono una prova certa) cercando di mettere in guardia i governi di allora, sulla deriva a cui l’umanità sarebbe andata incontro, se non avesse cambiato rotta.

Inoltre questi esseri extraterrestri dissero che avrebbero dato un periodo di tempo piu’ o meno di 50 anni ai governi, per informare l’umanità della loro presenza, e che passato tale periodo, si sarebbero riservati di atterrare in tutto il mondo senza il loro permesso, manifestandosi all’umanità, anche se questo comporterà uno schok, poiché le coscienze devono essere risvegliate, bruscamente se necessario, poiche’ l’essere umano deve evolvere spiritualmente in coscienza e consapevolezza.

I governi hanno il terrore che questo accada, soprattutto per ragioni di potere.

I programmi televisivi e trasmissioni che vanno in onda negli ultimi anni su varie emittenti, le varie dichiarazioni di contatti alieni, dichiarazioni aliene, rivelazioni aliene ecc.. servono in realtà, per preparare l’umanità a livello inconscio al contatto di massa, come avveniva anticamente.

La strategia della divulgazione in Tv degli ultimi anni, serve ai vari governi, per poter affermare succesivamente, di aver fatto il loro dovere nei confronti della massa, ma in realtà così non è, perché ci nascondono da decenni la verità su questa realta’ per i loro interessi.

Secondo le dichiarazioni di Timothy Good, quando Eisenhower incontro’ la delegazione extraterrestre con lui parteciparono anche degli alti dirigenti dell’FBI e membri dell’alto comando del Ministero della Difesa USA, “ogni volta che il presidente doveva spostarsi, per mantenere segreti gli incontri senza destare sospetti, a tutti veniva detto che Eisenhower si trovava in vacanza a Palm Springs oppure era dal dentista”.

Anche Eisenhower si era convinto che gli “alieni” volevano aiutarci, stando alle indiscrezioni, lui e il suo staff, sarebbero stati testimoni dell’atterraggio dei loro dischi volanti, chiedendo al presidente, di prendere in considerazione l’idea di rendere pubblica la notizia della loro presenza sul nostro pianeta, ma l’iniziativa fu ignorata, per i motivi accennati sopra.

Anche Robert Dean, uno dei tanti sottufficiali che ebbero modo negli anni 70 di incontrare altre delegazioni aliene, (non nel 1954), ha dichiarato che ci sarebbero le prove di questo incontro.

È ancora più incredibile, ma vera, la dichiarazione del primo Ministro Russo Medvedev:

La dichiarazione più incredibile e chiara sulla presenza extraterrestre, (anche se non ha voluto chiarire le loro intenzioni) è quella rilasciata dal primo Ministro Russo medvedev alla televisione Russa, ad una giornalista che gli fa una domanda ben precisa sull’argomento. Una dichiarazione autorevole, (che il primo ministro non ha mai smentito), e quando un politico di questo livello parla in questi termini non è mai un caso!
Una cosa però è chiara: Medvedev, associa la valigetta con i codici dei missili nucleari, (che ogni presidente Russo custodisce) alla presenza degli extraterrestri, e dichiara espressamente di essere costantemente monitorati da questi esseri, a causa del pericolo nucleare, motivati dalle scelte che vengono fatte dai capi di governo.

Puoi vedere il video con l’incredibile dichiarazione sotto:

Sotto puoi vedere il filmato Man in Black, di cui parla il primo ministro Medvedev, nell’intervista rilasciata sopra, conferma il cover up di decenni da parte dei governi, della realtà extraterrestre, con aperte dichiarazioni di ufficiali militari russi, il monitoraggio di basi nucleari e chimiche da parte degli extraerrestri, per evitare che si facciano danni irreparabili alla Terra, consiglio viamente di vederlo.

Chi realmente muove le leve del potere, sono alcune famiglie, ma molto potenti, collegate alle classi politiche asservite, con la complicità del Vaticano, e tutti collaborano in questo gioco di potere, con infiltrati in posti chiave dei propri membri, che controllano qualsiasi tipo di struttura governativa nazionale o internazionale, ONU compresa, per fare si che le cose rimangano come sono, causa dei colossali interessi economici che ci sono dietro ai vari sistemi mondiali, tutti asserviti ai poteri economici-finanziari.

I governi sanno bene che la maggioranza di queste civiltà sono di gran lunga più evolute di noi a livello tecnologico-spirituale, visto che riescono a viaggiare nel cosmo, da migliaia di anni, come le pitture rupestri di 15-17-20.000 anni dimostrano, e se potevano farlo già migliaia di anni fa, figuriamoci ora cosa sono in grado di fare. Se questi esseri cosmici fossero negativi, conquistatori, come vogliono farci credere, non avrebbero raggiunto un così avanzato livello tecnologico, perché per viaggiare nel cosmo, si deve essere in armonia con la creazione, con quelle leggi cosmiche Universali che regolano l’intero cosmo, in armonia con quella intelligenza cosmica-creativa che noi chiamiamo Dio, pena; autodistruzione prima che si possa iniziare a viaggiare liberamente nel cosmo, (come è evidente qui sulla Terra), dove prevale l’egoismo, la prevaricazione, gli interessi dei pochi sui molti.

Questi esseri manifestano una viva preoccupazione per la sopravvivenza del pianeta e della razza umana, progredita in scienza, ma non in coscienza

L’umanità Terrestre, inquina, devasta il pianeta che la ospita che gli permette la vita, a causa degli interessi di potere di pochi. L’uomo ha raggiunto un elevato livello tecnologico, ma non lo è altrettanto a livello spirituale, e lo manifesta con le oltre 20.000 bombe nucleari in suo possesso, tra Usa, Russia, Cina, Israele, Corea e altre nazioni.

Di queste 20.000 bombe nucleari, circa 4.000 sono attive e pronte a partire in ogni momento. Quindi chi racconta storie su alieni solo negativi, bellicosi, cattivi, conquistatori, è male informato, oppure in malafede, e potrebbe anche avere visto troppi film di Holliwood.

La realtà è che l’essere umano è il vero essere negativo, il vero alieno, il virus di questo pianeta, uomini veramente alienati, che pensano di poter agire impunemente senza pagarne le conseguenze, e credetemi; le conseguenze ci saranno e saranno anche incalcolabili, se si continuerà su questa strada.

Il contatto con esseri provenienti dalle stelle avviene da sempre, anche se sono stati diversi i nomi che i popoli di tutta la terra hanno attribuito a questi, dai Maya, Sumeri, Incas, Indù, Egizi, con conoscenze tali che venivano considerati e ricordati come Dei, puoi approfondire e vedere le immagini dei vari reperti Qui.

La storia delle civiltà umane è stata caratterizzata da periodi di sviluppo e da numerose epoche che sono sempre finite in declino, a causa di guerre di potere, egoismo, la causa prima è stata quasi sempre la ricerca della ricchezza e del potere, cercando di sottomettere altre popolazioni all’egemonia dei più forti.

Ma ora rispetto al passato, siamo in un periodo della storia umana, che presto arriverà ad una svolta, ecco perché questi esseri sono ancora più presenti, e fanno molta attenzione ad ogni decisione presa dai governi, ufficiali e segreti.

Questi esseri, di cui rimangono moltissime testimonianze, contattarono già nel passato i popoli più inclini a sviluppare valori e conoscenze positive.

Assistettero sempre al prevalere della distruzione dell’uomo, causata dallo stesso egoismo umano, non potendo interferire con l’evoluzione di una civiltà, sono guidati da questo principio della non interferenza, (a patto che non si distrugga la creazione, come stiamo facendo ora), e l’uomo oggi è in grado di farlo più che in ogni altra epoca.

L’età dell’oro, con la civiltà di Atlantide, sprofondò proprio a causa dell’egoismo, la prevaricazione, la brama di potere di ricchezza, (dove intervennero cause esterne attirate proprio dagli uomini di quel tempo) più o meno come la società di oggi. Questo è avvenuto per tutte le civiltà che sono passate su questo pianeta, perché l’egoismo umano ha sempre prevalso.

Anche oggi vediamo le grandi potenze, come la ex Russia caduta nel 1989, gli Usa, che fanno presagire un devastante crollo economico-sociale, scongiurando una guerra globale, con tutto quello che ne consegue.

L’uomo moderno possiede la tecnologia, ma la usa per scopi bellici, per uccidere, conquistare, sottomettere il prossimo, una scienza senza coscienza, che lo sta portando verso l’autodistruzione.

La storia di questo pianeta, non è stata molto fortunata purtroppo, perché l’essere umano non ha ancora imparato la sacralità della vita, come la conoscono altre civiltà cosmiche.

Con questo voglio dire che l’attuale razza umana (la quinta, per alcuni, mentre per altri la sesta, a seconda della cultura che la descrive) è ancora molto arretrata sotto il profilo spirituale, e ciò che riguarda i mondi interiore.

La Terra e l’uomo stesso che vi abita sopra, dovranno affrontare un salto evolutivo senza precedenti, che lo vogliano oppure no, e l’umanità non arriverà mai più ad una situazione simile a quella che stiamo vivendo oggi, andando verso una età d’orata come è previsto dall’eternità Divina, ci saranno grandi cambiamenti nel prossimo futuro, cambiamenti epocali!

Tutti i vari cicli evolutivi si compenetrano dal più grande al più piccolo, e tutti portano ad un unico ciclo, verso un balzo di consapevolezza e di coscienza per l’umanità tutta, cambiamenti talmente grandi che non sono mai avvenuti prima di ora, che si ricordi a memoria d’uomo!

La Terra stessa transiterà su un piano evolutivo superiore, con grandi trasformazioni, la maggioranza dell’umanità non ha realizzato che tale cambiamento è in atto, che li coinvolgerà in maniera profonda e irreversibile.

Chi tende a disinformare e confondere l’opinione pubblica su questo argomento, è la vera forza negativa che sta dietro a tutto, e vuole fare in modo che le cosa rimangano così come sono, causa gli immani interessi economici e di potere.

Per esempio, il Gruppo Bilderberg è una organizzazione composta dalle élite europee e nord-americane, che ogni anno si riunisce per discutere l’assetto politico, economico e sociale planetario. Questo gruppo recluta Politici, Ministri, Finanzieri, Presidenti di multinazionali, magnati dell’informazione, Reali, Professori Universitari, uomini di vari campi che con le loro decisioni possono influenzare il mondo.

Oggi questi esseri extraterrestri seguono la nostra terra, ancora più di prima, ma la loro presenza è conosciuta solo in relazione agli avvistamenti di Ufo.

La NASA ha sempre mentito sull’effettiva natura delle sue missioni spaziali e sulle effettive scoperte, dalla prima missione Apollo. Lo dimostra il fatto che la NASA sa benissimo che su Marte è presente non solo l’acqua, ma insieme ad essa ci sono le tracce di una antica civiltà scomparsa da lunghissimo tempo.

Per chi segue questo blog, determinati argomenti potrebbero essere ormai assodati e scontati, ma la maggior parte delle persone che sa ancora poco on nulla di tutto questo, non ha ancora idea del motivo per cui tale argomento è stato sempre ridicolizzato, nascosto, spiegato male o in modo superficiale.

Ps: Mi scuso per gli errori grammaticali, a volte per la fretta pubblico gli articoli senza rileggere o correggere.

Continua……

Qualcosa non torna Parte1

Qualcosa non torna Parte2

Qualcosa non torna Parte3

Qualcosa non torna Parte4

Qualcosa non torna Parte5

Qualcosa non torna Parte6

Qualcosa non torna Parte7

Annunci

Qualcosa non torna Parte 7 e Anomalie Lunari

luna

Quarantacinque anni fa, milioni di persone in tutto il mondo affollavano anche i bar per seguire alla tv, in bianco e nero, l’avventura dell’Apollo 11, la capsula che avrebbe portato l’uomo sulla Luna.

Si udivano sullo sfondo le incomprensibili comunicazioni tra la base di Houston e i tre astronauti nella navicella: Neil Armstrong, Edward Buzz Aldrin e Michael Collins.

Due frasi scambiate il 19 luglio, poco prima dello sbarco, erano sembrate a tutti i tecnici che seguivano la missione una normale richiesta di informazioni, ma nascondevano un segreto che Aldrin ha rivelato solo adesso: l’Apollo 11 non era solo nello spazio!

L’equipaggio chiese alla base dove si trovasse rispetto a loro l’S-IVB, il terzo modulo del razzo che li aveva spinti verso la Luna.

Dopo qualche minuto, Houston rispose che si trovava a 6000 miglia nautiche, circa 11 mila chilometri. Aldrin parlò di un “grande oggetto” che vedevano dall’oblò ad una certa distanza da loro, era a forma di anello e si muoveva ad ellissi. Collins, collega di Aldrin, decise di guardarlo meglio con un cannocchiale: Non era sicuramente il nostro razzo, esclamo Aldrin!

I tre astronauti decisero di non comunicare altro alla base, e di parlarne solo al loro ritorno in un incontro riservato, che cosa potevamo fare, spiegò Aldrin?

Dovevamo metterci a gridare “ragazzi, c’è qualcosa che si muove qui di fianco, avete idea di che cosa possa essere? Molta gente ascoltava le comunicazioni tra noi e Houston, disse Aldrin!

temevamo che qualcuno potesse chiedere di annullare la missione, a causa di una minaccia aliena o per qualunque altra ragione, così decidemmo solo di informarci per precauzione”.

Tornati sulla Terra, accolti dal presidente americano Richard Nixon a bordo della portaerei Hornet, gli astronauti raccontarono le fasi dell’avvistamento ai responsabili della missione, ma la Nasa decise di non renderlo pubblico.

Il dottor David Baker, all’epoca capo scientifico dell’Apollo11, spiegò che l’Agenzia spaziale americana, temendo il ridicolo, aveva vincolato l’equipaggio al segreto, ma ovviamente non era per il ridicolo che tenne segreto il tutto.

Molti tecnici della Nasa si convinsero che gli Ufo esistono, disse Baker, e questo spinse ancora di più l’agenzia della Nasa, ad una politica di segretezza.

Nessuno riuscì a scoprire che cosa fosse l’oggetto che l’equipaggio dell’Apollo 11 aveva visto, questi avvistamenti non sono stati affatto rari, fin dai tempi dei primi viaggi in orbita, molti equipaggi avevano già incontrato oggetti strani.

Anche se il nome di Neil Armstrong è rimasto nella memoria di tutti come quello dell’eroe della missione, il primo uomo a mettere piede sulla Luna, in realtà, il vero protagonista dell’Apollo 11 fu “Buzz” Aldrin, colonnello dell’aviazione americana, discendente da una famiglia svedese di fabbri, e predestinato ai voli sul nostro satellite, dal cognome della madre: Moon,un cognome un destino.

Ci sono pochissime foto di Armstrong sulla Luna, ma ce ne sono moltissime di Aldrin, che molti appassionati dei misteri lunari, hanno accusato di non avere raccontato tutta la verità.

Sceso sul suolo lunare, Armstrong affermò di vedere una intensa luce che proveniva da un cratere. La comunicazione si interruppe bruscamente, ( cioè venne interrotta bruscamente), ma non per le decine di radioamatori che, la intercettarono da casa, che la ascoltarono interamente:

Che cosa sono? Che cosa sono? Potete dirci che cosa sono?”, avrebbe continuato Armstrong e Aldrin, “Oh Dio”, non ci credereste, siamo qui, stiamo tutti bene, ma abbiamo dei “visitors”, vi dico che ci sono altre navi spaziali

qui e sono tutte allineate al bordo del cratere”!

Di questa flotta galattica non c’è traccia nelle foto e nei filmati che la Nasa ha reso pubblici.

Qualcosa dovrebbe potersi vedere negli altri documenti video, custoditi nei National Archives, ma, dei 700 nastri della missione ne sono misteriosamente spariti 698! e l’unica macchina rimasta in grado di trasmetterli non esiste più, era conservata al Goddard Space Flight Center’s Data Evaluation Lab, chiuso e smantellato per mancanza di fondi.

Basta fare una ricerca sul web con Google o Yahoo per rendersi conto di quante persone nel mondo siano convinte che, anche dopo l’allunaggio, c’era qualcosa di strano là fuori. Quando alla Nasa fu chiesto di poter esaminare i filmati originali dell’allunaggio, la Nasa rispose che i filmati originali, erano andati perduti! Ma come è possibile che i filmati di un evento così importante per l’umanità, siano andati perduti? Questo perché non vogliono far sapere che non siamo soli nell’universo e perché questi visitatori, non sono ostili, come vengono rappresentati nei film di Hollywood! Se così fosse ci avrebbero già conquistati da tempo, visto la superiorità tecnologica che possiedono, sono invece attenti osservatori della razza umana, e del suo cammino intrapreso, specialmente dopo la scoperta e l’utilizzo dell’energia nucleare.

La luna stessa non è esente da “anomalie”, (che anomalie non sono), direi più fenomeni di presenza di vita non terrestre, ma come al solito la Nasa e altri enti spaziali, negano tutto e non voglio fare trapelare nulla.

Le anomalie lunari non sono un fenomeno nuovo, le prime osservazioni di certi fenomeni risalgono addirittura al 1700.

I primi astronomi, alle prese con la meravigliosa invenzione del telescopio, spesso notavano dei misteriosi bagliori comparire sulla superficie della Luna.

Il 29 luglio del 1953, John J. O’Neill, editorialista scientifico del New York Herald Tribune, con il suo telescopio osservò nella zona del Mare Crisium, un enorme oggetto di circa 12 miglia, simile ad un ponte. Altri osservatori, tra cui Hugh Percy Wilkins della British Astronomical Association, confermò l’avvistamento di O’Neill sulla superficie lunare. L’oggetto, che divenne noto come Ponte di O’Neill, ovviamente venne spiegato ufficialmente come una combinazione di luci e ombre, quindi un effetto ottico.

I voli della serie Apollo sulla Luna, tra il 1960 e il 1970, riportano decine di storie su presunti incontri con UFO da parte degli astronauti della Nasa.

In un’intervista di qualche anno fa, è stato proprio Buzz Aldrin, componente del primo equipaggio umano sbarcato sulla Luna, a descrivere l’Ufo che li ha accompagnati lunga tutta la loro missione lunare. Non è un caso che Buzz Aldrin dopo le missioni spaziali iniziò a soffrire di depressione e alcolismo, perché gli fu imposto di non dire ciò che aveva visto sulla superficie lunare, provocando all’astronauta un conflitto interiore molto grande.

Un altro motivo è dovuto anche al fatto che, quando gli astronauti arrivarono in orbita, la loro coscienza subì una forte espansione, poiché non soggetti alla forza di gravita della Terra, che la comprime.

Nello spazio avviene un fenomeno di espansione della coscienza, insieme ad una forte sensazione di espansione del corpo fisico e del corpo eterico, tale da entrare in connessione con il tutto, come se il corpo fisico non avesse un confine, con grandi sensazioni di benessere.

Quando gli astronauti rientrarono sulla terra avvenne nuovamente, una compressione della coscienza e dei corpi sottili. Alcuni astronauti durante le prime missioni, rientrarono in uno stato di profonda incoscienza, da sembrare deceduti, tanto erano in uno stato di profonda incoscienza.

I pasticcioni della Nasa, non avendo conoscenza del fenomeno e avendoli dati per morti, fecero loro l’autopsia uccidendoli, proprio così, uccisero i loro astronauti, perché credevano fossero rientrati morti!

Queste notizie non sono mai trapelate, perché troppo imbarazzanti per la Nasa e gli Usa.

La NASA dal 1970 in poi, ha cercato di organizzato missioni anche su Marte, le prime forse in collaborazione con l’allora Ente Spaziale Sovietico, con lo scopo, molto probabilmente di recuperare reperti dell’ antica civiltà marziana, sapendo, più o meno, cosa avrebbero trovato, grazie alle prime foto scattate dalle prime sonde inviate negli anni precedenti.

Questo sarebbe il vero motivo che spinse negli anni 60 i due colossi politici, Stati Uniti e Unione Sovietica, ad intraprendere la corsa allo spazio.

Arrivare per primi sulla Luna, significava anche accaparrarsi un patrimonio di conoscenza e scienza extraterrestre che avrebbe fatto fare una balzo tecnologico in avanti di molte decine di anni.

L’ipotesi sull’esistenza di basi extraterrestri sulla luna, il lato oscuro della luna, (non è un caso che il famoso gruppo dei Pink Floyd, intitolò uno dei loro album più famosi in questo modo). Recenti prove mostrano attività non umane, attorno al nostro satellite, basi extraterrestre attualmente utilizzate dagli stessi, come avamposto, non per fini ostili, ma per monitorare le attività militari delle potenze mondiali che governano sulla Terra.

Il Congresso degli Stati Uniti, avrebbe anche creato una commissione di inchiesta per indagare sulle basi aliene poste sul lato nascosto della Luna, per fare luce su decenni di depistaggi e insabbiamenti da parte della NASA. Della serie: La mano destra non sa quello che fa la sinistra!

Molti ricercatori sono certi (come lo sono anche io) che alcune immagini dell’agenzia spaziale americana, sono certamente foto-ritoccate, (il solito vizio), e queste fonto rivelano manufatti e strutture sulla superficie della Luna.

Nel loro articolo, Ken Johnston e Donna Hare accusano la Nasa di censurare e cancellare le prove che confermerebbero tali teorie affermando: La NASA ha manipolato, taroccato e censurato migliaia di foto nel corso degli anni.

Grazie a dei particolari software, i tecnici della NASA sono in grado di rimuovere gli oggetti “scomodi” (come dimostrato) che compaiono nelle immagini, ripulendo completamente i paesaggi lunari e marziani da qualsiasi artefatto imbarazzante, solo dopo questo processo le immagini verrebbero pubblicate.

Tra i sostenitori di questa tesi e della basi non umane sulla Luna, c’è il dott. Micheal Salla dell’American University, politologo e studioso di esopolitica,

Puoi leggere attentamente la sua l’intervista, rilasciata a Paola Harris, e anche Qui. Alcune foto trapelate attraverso i canali ufficiali del Centro Spaziale cinese, mostrerebbero chiaramente alcune strutture facenti parte di un complesso extraterrestre, luogo dal quale verrebbe monitorata giornalmente la Terra, o meglio, la situazione caotica in cui vive l’umanità, tanto più ora che nel passato, visto il rischio guerra globale a cui andiamo incontro.

l2l4l3

Le foto sopra mostrano le varie anomalie Lunari, tra cui un oggetto che somiglia molto ad una nave spaziale, non terrestre, a forma di sigaro, secondo alcuni abbandonata da millenni sul suolo lunare.

l5l6l7

Altre foto della superficie lunare mostrano effettivamente strutture di origine non umana, oggetti o sfere luminose di origine non Terrestre, puoi vedere il filmato sotto. Questi oggetti come vedremo più avanti, nei prossimi articoli, svolgono una funzione molto particolare.

Neil Armstrong e il suo compagno di viaggio, furono costantemente osservati da questi “oggetti”, per tutta la durata della missione. I video pubblicati sotto sono sottotitolati in spagnolo, ma comunque comprensibili lo stesso, soprattutto  quello che dice Armstrong, chiedendo al centro di controllo: Cosa è quello, mio Dio è spettacolare! Parlando di una forma di vita! Mentre il centro di controllo fa finta di nulla e gli dice di passare oltre, “perdendo la comunicazione”, mentre in realtà staccano la comunicazione.

La conversazione tra gli astronauti e la centrale operativa della Nasa, ad un certo punto (come viene spiegato nel video) viene interrotta per cinque minuti, in realtà non è proprio così, poiché esistevano due canali di comunicazione, quello ufficiale, e quello “privato” tra Nasa e astronauti e rispettive famiglie di questi.

Venne interrotto solo il canale pubblico, ma quello privato continuò a trasmettere, e venne intercettato da alcuni radio amatori, la dichiarazione dei due astronauti non lascia dubbi su ciò che videro, e questo per ogni missione apollo, fino alle più recenti.

Le dichiarazione dell’ex ministro Canadese, nel video che puoi vedere sotto, mandato in onda dalla trasmissione Top secret, ormai ex trasmissione, sono veritiere! Perché l’ex ministro ha dichiarato la verità, contrariamente a quanto fa la Nasa da 50 anni! Perché sa benissimo che siamo sull’orlo di una guerra globale, che l’elite, ormai in predea alla follia e senza scrupoli vuole provocare ad ogni costo, e che la presenza extraterrestre non è ostile, anzi sta cercando di salvare il salvabile, ecco perché monitorano attentamente ciò che sta avvenendo su questo pianeta.

Sarebbe una rivelazione che non ha precedenti nella storia umana moderna, e sconvolgerebbe lo status quo, cambierbbe per sempre le carte in tavola, la vita e la società di questo pianeta, eclissando del tutto, l’importanza ed il potere politico, economico, militare, di chi crede di detenere il potere sulla Terra, quindi si oppongono, nascondono la verità, per fare in modo che le cose rimangano sempre uguali.

Siamo sempre stati visitati da esseri provenienti da altri mondi, ci sono dipinti medioevali, foto, filmati che dimostrano senza ombra di dubbio che questi contatti sono sempre avvenuti sulla Terra, e che avvengono ancora adesso. Tutti i film di propaganda di Holliwood sull’alieno cattivo, che vuole sottomettere l’umanità e vuole conquistarci è una menzogna, una immensa balla!

Chi sta devastando il pianeta per gli interessi di pochi personaggi, non sono sicuramente gli extraterrestri, ma bensì quei terrestri avidi e senza scrupoli, poichè sanno benissimo che il sistema economico presto subirà un collasso a causa dell’enorme debito accumulato da intere nazioni, in primis gli Stati Uniti con ben 17.000 miliardi di dollari di debito pubblico!

Quadri, dipinti, disegni, pitture rupestri, raffigurano, senza ombra di dubbio, queste visite, già in tempi antichi. Quindi se avessero avuto intenzioni ostili, non avrebbero sicuramente aspettato che la nostra tecnologia avanzasse fino a giorni nostri, lo avrebbero fatto già da molto tempo e basta.

 pr1                                               Zona remota dell’India, pitture rupestri preistoriche raffiguranti dischi volanti ed extraterrestri.

pr2

Nella foto possiamo vedere alcuni disegni graffiti sulle pareti di caverne in differenti parti del mondo, dove si vedono chiaramente dei dischi volanti.


pr5                                                          Oggetti volanti su dipinti medioevali.


pr6pr7          Non è un caso che le rappresentazioni di Ufo, siano in connessione con figure religiose.

pr8

         Navetta di Tuspa Museo di Istanbul, e alcuni dipinti rinascimentali, raffiguranti Ufo o navi di luce.

 

pr9pr10pr11pr12         Monili d’oro precolombiani rinvenuti in Bolivia, costituiscono un vero e proprio richiamo per il cielo

       pr13pr15

Gli oggetti in pietra, nella foto sopra, sono stati ritrovati da alcune popolazioni del centro America, sono reperti risalenti ad una civiltà pre-maya e Inca, datate molte migliaia di anni, raffigurano in modo palese dischi volanti. La sfera circolare rappresentata nella pietra con il triangolo centrale, è il Sole, mentre infonde la sua luce creativa alla Madre Terra. Questi reperti sono ignorati dalla comunità scientifica (se così si può definire) come nel paese del sud America dove sono stati ritrovati.

Oggi, nei tempi moderni, la ricerca delle prove di questa presenza è ancora più agevolata dal grande sviluppo di massa delle moderne tecnologie di ripresa di immagini fotografiche e filmate. Un impressionante numero di documenti ne da chiara testimonianza.

pr16

Osservando queste tre foto sopra, la prima a sinistra è del 1870, la seconda del 1929, la terza del 1932, foto dove compaiono dischi volanti. Questo significa che questi oggetti, sono da sempre in visita su questo pianeta, da molto tempo, da millenni.

Continua…..

Articoli Precedenti

Qualcosa non torna Parte 1

Qualcosa non torna Parte 2

Qualcosa non torna Parte 3

Qualcosa non torna Parte 4

Qualcosa non torna Parte 5

Qualcosa non torna Parte 6

Qualcosa non torna Parte 6

Chi è veramente e a chi ha ceduto le redini della sua esistenza, a una mente fallace, menzognera, che lo rende e lo tiene schiavo… l’uomo non ha limiti e quando un giorno se ne renderà conto, sarà libero anche qui in questo mondo”

Giordano Bruno

 

Scenziati svizzeri di recente hanno affermato che, si può dimostrare oltre ogni dubbio che su Marte ci fosse una civiltà, (evidenza che vedremo dalle foto). I due ricercatori, il Dr. Weisz con il suo collega, l’egittologo Conrad Vetsch, affermano che in qualche modo la civiltà Marziana sia la stessa civiltà Atlantidea, la decifrazione di un rotolo egizio, li avrebbe portati a dedurre che Atlantide un tempo fosse su Marte, (facendo parecchia confusione, volutamente?). In realtà la civiltà Marziana è molto più antica di quella Atlantidea.

Il rotolo che hanno tradotto descriverebbe una civiltà tecnologicamente avanzata esistente “oltre il nostro pianeta” nel vasto oceano nero dello spazio, su un altro pianeta, cioè Marte, che si trova a due passi da noi, ma sicuramente non era Atlantide.

Non sono la stessa cosa, senza dubbio queste due civiltà sono ben distinte, nello spazio e nel tempo che le separa, di qualche milione di anni.

La civiltà marziana, secondo la ricostruzione dei due ricercatori fu distrutta da un meteorite, (non da uno solo, ma la deduzione è esatta), mentre l’Egitto era ancora agli albori, secondo il dottor Stephan Weisz, parlando al raduno di giornalisti e scienziati a Berna, in Svizzera.

Per essere più precisi, al tempo in cui Marte era un pianeta abitato in superficie, non esisteva la civiltà Atlantidea, tanto meno quella Egizia. L’inizio del periodo Atlantideo risale a circa 175.000 anni fa, e la sua fine intorno a 13.000 anni fa, mentre il periodo marziano è di gran lunga molto più antico, quindi se ne deduce che non sono la stessa cosa. Credo che i sopravvissuti al cataclisma di Marte, ebbero contatti con gli abitanti della Terra, in periordi successivi, con gli Atlantidei prima e con gli Egizi poi, visto le similitudini che vedremo.

Il pianeta Marte è probabilmente ancora abitato, ma solo al suo interno, poichè la sua superficie al momento non ha le caratteristiche compatibili ed ideali per ospitare la vita come la conosciamo noi sulla terra, fatta forse eccezione per alcune forme di vita, a causa del cataclisma che lo colpì milioni di anni fa, (data riportata dai fratelli cosmici, ad alcuni contattati, tra cui Eugenio Siragusa, ) dove perse gran parte della sua atmosfera. Vedremo più avanti, nei prossimi articoli, come avvenne e per quale motivo.

Una certa influenza marziana c’è stata nella cultura Egizia, ma fu trasmessa principalmente dagli Atlantidei, alle generazioni successive dall’evento cataclismatico. Gli antichi abitanti di Marte, hanno lasciato quindi il segno, indirettamente, anche sulla Terra oltre che su Marte.

Le foto “Top secret”, definiamole così, scattate dalle sonde marziane Americane, mostrano chiaramente i resti di questa antica civiltà sulla superficie del pianeta. La domanda che sorge spontanea è: Come mai nessuno di questi scienziati e ricercatori Svizzeri e altri presenti alla conferenza era sorpreso dai resti di tali edifici e strutture che si trovano su Marte? Come mai le élite scientifiche sembravano sapere molto bene di questa verità, ma non la hanno divulgata prima? Perché hanno taciuto fino ad ora? Come mai se ne parla solo adesso così apertamente?

Quelle che vedi sotto, sono foto del suolo di Marte..

m7

m8

Foto jpl Nasa Qui

 

 

Anche se questa foto è controversa, già da lontano spicca una forma molto familiare, nella stessa foto ingrandita è ben visibile un forma che sembra essere un teschio, molti sarebbero pronti a giurare che si tratti solo di una roccia, ma guarda caso somiglia tanto ad un teschio!

m16 Altre strutture.

T-only

maxresdefaultmars-brush-off-2-copernicus2-1440x1098imagesimagess Fonte della Foto.

La terza foto sopra, sembra mostrare una antica città Marziana sepolta da tempo nelle sabbie, assomiglia molto ai resti di una antica città Inca in Perù, infatti è denominata città Inca per la forte somiglianza con quest’ultima.

m10

Altre “anomalie” fotografate sulla superficie di Marte, sembrano ritrarre un specie di muro. Secondo la traduzione di Sitchin, Marte in un remoto passato, fu l’avamposto degli Anunnaki.

L’inganno non finisce qui, la Nasa quando inviò le prime sonde su Marte si rese conto che il pianeta rosso, non è poi così rosso, si resero conto che era più simile alla Terra di quanto si potessero sognare, e per non fare trapelare queste notizie sensazionali, attraverso filtri e manipolazioni delle immagine, ingannò l’opinione pubblica, perché non si facessero troppe domande, fecero assomigliare Marte ad un pomodoro, arido e sterile, mentre non lo è affatto, vedi foto sotto:

m12m11

                                                                          Questo è il vero aspetto di Marte

Come puoi vedere da queste foto fatte dal telescopio Abble, Marte ha i Poli con il ghiaccio, ha un atmosfera azzurrina, anche se più sottile di quella della Terra. Un ricercatore tedesco, Holger Isenberg, si è sobbarcato il compito di elaborare le foto della NASA per rimuovere un filtro grafico applicato alle foto e farle così tornare al colore naturale.

L’egregio lavoro di Holger ha avuto buon esito e i suoi risultati sono visibili. L’atmosfera di Marte è più simile al nostro pianeta di quanto vogliano farci credere, quasi come la terra, gode di un cielo azzurro, sorpreso vero? Ma andiamo avanti.

I filtri applicati dalla NASA per arrossire le foto, servono solo a convincere le persone che l’atmosfera e il clima del pianeta siano incompatibili con la vita, da sempre, ma non è così, lo è ora, e solo in supeficie, come si vede dalle foto, perché in un antico passato sulla superficie di Marte la vita c’era e come. La NASA effettivamente applica dei filtri sulle immagini, il loro scopo sarebbe ufficialmente solo quello di “migliorare alcune caratteristiche delle foto” e non quella di alterarle. I diversi colori del cielo variano anche in base al momento dello scatto, un po come accade da noi al tramonto e all’alba:

03-162-1995-original-tan

m13      Come vedi la differenza tra le foto di sinistra e quelle di destra è notevole, con e senza filtro.

m14 Ecco come si presenta realmente il pianeta Marte alle sonde inviate

m19

m20            Altra foto del suolo di Marte, di come realmente è, senza filtri, ripreso dalla sonda.

Come vedi nelle foto, anche se il suolo di Marte tende al rosso, non è rosso fuoco come vogliono farci credere, ha un aspetto desertico, ma con una atmosfera azzurriana che ricorda molto la Terra dove è presente anche vegetazione, soprattutto nel polo sud del pianeta. Nei notiziari e nei Tg ci presentano un suolo Marziano sempre rosso, artefatto e sterile, (al computer) mentre la realtà è molto diversa.

Come mai la Nasa mente così spudoratamente, cosa sta coprendo?

m21   Marte taroccato con i filtri

m22      Il Vero aspetto di Marte Senza filtri

m23

Altre foto.

Foto della zona di Cydonia, con il volto che spicca in fondo, e alcune strutture simili a piramidi. Ovviamente il suolo anche in questo caso non è cosi rosso, ma è presentato in questo modo per far credere che sia arido e depistare l’attenzione.

m244-134-rolf-varga-image2012102309034486aimage_thumb58   Fonte della foto.

EFG4051   Fonte della foto. Telelgrafh

Le foto presentano un colore diverso dalle altre rocce, anche la forma è del tutto diversa da quelle circostanti, quindi l’erosione dei venti non è proprio la causa del modellamento di queste “rocce”, anche mantenendo il beneficio del dubbio, valutando anche l’ipotesi di un gioco di luce ed ombra è difficile non rimanere perplessi ed a bocca aperta.


05-221-M0901354                        Lago Marziano fotografato dalla sonda Altre foto di Marte

m25

Altra foto del suolo di Marte, che dimostra l’esistenza di vegetazione, (non sbruffi di anidride carbonica) come vuole far passare la Nasa.

m26                                                                             Altra foto ingrandita della vegetazione di Marte.

5-142-clay-pipe-split

Nella foto sopra del suolo di Marte, si vede chiaramente una struttura cilindrica, troppo regolare, per essere il risultato degli elementi naturali, non solo, nella foto successiva sempre nella stessa zona si intravede la stessa struttura cilindrica più lontana, i Pinocchioni della Nasa, per non fare vedere cosa si nasconde realmente sul suolo di Marziano, hanno coperto la zona inferiore della foto con una striscia nera, con la scusa ridicola che si tratta di “errori di grafica” dovuti ad una cattiva trasmissione dei dati della sonda.

m26

Come vedi nella foto sopra, in alto a destra, si intravede la stessa struttura cilindrica cerchiata di rosso, la domanda è: Come mai la Nasa ha coperto una parte della foto con questa striscia nera, errori di trasmissione? Non credo che gli errori di trasmissione provochino queste strisciate nere, al massimo la foto può essere più sfocata, ma nulla di più, e proprio nella zona dove ci sono queste interessanti strutture. Ovviamente la Nasa vuole nascondere ben altro, cioè il fatto che su Marte c’è molto di più da vedere!

m27

Come puoi vedere anche in questa foto, il lupo perde il pelo ma non il vizio, ed ecco che la Nasa, copre nuovamente un’altra foto con una strisciata nera, un oggetto nel bel mezzo della foto, trattasi di una figura simile ad una sfinge. Sotto la  foto senza riga nera.

sphinx4sphinx6

                     Altre foto significative della superficie di Marte che parlano da sole.

m28

m29

m31m32                                                

Sotto puoi vedere forse una delle foto più incredibili scattata sulla superficiedi di Marte, si tratta di un monumento su roccia molto simile ai monumenti Egizi sulla Terra.

 

m34

Mars - Egypt Connections                                                                                  Sfinge Marziana, Marziana-Egizia

3164v9g

Durante la conferenza Il Dr. Weisz ed il suo collega, l’egittologo Conrad Vetsch, hanno dichiarato che su alcuni papiri Egizi, si allude anche a viaggi nello spazio con l’uso di navette per traghettare extraterrestri simili all’uomo, da Marte (sottosuolo di Marte) alla Terra.

m35m36                                                                  Manufatto marziano, denominato il metronomo

m37                                                                         Probabili resti di un edificio marziano

m38m39m40                                                                                                     Altri volti Marziani

1-091-forest-edge1-090-wideview-forest-edge                                             Foresta Marziana

m41                                                                            Il probabile dito di una statua marziana

M44                                                                       Resti di un animale o volatile Marziano?

m42                                          Monolite marziano.

 

                                  Altre foto della superficie di Marte:

UFO, UFOs, sighting, sightings, Mars, face, faces, rover, nasa, top secret, Justin Bieber, Selena Gomez, news, gossip, hollywood, politics, UN, paranormal4

58a5ef3d96cc6fd4d4cbc48a9d5c10a9                                              Fonte foto.

Metà volto di una statua marziana che spunta dalla sabbia, probabilmente facente parte di un antico tempio, non è pareidolia è realtà. Faccio notare che i resti sono consunti, a causa del logorio del tempo trascorso dal cataclisma, alcuni milioni di anni fa, e dall’erosione della superficie del pianeta rimasto con una sottile atmosfera.

mars-strange                           Deserto marziano con vegetazione sparsa qua e la.

M35

imeges

20140220-031529

6a00d8341bf7f753ef00e54fcca8dc8834-800wi1-057-ice-mass-distant

immagine-di-marte-amatoriale-e-nasa-1                 Marte fotografato da astronomi amatoriali a sinistra, a destra foto Nasa.

Le foto che vedi sopra, (puoi trovarne molte altre in rete) sono foto della Nasa, ma per qualche motivo, la Nasa non vuole farci sapere che su Marte, come sulla Terra è esistita una civiltà avanzata, cercando di tenerlo nascosto ilpiù possibile. Esamineremo i motivi nei prossimi Step.

I primi sopravissuti giunti da Marte, probabilemnte avevano portato una cultura particolare, ereditata prima dagli Atlantidei e dagli Egizi poi. Ci sono delle evidenze palesi, hanno molto in comune, ma gli storici ed i ricercatori, hanno capito o fatto finta di capire ben poco di tutto ciò.

Fonte Foto Marte

 Chissà per quale motivo David Bowie nel 1971, già si chiedeva, prima degli scenziati Svizzeri, se c’è vita, proprio su Marte!

 

Continua…..

Articoli precedenti

Qualcosa non torna Parte Prima

Qualcosa non torna Parte Seconda

Qualcosa non torna Parte Terza

Qualcosa non torna Parte Quarta

Qualcosa non torna Parte Quinta

 


Qualcosa non torna Parte 5

L idea che ogni avvenimento ed ogni singola persona siano collegati alla nostra vita, può sembrare difficilmente accettabile, poiché la maggioranza delle persone rimanere legata al concetto o all’idea di casualità. Molto di rado si prende in considerazione la possibilità che ogni evento nel nostro Universo funzioni in modo perfetto e non casuale, come il sistema menzognero in cui viviamo vuole farci credere. Abbracciare questa nuova visione del mondo significa essere pronti a rinunciare alle nostre convinzioni più radicate.

Ci sono persone che durante il cammino della vita, vengono spinte a ricercare qualcosa di diverso, percepiscono che qualcosa non va nel mondo, che c’è di più, che la realtà così come la conosciamo non è tutto ciò che esiste come ci hanno insegnato.

Se leggi questo articolo non è un caso, ma è il frutto di quel pensiero, di quelle domande che da tempo ti stai ponendo e della sincronicità di eventi che hai iniziato ad innescare, poiché nel momento stesso in cui lottiamo per mantenere un senso di autonomia personale, siamo anche trascinati da forze vitali molto più grandi di noi, così che pur essendo i protagonisti della nostra vita, siamo come comparse, soldati sullo sfondo di un qualcosa di più grande.

Franco Andres

——————————————

In questo articolo parlero di aspetti importanti, con particolare attenzione su argomenti poco conosciuti, o conosciuti male e molto controversi, con prove il più tangibili possibile, che anche tu puoi verificare, spetterà poi a te come singola persona, trovare la tua strada, la verità, e trarre le tua personale conclusione, come ognuno di noi dovrebbe fare in relazioni a questi argomenti.

Le fonti sono alternative, mettono in luce aspetti che cercano di spiegare il motivo per cui l’essere umano ora si trova in uno stato di incoscienza e schiavitù, argomenti taciuti alla massa, che andrebbero divulgati e vanno compresi alla luce di fatti accaduti negli ultimi decenni, mentre altri ne accadranno negli anni a venire.

Lo studio della storia umana su questo pianeta è molto controversa, andrebbe rivista totalmente, la cronologia ufficiale, come visto nel Primo articolo di questa serie, ha molte lacune di fondo e non sta in piedi, la civiltà umana è molto più antica e complessa di quanto si è creduto o voluto far credere fino ad oggi. Lo sviluppo improvviso di un certo livello tecnologico, le conoscenze astronomiche dei popoli antichi, non combaciano affatto con le teoria e le tesi ufficiali, che vedono queste civiltà come primitive, e tesi alternative vengono messe costantemente sotto silenzio dallo status quo.

Prove, come le piramidi scoperte sotto l’oceano Atlantico vicino alle Bermuda e altre strutture antiche, confermano la tesi di antiche civiltà molto avanzate, le incredibili foto fatte dalle sonde spaziali sulla superficie di Marte. L’obiettivo finale è quello di mettere in luce fatti che vengono taciuti e tenuti sotto silenzio, omessi alla massa che fanno riflettere e che il sistema cerca in tutti i modi di nascondere, spesso anche in belle vista.

In la Dottrina Segreta, Secondo la Teosofa Blavatscky, vissuta tra la fine dell’ottocento e il novecento, alcuni rotoli che attestano il tipo di Religione universalmente e diffusa nel mondo antico, si troverebbero attualmente in luoghi segreti, nelle biblioteche appartenenti a Fratellanze Occulte.

Quest’affermazione diventa verosimile se si considerano i vari fatti e avvenimenti storici accaduti negli ultimi anni e la tradizione vuole che migliaia di antiche pergamene siano state salvate dalla distruzione della Biblioteca di Alessandria, custodite nei sotterranei delle biblioteche Vaticane.

Ci sono anche migliaia di opere sanscrite, scomparse in India durante il regno di Akbar, commentari composti da diversi migliaia di volumi, da lungo tempo nascosti alla massa da più fratellanze occulte.

La scomparsa della vasta letteratura sacra ed occulta di Babilonia, la chiave che poteva risolvere le migliaia di enigmi degli annali geroglifici egiziani, (anche per capire e rendere comprensibili i Veda indiani), accessibili solo ad alcuni gruppi, e nascosti alle masse.

——————-

Anunnaki - Giant - Footprint 200 Million-Year-Old South Africa

Orma gigante datata qualche milione di anni, scoperta in Sud Africa, forse appartenente ad un antico lemuriano.

                            

Fra i buddhisti (uno dei popoli più illuminati e saggi attualmente, secondo la mia opinione, insieme ai Tibetani) esiste un’identica credenza per quanto concerne i loro libri, affermando che questi sono al sicuro dalle mani dei saccheggiatori occidentali, e riappariranno in un’epoca più illuminata.

La scienza segreta, sarebbe rimasta celata allo sguardo dell’uomo per epoche incalcolabili, questo perché affidare ad una moltitudine impreparata i segreti di una così tremenda importanza, sarebbe stato come dare ad un bimbo una candela accesa in una polveriera.

La necessità di nascondere alla folla segreti simili a quello del Vril, “forza capace di distruggere le rocce”,  la rivelazione ad esempio, dell’evoluzione delle catene planetarie ecc…Tutto questo viene nascosto all’uomo occidentale moderno, (poiché la natura dell’universo è saggezza), l’umanità è governata da personaggi biechi e avidi, e non è ancora pronta a ricevere tali insegnamenti. Pensiamo solo al cattivo uso che ha fatto l’essere umano con l’energia nucleare, figuriamoci con forze ed energie più potenti cosa potrebbe combinare stupido com’è.

Dottrine come quella della Catena Planetaria o delle sette razze, danno immediatamente la chiave della natura settenaria dell’uomo, ogni principio è in correlazione con un piano, con un pianeta e con una razza, ed i principi umani sono su ogni piano, partendo dai piani invisibili, in correlazione con le forze settenarie, anche occulte, (da cui i governi del mondo attingono), per controllare le masse, ma ormai abbandonati anche da questi ultimi, (dai loro arconti o controllori), poiché nel raggiungere il peggio, l’uomo ha superato anche essi.

Al timone del sistema ormai non c’è più nessuno, per questo motivo ognuno di noi, ora più che mai è artefice del proprio destino.

——————–

La cima della piramide del potere occulto, è stata abbandonata da quei piani superiori che posseggono un potere tremendo, l’uso e l’abuso di certe forze ed energie a certi livelli, da parte dei nostri governanti, ha causato e sta causando mali incalcolabili all’umanità.

Questa chiave non è comprensibile alla generazione attuale e più in particolare agli occidentali, a causa della loro cecità, e dall’ignoranza materialistica, dall’incredulità per l’invisibile, ma avrebbe avuto sicuramente un valore reale e concreto nei primi secoli dell’era cristiana, come ne avrà in un prossimo futuro.

Queste sono verità molto antiche, rivelate ripetutamente dai grandi Adepti, maestri e iniziati, come anche da Gesù Cristo, il piu grande di tutti, poi da Pitagora, Platone, fino ai neo-platonici.

Una volta che l’umanità verrà a conoscenza della vera storia del mondo, cioe che il tempo è ciclico e la storia si ripete, come la circonferenza di un cerchio, una più solida base di vera conoscenza potrà essere stabilita su questo pianeta e questo porterà a grandi scoperte in molti settori dell’attività umana, ma soprattutto porterà ad una vera fratellanza mondiale Universale, con l arrivo dei fratelli superiori, dove non ci saranno più confini, ne geografici, ne culturali, così che la corretta conoscenza della storia, del tempo e dei cicli, verrà applicata a tutte le scienze e il mistero dell’origine dell’uomo e dell’anima umana sarà svelato, questa è la promessa che porta la nuova ‘Era dell’ Acquario, ma prima di ciò, dovremo passare attraverso cambiamenti, che non saranno indolore, poiché per edificare un nuovo edificio, prima bisogna demolire quello vecchio!

Da adesso in poi ti invito ad riflettere sulle informazioni che ti descriverò, ho cercato di vagliare le informazioni più importante e tutto coincide.

Tale conclusione è personale, basata su esperienze mie personali, per questo ti invito a mettere insieme i tasselli, fare le tue ricerche, e fatti una tua personale opinione.

 

                                      Le Anomalie di Marte

Tutti sappiamo che sul pianeta Marte (il quarto pianeta del nostro sistema solare) sono stati trovati immensi canion, vallate, che fanno supporre, anzi direi che danno la certezza quasi assoluta del fatto che il pianeta rosso molto tempo fa, fosse ricoperto da fiumi e avesse buona parte della sua superficie ricoperta da acqua allo stato liquido. Ma la sorpresa più incredibile è che l’acqua corrente esiste tutt’ora sul pianeta rosso, ci sono laghi lunghi e larghi kilometri, le foto lo dimostrano, le calotte polari di Marte si stanno sciogliendo, come sulla Terra, ma non a causa dell’effetto serra come vuole fare credere la scienza ufficiale.

L’acqua è tutt’ora presente anche sotto forma di permafrost in vaste aree del pianeta come in forma liquida in alcune aree, come il polo sud. 

 

MARTE

                                           Foto di un lago di Marte, Esa.

Non solo ci sono laghi larghi Kilometri, ma ci sono foreste e vegetazione, vedi le foto:

M3M2

In base alla fotometria dei pixel della sonda che ha scattato queste foto sopra, “le foto che vedi, sono foto Ufficiali della Nasa” del Polo sud Marziano, (ce ne sono molte altre, basta fare una ricerca in rete, anche sul sito ufficiale Nasa), scattate dalle sonde come la Marte survayor, le foreste fotografate sono larghe kilometri, lo stesso vale per i laghi. L’immagine di questo pianeta che ci hanno sempre proposto come essere arido e morto senza tracce di vita sulla sua superficie, non è affatto vera! Queste foto si trovano sul sito ufficiale della Nasa, ne sono state scattate circa 240.000, in dieci anni di missioni spaziali.

La Nasa non le occulta, (almeno quelle più eclatanti) perché essendo un ente pubblico, pagato dai contribuenti, è obbligato ad inserirle sul sito ufficiale, quindi le mette disponibili sul sito, le nasconde in bella vista, questo perché nessuna fonte mediatica ne parla, e quindi nessuno o pochi sanno che ci sono! Poche persone si prendono la briga di verificare, le nascondono in bella vista, tattica molto furba, non ce che dire.

Quando una delle prime sonde come il Mariner 9 entrò in orbita intorno a Marte nel 1971 osservando l’intera superficie, scattò delle foto che mostrarono un pianeta ancora vivente, con attività geologica, vulcanica, pianure montagne, canyon molto più grandi del gran canyon sulla Terra, con evidenti segni lasciati dall’acqua.

Successivamente la ricerca di forme di vita fu lo scopo principale delle missioni successive con il vikyng 1 e il viking 2, lanciate da Cape Canaveral nel 1975, raggiungendo Marte nel 1976.

Sul pianeta rosso, vennero fatti scendere dei lander che inviarono una serie di foto incredibili ed emozionanti di Marte, ripreso a distanza ravvicinata, e condussero una serie di esperimenti alla ricerca della vita.

Ad infittire il mistero di Marte furono le prime foto scattate, nel 1976 dalle sonde viking, come anche nelle missioni successive.

m4                                            Foto scattatta dal Viking

Le foto della superficie di Marte hanno rivelato strutture che hanno lasciato sbigottiti e perplessi gli astronomi, molte delle strutture su Marte, forse si posso attribuire a fenomeni naturali, ma molte altre anche all’operato di esseri intelligenti, queste vennero notate per la prima volta nelle foto del Marine 9 e successivamente fotografate dal viking.

m5       Foto di Marte scattata il 25 luglio 1976 dall’orbiter Viking 1

Nelle foto sopra si possono notare i tratti di un volto umano ben proporzionato, sembra quasi di un uomo che indossa una specie di elemento o copricapo, con la bocca leggermente aperta, con gli occhi che fissano chi lo guarda sopra i cieli di Marte. I ricercatori che hanno esaminato accuratamente le fotografie hanno individuato anche delle strutture a forma piramidale nelle vicinanze del volto, sempre nella zona di Marte denominata Cydonia.

marte02g images1cydonia2

Come glia altri monumenti o strutture trovate su Marte questo volto è di dimensioni gigantesche. Il volto misura almeno 1.600 metri dalla cima della testa al mento e dall’ombra che proietta sulla superficie di Marte, sembra che sia alta almeno 800 metri.

Uno degli scienziati che analizzò queste foto, quasi cadde dalla sedia e mormorò, Mio Dio!

 m6

La foto venne archiviata in fretta insieme alle altre migliaia di foto scattate dalla sonda Viking, senza essere sottoposta ad un esame più attento, almeno non ufficialmente. Le sembianze del volto umano furono attribuite, “sempre ufficialmente”, ad un gioco di luci e di ombre, sopra una roccia erosa da forze naturali, come acqua e vento, il volto di Cydonia non è proprio li per caso, come vedremo più avanti.

La Nasa ha riconosciuto che le sue affermazioni fatte inizialmente, su queste foto, non erano vere, erano state fatte solo per fuorviare l’attenzione sulla questione, poiché alcune ore dopo, la stessa sonda passò di nuovo nella stessa zona, scattando altre foto, e mostravano chiaramente la stessa faccia.

Ulteriore missioni hanno prodotto altre foto dell’area di Cydonia, ripresa da diverse fotocamere del Viking, si scorgeva benissimo la faccia, più alcune strutture enigmatiche che sembrano avere forma piramidale. Le nuove missioni marziane hanno fotografato nuovamente la zona, la Nasa questa volta ha affermato, che si tratterebbe di interessanti strutture geologiche, ma di origine naturale.

Ci sono forti dubbi su questa affermazione, se osservate la foto sotto, c’è una differenza molto netta e sospetta, per il semplice fatto che, la prima foto scattata dal Viking nel 1976 è molto più nitida e di qualità superiore, rispetto a quella scattata da themis nel 2005.

m7

Questo non lascia molti dubbi sul fatto che sia in atto un piano di cover-up, la Nasa è peggio di Pinocchio, volendo screditare le immagini del Viking, con l’ausilio della computer grafica moderna, l’agenzia spaziale Americana, ha appiattito e deformato la struttura della foto, per renderla verosimilmente di tipo naturale, “il che è abbastanza evidente”.

La prima foto scattata dalle sonde negli anni settanta è molto più netta e definita, in sostanza non sembra la stessa faccia, e poi come è possibile, che la tecnica fotografica sia peggiore di quella di 30 anni prima!

Ma ora arriva il bello! Secondo la traduzione delle tavolette Sumere fatta da Sitchin, il volto di Cydonia, racconterebbe la storia degli Anunnaki, sin dal loro primo sbarco sulla Terra. Sitchin, trascrivendo il testo delle tavolette dell’Atra Hasis, menziona proprio una grande montagna rocciosa su Marte, che fu scolpita con i raggi, per ricordare “l’immagine di Alalu” monarca di Nibiru, famoso pianeta negli Anunnaki, (piu avanti capiremo meglio cosa è in dettaglio Nibiru), deposto dai suoi sudditi e morto in esilio proprio sul Pianeta Rosso, che coincidenza vero?

Ci sono anche altre foto del paesaggio di Marte che lasciano sbalorditi, non sono mai stato su Marte, ma ho abbastanza intuito per capire come stanno le cose e credo anche tu.

Il mio consiglio è di leggere il “disclosure project” (si può trovare liberamente in internet, in Italiano, un dossier interessantissimo di 490 pagine), di Steven Greer, che ha dato conferma alle mie idee in merito a questi importantissimi temi su Marte.

Questa serie di foto, aprirà gli occhi e la mente a chi si è appena addentrato nell’argomento. Quello che dovrebbe essere comunque l’obiettivo, è quello di fare un proprio percorso personale, su questo argomento, anche perché nessuno può farlo per noi.

Da parte mia posso solo trasmettere le informazioni che ho disponibili al momento. Alla Nasa c’e sempre stata una volontà ben precisa di coprire argomenti scomodi e controversi come questo.

La Nasa è riuscita ad affermare (per evitare che venissero analizzate) che le famose immagini originali dello sbarco sulla luna nel luglio del 1969 sono andate perdute!

Si ipotizza che lo sbarco sulla luna, non sia mai avvenuto,  in realtà probabilmente è avvenuto, ma il dibattito sul fatto se c’è stato o non c’è stato l’allunaggio è solo uno specchietto per le allodole, e distrae l’attenzione su un’altro fatto, e cioè: Cosa hanno trovato lassù, tanto da spaventare gli astronauti da farsela letteralmente sotto? Lo vedremo più avanti.

—————–

Continua….

——————

Articoli Precedenti

Qualcosa non torna Parte Prima

Qualcosa non torna Parte Seconda

Qualcosa non torna Parte Terza

Qualcosa non torna Parte Quarta

La Merkabah il Carro Degli Dei


 

LA MERKABAH IL CARRO DEGLI DEI

crop-circles2

di Pier Giorgio Caria

Quasi tutti, conoscono il fenomeno dei cerchi nel grano. Questi simboli o pittogrammi che compaiono nei campi di grano, in tutto il mondo, principalmente in Inghilterra, sono una forma di comunicazione attraverso simboli, un tipo di linguaggio che ci arriva da super civiltà cosmiche pacifiche, che monitorano da vicino il nostro mondo, per aiutarci a superare uno dei momenti di peggiore di crisi della storia umana.

Questi evolutissimi esseri, nostri veri fratelli superiori, stanno preparando il “nuovo uomo”, l’”Homo Novus” già teorizzato da Giordano Bruno secoli fa.

Le sue profetiche parole a memoria di questo straordinario uomo che ancora oggi, è all’avanguardia nella visione di cosa dovrebbe essere una vera umanità di ordine superiore.

Egli, tra l’altro, diceva: “una nuova visione del cosmo deve per forza corrispondere a una nuova concezione dell’uomo… Le cattedre ai sapienti, non ai dogmatici, i banchi a disposizione di chiunque abbia amore per le scienze, un insegnamento veramente libero, una società in cui il lavoro delle mani e quello dell’ingegno siano onorati in egual misura. Soltanto in questo modo può nascere l’Homo Novus. Proprio questo e molto altro ancora, è il progetto cosmico che i fratelli cosmici, (extraterrestri) stanno aiutando a porre in essere nel nostro mondo.

Progetto che avrà come punto culminante la seconda manifestazione di Cristo  (Mc 13, 24-32) con l’instaurazione di una nuova società sulla Terra.

La costante manifestazione dei loro mezzi, i loro contattati, il loro diretto aiuto palese ed occulto, sta preparando proprio “l’Homo Novus”, il futuro abitante evoluto e cosciente, del nostro mondo.

Da questo scenario scaturisce la genesi e lo sviluppo del fenomeno dei Cerchi nel Grano.

In un messaggio degli Esseri di Luce dato al contattista stigmatizzato Giorgio Bongiovanni, in occasione della comparsa su un campo di grano inglese, il 30 luglio del 2010, del volto di Gesù che la NASA ha ricavato dalla Sindone, le figure manifestate attraverso i pittogrammi si sarebbero evolute verso simboli mistico-spirituali: “…Questo è il loro Messaggio:

sinfome-ccvolto_sindone_crop_5ago10.pdf

Pittogrammi comparsi in Inghilterra che sovrapposti raffigurano il volto di Cristo.

Messaggio inviato dagli esseri cosmici: VOGLIAMO RICORDARVI CHE IL DISCORSO ED IL MESSAGGIO CHE IN TUTTI QUESTI ANNI ABBIAMO LANCIATO ANCHE ATTRAVERSO IL “FENOMENO” DEI PITTOGRAMMI SUBISCE PER EVOLUZIONE NATURALE UN PASSAGGIO DA IMMAGINE COSMICO-SCIENTIFICA A IMMAGINE MISTICO-SPIRITUALE, CIÒ PER PORRE IN EVIDENZA ALLE VOSTRE COSCIENZE CHE QUESTO È IL TEMPO CHE ANNUNCIA LA VENUTA DI CRISTO SULLA TERRA (Matteo cap. 24-30, Marco 13-26, Luca 12-40, Apocalisse di Giovanni 1-7 ED ALTRI) E QUINDI IL TRIONFO DELLA SCIENZA DELLO SPIRITO SULLA SCIENZA SENZA COSCIENZA.

Durante la stagione del 2012 uno dei simboli più pregnanti in questo senso è apparso in due tempi, il 1° e il 21 luglio, nei pressi di Liddington, Wiltshire, in Inghilterra.

circulo12013

Questa figura è un simbolo importantissimo della scienza esoterica ed è la Merkabah, nome secondo la scienza esoterica egizia o Merkavah, nome secondo la cabala ebraica. Il termine Merkabah è composto da tre parole: Mer, Ka, Ba. Queste vengono dalla scuola esoterica dell’antico Egitto; “Mer”, indica due campi contro-rotanti di energia-luce che avvolgono il corpo umano. “Ka”, indica lo spirito individuale, l’intelligenza;”Ba”, indica il corpo fisico dell’uomo o la realtà fisica.

In altre realtà dove lo spirito non possiede corpo, “Ba” si riferisce a suoi concetti o alla sua interpretazione della realtà nel regno in cui si manifesta.

circulo22013

Vediamo intanto che dalla Merkabah scaturisce la stella di Davide, fatto che non deve sorprendere. Ricorda il lungo periodo di schiavitù in Egitto, degli ebrei. Periodo in cui i saggi del popolo eletto hanno assorbito la grande conoscenza iniziatica dei sacerdoti egizi. Conoscenza che sappiamo proveniente da Atlantide.

circulo32013

La Merkabah è un corpo, un oggetto, o un’energia che trasla l’essere umano verso un livello superiore di coscienza e il significato di questo concetto, in alcuni aspetti, ha una grandissima importanza in questo tempo.
Analizzando la figura vediamo che la Merkabah, considerata nel suo aspetto tridimensionale, è composta da due Tetraedri, due piramidi a base triangolare equilatera, composizione che è chiamata anche “Stella Tetraedrica”.

I cinque solidi Platonici rappresentano i cinque componenti fondamentali della creazione secondo la concezione antica, essi sono: il Tetraedro il fuoco, l’Esaedro (Cubo) la terra, l’Ottaedro l’aria, il Dodecaedro l’Etere, l’Icosaedro (20 facce) l’acqua. L’etere non è ancora contemplato dalla scienza moderna anche se in realtà, Nicola Tesla, il grande scienziato padre della moderna civiltà tecnologica, ne parlava come di una energia reale.

circulo42013

Ovviamente anche la stella tetraedrica formata, da due tetraedri, è legata al fuoco cioè all’energia.Questo fatto non è una mera speculazione filosofica ma sottende una conoscenza scientifica ancora ignorata dalla scienza umana.

Con effetti su scala Macrocosmica e Microcosmica. Inserendo la stella tetraedrica dentro ad una sfera le punte dei tetraedri toccano la sfera a 19.5° rispetto all’equatore.

circulo52013

Geometricamente parlando, 19.5° è il grado al quale si manifesta il passaggio energetico interdimensionale.

Questo fatto provoca nei pianeti particolari ripercussioni sul piano fisico.

circulo62013

Infatti a 19.5 °, su Nettuno, abbiamo la grande macchia scura e su Saturno a 19.5°, abbiamo anomale emissioni di raggi x.

circulo72013

Ancora su Saturno a 19.5° c’è la grande macchia bianca nell’emisfero nord.

circulo82013

Su Giove, a 19.5 °, abbiamo una delle sue Lune e la grande macchia rossa.

circulo92013

Su Marte abbiamo il grande vulcano Olimpus, il vulcano più grande di tutto il sistema solare, e dall’altra parte troviamo la città di Cydonia.

circulo102013

Sulla Terra a 19.5° abbiamo la fascia di vulcani, anche il Popocatlepetl che è una porta dimensionale, dove tra il 2012 e il 2013, cìè stato un grande incremento della presenza UFO.

circulo112013

A questa angolazione abbiamo anche due importantissimi punti che sono il Triangolo del Diavolo, vicino al Giappone, e il Triangolo delle Bermuda dove inspiegabilmente spariscono oggetti, navi, aerei, persone e così via. Quindi è un punto di collegamento tra la dimensione tridimensionale e la dimensione superiore. Questo lo vediamo con ancora maggiore e straordinaria chiarezza, se prendiamo in esame la nostra stella, il Sole.

circulo122013

Le esplosioni solari, soprattutto in questi ultimi anni, stanno avvenendo soprattutto a 19.5° Nord e Sud. Vediamo il Sole del Novembre del ’98 e il Sole di meno di due anni fa, Ottobre 2012 aprile del 2013. Questo significa che il Sole sta connettendo la nostra dimensione con la dimensione superiore, la sta trasformando ed elevando di frequenza.

Quindi stanno avvenendo fatti che gli scienziati conoscono benissimo e che i fratelli della luce (extraterrestri) ci hanno anticipato anni e anni fa. Fatti che riguardano non solo il nostro piccolo pianeta, ma tutto il sistema solare. In realtà il cambio climatico dipende dal Sole, è solamente amplificato e messo in maggiore squilibrio dalle dissennate attività umane. Possiamo confermare tutto questo verificando che l’aumento delle temperature globali e il grafico dell’andamento dell’attività solare, sono quasi sovrapponibili, quindi è il Sole il principale responsabile del cambio climatico.

tablas

E’ vero che l’emissione dei gas serra ha peggiorato e squilibrato ulteriormente questa situazione, ma è il Sole la causa primaria di questi mutamenti e lo vediamo analizzando quanto sta accadendo anche negli altri pianeti del sistema solare.

circulo142013

Su Giove abbiamo un aumento della turbolenza atmosferica e oggi si vedono sulla sua superficie tre macchie rosse, non più solo una, che sono delle gigantesche tempeste più grandi del pianeta Terra. Sul Polo Nord di Saturno si è sviluppata una gigantesca tempesta, grande due volte la terra, di forma esagonale.

circulo152013

L’ acqua di Marte si sta sciogliendo. Il cambio stagionale del Polo Nord Marziano ha raggiunto livelli mai visti prima.  

circulo162013

Sempre su Nettuno abbiamo avuto un grande incremento della luminosità dell’atmosfera del Pianeta.

Anche la superficie di Plutone sta avendo profondi cambiamenti che stupiscono gli scienziati.

circulo172013

Nel Polo Sud di Venere si sono formati dei vortici atmosferici che hanno raggiunto una enorme intensità.

circulo182013

Sulla Terra è stata rilevata una forte anomalia ionosferica sopra l’India nel mese di marzo 2013. Da tutti questi dati vediamo con chiarezza che è reale, anche se occultato dai media, un incremento energetico impressionante in tutto il sistema solare. Questo è un altro degli eventi che ci avevano profetizzato i Maya che hanno predetto che in questo tempo il Sole avrebbe “parlato”, cioè avrebbe manifestato con chiarezza la sua potenza. I mutamenti provocati dal Sole non si esauriscono a quanto ho appena spiegato. Sempre dai cerchi nel grano, ci è arrivata l’informazione che il Sole avrebbe modificato anche la genetica dell’uomo, il suo DNA. Lo abbiamo dedotto con chiarezza da due magnifici pittogrammi apparsi rispettivamente il 4 luglio e il 28 agosto 2002. Entrambe le figure rappresentano la nostra stella con i raggi a forma di doppia elica del DNA. Nella figura del 28 agosto questo è maggiormente evidente.

circulo192013

Questo è un altro fatto perfettamente a conoscenza degli scienziati, ma non solo, l’attività solare influenza anche la nostra psiche e la nostra spiritualità. Il professore tedesco Dieter Broers ha fatto degli studi importantissimi in questi settori, studi talmente approfonditi che ha emesso decine di brevetti di macchine medicali.

circulo202013

Broers afferma che grazie a questo studio sulle emissioni  solari sono riusciti a comprendere l’azione delle frequenze sulla cellula e dice che oggi siamo in grado attraverso queste frequenze, di ridare la giusta informazione ad una cellula malata e riportarla allo stato di salute. Ha studiato con metodo scientifico le profezie Maya giungendo a risultati eclatanti e confermando quanto sia profondamente corretta la conoscenza lasciataci dai Maya sui mutamenti in atto in questo tempo. Riporto alcune sue importante affermazioni in tal senso, molto altro materiale si può trovare in rete:

Giornalista:Professor Broers, mettete il Sole in relazione con la nostra psiche. Vuole spiegarci questa relazione?


Prof. Broers: Ognuno conosce la vitalità che il Sole può provocare. Ognuno conosce il ciclo delle stagioni.

Si sa che gli stati depressivi invernali sono in relazione col Sole, la mancanza di luce. Altri cicli naturali esistono oltre a quelli annuali e il Sole attraversa processi diversi. Invia delle cariche di elettroni e di protoni che modificano il campo magnetico della terra. In questo dominio, è riconosciuto che l’influenza sui sistemi biologici è significativa.

Alcuni studi hanno stabilito chiaramente dei legami tra certe irregolarità magnetiche ed il numero di entrate in cliniche psichiatriche, di incidenti stradali o di suicidi.

Degli scienziati della NASA tra cui il professore Franz Halberg, sono riusciti a stabilire il legame diretto tra la comparsa di infarti e le modifiche magnetiche sulla terra, generate dal Sole. Si può partire dall’idea che gran parte delle nostre “malattie di civilizzazione” provengono dalle irregolarità del campo magnetico. Queste stesse modifiche del campo magnetico hanno portato, anche in modo provato, a fare sorgere delle idee geniali dall’ispirazione. Le date di creazione delle grandi sinfonie, di grandi opere poetiche e di invenzioni straordinarie sono chiaramente in relazione con esse.


Giornalista:Questi fenomeni hanno anche un’influenza sulla collettività umana?
Prof. Broers: Gli autori Adrian Gilbert e Maurice Cotterell chiariscono le relazioni tra l’ascesa e le scomparse di imperi ed i cicli solari corrispondenti. Dai babilonesi fino all’impero romano o all’epoca della cultura Maya.


Giornalista: Che cosa potete dirci sulle trasformazioni che ci aspettano?
Prof. Broers:
Il popolo del Centro-America dei Maya ci ha tramandato a questo proposito l’informazione che questa “Epoca finale” dei tempi sarebbe condotta da “una volontà cosmica.” Una sorta di raggio di sincronizzazione sarebbe diretto, proveniente dal centro della nostra via lattea, verso la nostra Terra permettendo un riallineamento della nostra umanità. I Maya sono stati capaci, con l’aiuto delle loro conoscenze astronomiche estremamente avanzate, di datare praticamente tutti gli avvenimenti importanti. I loro calcoli immortalati nello “Tzolkin”, il calendario Maya, indicano per il 2012 un ultimo processo fondamentale di trasformazione.

I Maya l’hanno descritto come “ascensione nella 5a dimensione.” Osservando il corso della nostra attuale crisi mondiale, che sembra dirigersi verso un finale monumentale, si potrebbe credere alla pertinenza della loro profezia.

Giornalista: Oltre al campo magnetico terrestre e all’irradiazione elettromagnetica solare, esistono altre sorgenti che ci influenzano?


Prof. Broers: Sì. Sono dei raggi che siamo capaci di misurare solamente da circa 15 anni. La NASA parla di avvenimenti sensazionali che sembrano praticamente identici alle informazioni trasmesse dai Maya.

Il raggio di sincronizzazione menzionato dai Maya adesso sembra essere riconosciuto dagli astrofisici. Riportano che dal centro della nostra galassia, un raggio energetico, prima non concepibile, sembra illuminare la Terra “come un faro che viene dal più profondo dello spazio.” Durante gli anni passati, l’irradiazione si è amplificata di parecchie centinaia di percentuali. Avendo studiato da circa 30 anni queste tematiche, posso confermare che assistiamo a dei cambiamenti che prima sarebbero stati inconcepibili e che si rivolgono in primo luogo al nostro stato di coscienza.


Giornalista:Che cosa dice l’astrofisica di questo strano raggio?


Prof. Broers: È un grande enigma. Torna in scena il calendario Maya.

Dice, abbastanza concretamente, ciò che avverrà alla fine dei tempi, vale a dire relativamente: molti caos sul nostro pianeta. Come già rievocato, i Maya prevedevano un nuovo orientamento dell’universo da questo raggio di sincronizzazione.
Prima di proseguire devo chiarire un fatto che potrebbe dare luogo a fraintendimenti. La mutazione dell’uomo attuata dal Sole non è passiva, noi dobbiamo partecipare aumentando la capacità del nostro sistema bio-psico-spirituale di ricevere questi stimoli attraverso le nostre azioni positive, altrimenti questo aumento energetico non trova la necessaria condizione. Come una lampadina sottoposta ad un elevato voltaggio possiamo “bruciarci”, “andare in sovraccarico” e letteralmente impazzire, se non ci adeguiamo. E’ come con la corrente tumultuosa di un fiume:se siamo a favore ci trasporta velocemente a destinazione, se andiamo controcorrente ci travolge.


Altra osservazione importante da fare è che i due cerchi nel grano che rappresentano il Sole con la doppia elica del DNA presentano sei raggi, sei braccia.

circulo212013

Non è un fatto casuale: la stella a sei punte è il monogramma di Cristo, perciò il messaggio che ci stanno dando gli extraterrestri con questi simboli è che è la causa profonda che attraverso il Sole sta trasformando il sistema solare, il pianeta Terra,  l’essere umano stesso, è divina, concetto già espresso nelle dichiarazioni del Prof. Broers.

Cioè a dire che spirito e materia sono due facce di una stessa medaglia e scienza e religione lo stesso. Quindi Dio è trascendente ma è anche manifesto attraverso la creazione materiale che viene governata da leggi eterne che hanno la causa e l’origine nel reame divino dello spirito.

Questa straordinaria conoscenza viene da quella che possiamo chiamare “scienza dello spirito”, la scienza dei mondi e dimensioni superiori di cui hanno parlato innumerevoli volte i fratelli Extraterrestri. Tra l’altro, grazie agli studi del Professor Masaru Emoto, giapponese, è stato dimostrato che se l’acqua “ascolta” la parola Cristo, il cristallo che si forma congelandola prende la forma del monogramma di Cristo.

circulo222013

Questo ci indica che gli antichi quando hanno disegnato questo simbolo, conoscevano benissimo questa scienza. Sapevano benissimo che la divinità è il cuore pulsante, la causa prima della creazione materiale e che la scienza e lo spirito non sono due cose separate in opposizione, ma sono l’una un aspetto dell’altro. Quindi oggi questa separazione deve terminare e terminerà perché, come abbiamo visto, l’intera creazione sta lavorando in tal senso. Vediamo bene a quale livello di informazione siamo arrivati partendo dalla bellissima figura della Merkabah apparsa sui campi inglesi nel luglio del 2012.

Ma non è ancora finita. Sinora abbiamo affrontato un aspetto della Merkabah, considerandola come struttura energetica che sta trasformando il sistema solare e l’uomo stesso, portandolo su un livello vibrazionale e anche di coscienza, più elevato. Andiamo ora a esaminare altri concetti posseduti dalla Merkabah sempre legati al concetto di veicolo che porta l’uomo verso un più elevato stato di vita e di coscienza. In ebraico Merkavah significa anche “carro”.

Trae origine dal versetto biblico di Ezechiele 1.1-28 dove si parla di un “carro di fuoco ed Esseri alati”.

Questo versetto se si legge con una chiave interpretativa diversa da quella tradizionale indica chiaramente il contatto con Esseri non terrestri di dimensioni superiori. Un altro versetto simile è 2Re 2-1,1 che racconta il prelevamento del profeta Elia rapito su un carro di fuoco. Il “Carro”, la Merkabah, è quindi anche un veicolo vero e proprio, costruito e manovrato da esseri di natura superiore che trasporta l’uomo su altri piani dell’esistenza e, di conseguenza, anche di coscienza.

La presenza di esseri non terrestri nella Bibbia è riportata innumerevoli volte, sono indicati genericamente con il termine di uomini, angeli o come dei. Ancora in Isaia 60, 8, il profeta di fronte a uno spettacolo per lui incomprensibile esclama: “Chi sono questi che volano come una nuvola e come colombe verso le loro colombaie?”.

circulo232013

Fortunatamente grazie alle attuali tecniche fotografiche e di videoregistrazione è oggi possibile vedere i loro volti, come sono realmente questi “uomini” e questi misteriosi “carri di fuoco”, le Merkabah, con cui viaggiano questi esseri super evoluti, descritti dagli antichi profeti.

circulo242013

Gli esseri di luce Ashtar Sheran e Adoniesis

circulo252013

         UFO che passa dallo stato materiale a quello energetico-astrale – Foto di Antonio Giannuzzi

Questo discorso potrebbe, forse, scatenare la reazione di qualche persona religiosa che potrebbe scandalizzarsi a sentir parlare di Extraterrestri nella Bibbia. Se ciò dovesse accadere voglio porre in evidenza a costoro che l’insegnamento teologico sugli Angeli presentati come esseri eterei, di puro spirito, non è assolutamente plausibile proprio in termini di racconto biblico. In Genesi 18, Abramo invita i tre uomini comparsi improvvisamente davanti a lui a sedersi all’ombra, li invita a lavarsi i piedi e gli offre del pane, da bere e da mangiare. Successivamente (Genesi 19), due di loro si recheranno a Sodoma dove verranno accolti da Lot, nipote di Abramo, ed anche lui offrirà ai due uomini un banchetto. Successivamente, non avendo i due trovato nessun giusto nella corrotta città, la distruggeranno assieme a Gomorra, dopo che i sodomiti avevano tentato di violentarli; si può immaginare che dei depravati tentino di abusare sessualmente di esseri eterei? Quindi stiamo parlando di persone concrete e dotati di un terribile potere. Da notare che in Genesi 18 questi esseri sono presentati come uomini, dopo, in Genesi 19, gli stessi sono presentati come Angeli.

Ora il termine angelo viene dal greco e significa “messaggero”, perciò gli Angeli sono uomini messaggeri, cioè uomini che portano un messaggio, un insegnamento, di ordine superiore per spingere l’uomo verso una maggiore evoluzione spirituale.

Ovviamente non voglio affermare banalmente che gli Angeli siano solo degli uomini semplicemente più avanzati tecnologicamente, astronauti provenienti da mondi lontani del cosmo, ma che si tratta di esseri di evoluzione enormemente superiore alla nostra, provenienti da realtà esistenti su piani dimensionali più elevati.

Sono loro infatti, a portare Elia in cielo con la Merkabah, il “carro di fuoco”, che lo preleva in carne e ossa, con il corpo che deve essere per forza contenuto e ospitato in un veicolo concreto. Ricordo ancora che Cristo stesso afferma che il suo Regno non è di questo mondo (Gv 18, 36) e che anche nostro Signore viene prelevato in carne ed ossa da una “nuvola” che lo nasconde agli occhi degli apostoli e dei discepoli (Atti 1, 9-11).

Nuvola da cui si affacciano due uomini che dicono a quelli che erano rimasti a terra: “Uomini di Galilea, perché state a guardare verso il cielo? Questo Gesù, che vi è stato tolto, ed è stato elevato in cielo, ritornerà nella medesima maniera in cui lo avete visto andare in cielo”.

Vediamo bene che anche qui si parla di uomini e non di Angeli eterei. Oltre a questo, già da anni, la Chiesa Cattolica ha avviato un processo di apertura verso la tematica extraterrestre, giudicando la credenza sull’esistenza degli Extraterrestri non contraria alla fede cattolica. Ricordo che già nel 1998 fu pubblicata una intervista a Mons.

Corrado Balducci sul quotidiano “Il Giornale” dove il prelato, tra le altre cose, affermava: “È invece ragionevole credere e affermare che gli alieni esistono. La loro esistenza non può essere negata più a lungo, perché ci sono troppe evidenze dell’esistenza degli extraterrestri e dei dischi volanti.. Fatti come l’esistenza dei dischi volanti indicano che gli alieni si sono evoluti più rapidamente degli esseri umani.

Ma anche se si scoprisse che gli extraterrestri sono in qualche modo superiori agli umani, questo non metterebbe in dubbio gli insegnamenti del Cristianesimo. Questo significa che ogni cosa nell’Universo, compresi gli extraterrestri, sono conciliabili con Dio.” E questa è solo una delle numerose dichiarazioni che Mons. Balducci ha rilasciato sulla sua ferrea certezza che il fenomeno UFO è reale, è di origine Extraterrestre, pacifico e non aggressivo e teologicamente coerente con la fede cattolica.


Successivamente, nel 2005, un esponente dell’ordine dei gesuiti, Padre Guy Consolmagno, astronomo della Specola Vaticana, uno scienziato che è la più grande autorità mondiale nello studio delle meteore, pubblicò un piccolo volume tascabile intitolato “Intelligent Life in the Universe? Catholic Belief and the Search for Extraterrestrial Intelligent Life” (“Vita Intelligente nell’Universo? Fede cattolica e la ricerca di Vita Intelligente Extraterrestre”) edito dalla “Catholic Truth Society”, un gruppo cattolico inglese. Lo scienziato in questo testo afferma di credere agli extraterrestri e spiega che ciò non è una scelta incompatibile con la fede.

circulo262013circulo272013

circulo282013

Foto n°1 Mons. Corrado Balducci  

Foton°2 Padre Guy Consolmagno

Il libro di Padre G. Consolmagno

Nonostante il testo fosse disponibile solo in lingua inglese il giornale “La Stampa” lo recensì in un articolo del vaticanista Marco Tosatti, intitolato “Il gesuita astronomo crede agli extraterrestri”. Questa una delle affermazioni di Consolmagno riportate nell’articolo: “Un universo senza limiti potrebbe includere altri pianeti con altri esseri creati dallo stesso Dio di amore. L’idea che ci siano altre razze e altre intelligenze non è contraria al pensiero tradizionale cristiano.” Sempre Consolmagno nel 2007, rilascia una nuova intervista, ancora sugli ET, dove sono presenti affermazioni teologicamente ancora più forti: “L’idea che ci siano altre razze e altre intelligenze oltre quelle terrestri, non è contraria al pensiero tradizionale cristiano.

Lo studio dell’universo è una meravigliosa avventura che riempie di stupore di fronte a ciò che Dio ha creato… Non possiamo pensare che Dio sia così limitato da creare solo sulla Terra. E l’universo potrebbe benissimo contenere altri mondi con esseri creati dallo Suo stesso Amore. Siamo tutti creature di Dio.

Qualsiasi soggetto che è in grado di essere consapevole di sé e dell’esistenza degli altri, e che è libero di scegliere di amare gli altri o di rifiutarli, secondo san Tommaso d’Aquino avrebbe i tratti dell’animo umano, cioè fatto “a immagine e somiglianza di Dio”. Quindi, se gli extraterrestri avessero queste caratteristiche di “intelligenza” e di “libero arbitrio”, non solo sarebbero nostri fratelli ma condividerebbero con noi la stessa “immagine e somiglianza” con Dio stesso.”  

circulo292013circulo302013

Padre Gabriel Josè FunesFrontespizio dell’articolo con l’intervista a Padre Funes

A queste affermazioni fa eco l’anno dopo, il nuovo direttore della Specola Vaticana, il Padre gesuita José Gabriel Funes, che rilascia dichiarazioni ancora più forti di Consolmagno, che hanno fatto scalpore in tutto il mondo.

(http://www.vatican.va/news_services/or/or_quo/interviste/2008/112q08a1.html)

Ne riporto uno dei passi più interessanti dal punto di vista teologico e filosofico:
“Come esiste una molteplicità di creature sulla Terra, così potrebbero esserci altri esseri, anche intelligenti, creati da Dio. Questo non contrasta con la nostra fede, perché non possiamo porre limiti alla libertà creatrice di Dio.

Per dirla con San Francesco, se consideriamo le creature terrene come “fratello” e “sorella”, perché non potremmo parlare anche di un “fratello extraterrestre”? Farebbe parte comunque della creazione. Prendiamo in prestito l’immagine evangelica della pecora smarrita.

Il pastore lascia le novantanove nell’ovile per andare a cercare quella che si è persa. Pensiamo che in questo universo possano esserci cento pecore, corrispondenti a diverse forme di creature. Noi che apparteniamo al genere umano potremmo essere proprio la pecora smarrita, i peccatori che hanno bisogno del pastore.

Dio si è fatto uomo in Gesù per salvarci. Così, se anche esistessero altri esseri intelligenti, non è detto che essi debbano aver bisogno della redenzione. Potrebbero essere rimasti nell’amicizia piena con il loro Creatore.”

Desidero ripetere, per metterla in grande evidenza e commentarle, le ultimi frasi di Padre Gabriel Funes: “Noi che apparteniamo al genere umano potremmo essere proprio la pecora smarrita, i peccatori che hanno bisogno del pastore. Dio si è fatto uomo in Gesù per salvarci. Così, se anche esistessero altri esseri intelligenti, non è detto che essi debbano aver bisogno della redenzione. Potrebbero essere rimasti nell’amicizia piena con il loro Creatore.”
Ma nella Bibbia non si parla di uomini Angeli? Non sono gli Angeli esseri puri che non avendo peccati sono più vicini a Dio? Gli Angeli vengono a noi per portarci un messaggio salvifico, sono messaggeri di un discorso etico e spirituale di ordine superiore, affinché anche noi peccatori ritroviamo la pace, l’amicizia e la vicinanza con il creatore. Allora vediamo bene che rimettendo ordine nei nostri pensieri, informandoci correttamente sui fatti che accadono, analizzando con mente aperta e fuori dai dogmi rigidi e stereotipati, frutto del fanatismo e dell’ignoranza, le informazioni e le affermazioni di importanti uomini di chiesa, i risultati delle indagini serie sugli UFO e quanto scritto nella Bibbia, si compone un quadro armonico e coerente che ci conduce alla corretta visione di questi elementi, a conclusioni concordanti in tutti i loro aspetti che soddisfano pienamente scienza e fede.

E questo mettendo in risalto che abbiamo messo in campo solo una piccola quantità delle informazioni oggi disponibili a sostegno del risultato che abbiamo ottenuto: gli Angeli di ieri sono gli Extraterrestri di oggi, con tutto quello che ne consegue.
Per chiudere questo argomento sulla reale natura degli esseri Extraterrestri che ci visitano voglio descrivere uno straordinario documento desecretato relativamente di recente dall’FBI statunitense.

La notissima agenzia federale della polizia americana ha aperto nel 2011, un sito web il cui nome è tutto un programma, si chiama “The Vault” (http://vault.fbi.gov/) parola che significa “caveau” o “cripta”. Si tratta di una camera di lettura elettronica dove l’FBI ha reso disponibili numerosissimi documenti desecretati, circa 6700, su svariati temi tra cui gli Oggetti Volanti Non Identificati, gli UFO.

Da questo straordinario archivio sono emerse numerose conferme sconcertanti come informative che parlano di altri crash di UFO avvenuti dopo Roswell e a tutt’oggi del tutto sconosciuti se non fosse per la pubblicazione di questi documenti,. Ma il documento che voglio analizzare e mettere in evidenza è un memorandum sulla reale natura degli Extraterrestri che ci visitano, datato 8 luglio 1947.

circulo312013

l memo è indirizzato particolarmente ad alcuni scienziati e funzionari pubblici che ricoprono attività di rilievo nel campo dell’aviazione e militare, e coinvolge anche alcune pubblicazioni. L’autore di questa nota è laureato in varie discipline ed è stato responsabile di una facoltà universitaria. L’autore del memo spiega che “qualora si decidesse di attaccare queste astronavi bisogna essere consapevoli che quasi certamente il velivolo che ha attaccato verrà distrutto”. Tutto ciò potrebbe portare panico tra la popolazione. Altri aspetti importanti descrivono nello specifico il tipo di natura degli ufo e dei loro occupanti.


Ecco le spiegazioni presenti nel documento:


1-Parte dei dischi volanti possiedono equipaggio mentre altri sono sotto controllo remoto.
2-La loro missione è di pace. Essi contemplano sull’assestamento di questo piano.
3-Questi visitatori sono simili agli umani ma presentano un aspetto molto più grande in quanto a dimensioni.


4-Non sono persone disincarnate del pianeta Terra, essi provengono dal loro mondo.
5-Essi non provengono da altri “pianeti” così come noi lo intendiamo, ma da un pianeta eterico “compenetrato” con il nostro e non percettibile da noi.
6-I corpi dei visitatori e le navi, si materializzano automaticamente all’entrata nella nostra frequenza vibratoria e nella nostra densa materia. (Vedi “apporti”)
7-I dischi volanti possiedono una sorta di energia radiante, o un raggio, che può facilmente neutralizzare qualsiasi attacco avversario.

Essi inoltre possono rientrare dentro il piano eterico e sparire facilmente dalla nostra vista senza lasciare traccia.

8-La regione da cui provengono non è il “piano astrale”, ma corrisponde al LOKAS e al TALAS (gli studenti di esoterismo capiranno meglio questi termini)
9-Probabilmente non possono essere raggiunto via radio, ma probabilmente può esserlo dai radar, se si crea un sistema di segnale a cui corrisponda quel tipo di “apparato”.
Questi “piatti” sono di forma ovale e sono composti da un metallo o una lega resistente al calore, che tutt’oggi è sconosciuta. Di fronte a questo piatto vi è un pannello di controllo. Il retro contiene gli armamenti, che consistono essenzialmente in un dispositivo di energia e da cui può essere generato un fascio in caso di emergenza.

Devo dire che appena sono venuto a conoscenza di questo documento sono rimasto sconcertato e scandalizzato.

La data del documento è l’8 luglio 1947. Solo da pochi giorni, il 24 giugno 1947, sui media mondiali di allora era uscita la notizia dell’avvistamento di 9 dischi volanti da parte del pilota civile Kenneth Arnold e quello stesso giorno, l’8 luglio 1947, esce il quotidiano “Roswell Daily Record”, con la notizia del ritrovamento del disco volante precipitato nei pressi della cittadina del Nuovo Messico.

L’ufologia moderna stava facendo appena i primissimi timidi passi. Non esisteva ancora nessun ricercatore UFO, non esistevano ancora su questo argomento libri, pubblicazioni, trasmissioni televisive, programmi radio, ricercatori, ufologi e, tanto meno, contattisti che potevano aver ispirato e consigliato con i loro comunicati l’autore di questo memorandum… nulla non c’era assolutamente nulla, e già le agenzie di intelligence, i militari e vari scienziati, avevano capito tutto, sapevano tutto sulla reale natura di questa visita cosmica.

Abbiamo subito e continuiamo a subire la più criminale azione di occultamento e menzogna della storia dell’umanità. Se il potere avesse aperto a questi esseri, se li avessero accettati, se avessero permesso all’umanità di sapere, di decidere, di scegliere, quanta sofferenza, quante morti, quanti disastri ci saremmo risparmiati… i bambini, quale futuro radioso e felice avremmo donato loro… Ora non saremmo certamente in questa terribile situazione nella quale ci troviamo.

La brama di potere di questi uomini, il loro egoismo mostruoso e la complicità delle masse indifferenti e passive, ci ha impedito e derubato dell’evento più grande e salvifico dopo la venuta di Nostro Signore Gesù Cristo.

Una umanità persa e un pianeta distrutto a causa della tremenda cecità e stupidità umana. Ne risponderemo davanti a Dio e, vi giuro, non vorrei trovarmi nei panni di tutti coloro che sono complici e colpevoli di questo terribile crimine.

La Merkabah apparsa sui campi inglesi, ennesima espressione della sacra bellezza del fenomeno dei cerchi nel grano, ancora una volta, ci ha dischiuso uno scenario terribile ma anche affascinante, lasciandoci un messaggio che ci conferma che è in atto una grande trasformazione, che l’energia cosmica e i veicoli con gli esseri cosmici che ci visitano, stanno portando su un livello superiore di realtà e di coscienza, l’intero sistema solare e tutti coloro che stanno lavorando per un mondo migliore, più giusto, più saggio.

Perciò, nonostante tutto, non tutto è perduto e questi angelici viaggiatori del cosmo sono ancora qui, aspettano, seguono, ispirano e aiutano, tutti coloro che hanno desiderio di incarnare e rendere concreto il sogno di Giordano Bruno, la nascita dell’Homo Novus, l’uomo cosmico che, alla fine, anche il pianeta Terra partorirà.

Di Piergiorgio Caria

Il Sole ha invertito i poli magnetici

imagesIl campo magnetico solare ha completamente invertito la sua polarità.

La Nasa ha confermato che il Sole ha invertito il polo nord con il polo sud.

I campi magneti ora si muovono nelle direzioni opposte, per completare il lungo processo di 22 anni che raggiungerà l’apice con una nuova inversione dei poli.

Una inversione del campo magnetico del sole è, letteralmente un grande evento, ha commentato Tony Philips, scienziato della Nasa.

Il dominio di influenza magnetica del sole, noto anche come eliosfera, si estende per miliardi di chilometri al di là di Plutone. Per celebrare l’evento, la NASA ha rilasciato una visualizzazione di tutto il processo.

All’inizio, nel 1997 come mostra il video sotto, il ciclo solare aveva polarità positiva sulla parte superiore evidenziato da linee verdi, mentre la polarità negativa era sul fondo evidenziato con le linee viola.

Ciascuna serie di linee si è mossa gradualmente verso il polo opposto, completando il ciclo precedente del sole.

Al culmine di ogni vibrazione magnetica, il sole passa attraverso periodi di maggiore attività solare, durante i quali ci sono più macchie solari, e più eventi eruttivi come brillamenti solari ed espulsioni di massa coronale.

I cambiamenti della polarità magnetica si estendono in tutto lo spazio, dovuti all’influenza magnetica del Sole, si estendono per miliardi di chilometri oltre il pianeta Plutone.

Le conseguenze per la Terra saranno un aumento esponenziale delle attività vulcaniche e sismiche. Molti eventi sono già in atto.

Tutti questi avvenimenti cosmici non faranno altro che accelerare il cambiamento del nostro meraviglioso pianeta, umanità compresa!

Cerchiamo sempre di stare collegati ai segni che il nostro tempo sta partorendo continuamente. In Italia abbiamo molti luoghi critici dove gli elementi della natura potrebbero riversare le loro potenti energie. Anche questi sono eventi che testimonieranno che la Terra vive e che non è più disposta a farsi ferire ed oltraggiare ancora.

Presto ci dovremo occupare anche della potenza di fuoco dei maggiori vulcani Italiani. Come disse Ermete Trismegisto, tutto ciò che accade in alto crea sempre degli effetti in basso. E se per alto intendiamo l’universo, sicuramente dobbiamo considerare che ogni movimento celeste crea movimenti planetari.