La reincarnazione è un Fatto

zz1Il caso che segue è il caso meglio documentato nei tempi moderni.

Molte persone hanno esaminato questa storia, se fosse frutto di un inganno, sarebbe stata smontata già da molto tempo, ma la storia è reale.

La storia di un ragazzino Americano di nome James Leininger di Lafayette, Louisiana. Nato nel 1998, e la sua attrazione per gli aeroplani-giocattolo, dalla sua più tenera età,

James Leininger non aveva ancora 2 anni quando iniziò ad avere incubi terribili. I suoi genitori ebbero sempre la sensazione che avrebbero affrontano qualcosa di più grande di loro, le urla del loro bambino li spaventava.

Quando andavano nella sua stanza, spesso lo trovavano girato di schiena, che tirava calci all’aria, e si affannava, come se stesse cercando di scappare da una finestra immaginaria, gridando parole incomprensibili che i suoi genitori non potevano capire.


Quando aveva tre anni, la mamma di James un giorno sentì le parole del figlio che dicevano: “Airplane crash. On fire! il piccolo uomo non può uscire!

James aveva giocato con aeroplanini giocattolo, ma non aveva mai fantasticato su di loro in questo modo. Non aveva mai visto film di guerra in televisione o al cinema. I suoi genitori erano perplessi. Gli incubi del ragazzino sembravano essere iniziati poco dopo che suo padre lo portò a visitare un museo di volo a Dallas, contenente alcuni velivoli d’epoca, quando aveva solo18 mesi.

L’attrazione verso i modellini di aeroplano continuò, e così di fatto anche i suoi incubi.

I suoi genitori pensavano che con il tempo avrebbe trovato altri interessi, ma così non fù. Notarono che quando si avvicinava al suo aeromobile giocattolo eseguiva un giro di controllo tutto intorno ad esso, prima di salire proprio come un vero pilota. Una giorno la madre gli comprò un modellino di aeroplanino con quello che sembrava essere una bomba sul lato inferiore. Quando la madre lo fece notare al figlio subito la corresse, dicendole che era un “serbatoio a goccia.”

“Non avevo mai sentito parlare di un serbatoio sganciabile disse la mamma, io non sapevo cosa fosse un serbatoio a goccia.”

Quando James superò i tre anni, i suoi genitori decisero di portarlo da un terapeuta specializzato per la cura dei bambini in difficoltà. James veniva incoraggiato a parlare delle cose che ricordava poco prima dormire, fu allora che la sua storia sorprendente iniziò a rivelarsi.

Tra le cose incredibili James disse ai suoi genitori che lui era un pilota, e feceva volare un aereo Corsair. Inoltre ricordò di essere stato assegnato ad una nave chiamata “Natoma” e che era stato “abbattuto” dai giapponesi nella battaglia di Iwo Jima! Inoltre ricordò che aveva servito con un amico di nome “Jack Larson.”

zz2

Tutto questo era troppo per i suoi genitori da comprendere, così decisero di verificare se questa storia fosse basata su fatti veri. Quasi subito il padre di James ‘, Bruce, scoperì che un Corsair era davvero un tipo di velivolo utilizzato nel Pacifico, trovò nei regstri storici la storia di una piccola portaerei, di nome Natoma Bay, che era nella battaglia di Iwo Jima! Ma il fatto più notevole, era che ci fosse un pilota di nome Jack Larson ( suo ex compagno) che aveva servito a quel tempo, nella baia di Natoma.

In questo periodo James cominciò a disegnare le immagini del suo aereo mentre stava per essere abbattuto. I disegni del suo aeroplano che affioravano da questi ricordi, sembrava eliminassero i suoi incubi.

zz3

Il padre di James Inizio’ una ricerca per constatare se un velivolo corriere chiamato USS Natoma Bay aveva stazionato nel Pacifico durante la Seconda Guerra Mondiale ed aveva preso parte nella battaglia per l’isola giapponese di Iwo Jima nei primi mesi del 1945.

Un giorno mentre leggeva e sfogliava un libro su questo fatto storico James indico’ l’isola di Chichi Jima sulla cartina, ed esclamando: “Papà, ecco il luogo dove il mio aereo è stato colpito ed è caduto .” Il padre contattò la ‘Natoma Bay Association’, che confermo’ che Jack Lars era stato uno dei piloti, che solo un pilota era stato abbattuto a Chichi Jima: si trattava del 21enne James M. Huston Jr,  l’unico pilota dell’equipaggio, ad essere stato abbattuto nella Baia, aveva ricevuto un colpo diretto e che si schiantò in una palla di fuoco.

Bruce il padre del piccolo James, contatto’ l’anziana sorella di Huston, questa gentilmente gli invio’ delle foto, tra le quali includeva il fratello che stava orgogliosamente vicino ad un Corsair. Gli archivi militari poi indicarono che il ragazzo era stato originariamente parte di una elite, uno squadrone speciale, che faceva dei voli-test su questi velivoli.

Bruce disse che fu allora che cominciò a credere a suo figlio, sul fatto che aveva avuto una vita passata, in cui era presente lo stesso James M. Huston Jr.

Uno dei fattori più determinanti di questa storia, sono tre bambole della linea GI jo, chiamate Leon, Walter e Billie, il bimbo disse di averle chiamate con il nome dei suoi amici “perchè lo salutarono quando andò in paradiso”.

Di nuovo, dagli archivi militari arrivò la conferma che tre piloti, suoi amici, della Natoma Bay di Huston, erano Leon S. Conner, Ensign Walter J. Devlin e Ensign Billie R.

“E ‘tornato perché non aveva finito qualcosa.”

In tutto ci sono più di 50 memorie distinte che sono state convalidate in questo caso eccezionale di reincarnazione.

 

Annunci

19 Risposte to “La reincarnazione è un Fatto”

  1. Tancredi Says:

    Interessantissimo!
    Anche a me sono capitate esperienze di questo tipo, in ipnosi regressiva in cui si andavano a trovare particolari straordinari che aprivano la strada a ipotesi meravigliose.
    Veramente inspiegabile!

    • Franco Andres Says:

      Ciao Tancredi, benvenuta/o nel blog, e grazie per il tuo commento. Hai perfetamente ragione sull’ipnosi regressiva.
      Il Dott. Brian Waiss, notissimo esperto in questo campo, è uno Psichitra americano, studia da più di 20 anni casi di reincarnazione o trasmigrazione dell’anima, attraverso la regresino ipnotica, come anche lo psicologo il dott. Raymond Moody.
      In Italia anche noi abbiamo i nostri esperti, non sono molto conosciuti, basti pensare alla giornalista srittrice Manuela Pompas e tanti altri.
      Più avanti tratterò approfonditamente e negli aspetti dettagliati l’argomento.
      Seguimi mi raccomando.

  2. pix Says:

    “Molte persone hanno esaminato questa storia, se fosse frutto di un inganno, sarebbe stata smontata già da molto tempo, ma la storia è reale.”

    Si certo.. come no!
    http://skeptico.blogs.com/skeptico/2005/07/reincarnation_a.html

  3. Anonimo Says:

    straordinario! commovente anche.

  4. paolopiccinini Says:

    Reincarnazione o l’emozioni di un aviatore che ancora vagano nell’etere e il piccolo bimbo ha assorbito su di sé? Sarebbe interessante indagare se dove è stato concepito o dove è nato o dove è vissuto i primi anni fosse sede di qualche aviatore della guerra mondiale. Cmq interessante.

    • Franco Andres Says:

      Ciao Paolo, si può riassumere in questo modo: E il piccolo bambino posside in se lo stesso spirito dell’aviatore di una vita precedente.

      • Dante Says:

        La questione merita delle considerazioni filosofiche e teologiche più complesse che de facto escludono la reincarnazione. Intanto, da un profilo più religioso, non può essere esclusa la possessione del bimbo (come nei casi di possessione diabolica): se così fosse, egli descrive quel che un altro spirito gli suggerisce e mostra. In sostanza, la possibilità che uno spirito ne possieda un altro (entrando nel proprio intelletto e nella propria immaginazione) rende non necessariamente ontologica – ovvero reale – la teoria della reincarnazione. Saluti.

      • Franco Andres Says:

        Ciao Dante, benvenuto nel blog e grazie per il tuo interessante commento. No problem, mi interessa molto affrontare il discorso teologico e filosofico, sono preparato a tale discorso. Ti voglio fare presente che anche nelle sacre scritture si trovano passi molto importanti che suggeriscono la reincarnazione o meglio, la trasmigrazione dell’anima o meglio ancora dello Spirito, cioè dell’Ego Sum. La chiesa dei primi secoli ha volontariamente omesso e messo al bando questi passi dai testi sacri de facto.

      • Adriana Bigot Says:

        Comunque vogliate chiamarla
        La comunicazione tra anime e’ la certezza che moltissimi di noi possono confermare.

      • Franco Andres Says:

        Ciao Adriana, confermo in pieno.

  5. Eleonora Says:

    L’astuzia del demonio è grandissima, credo a questo evento ma credo sia opera di satana, è bravissimo a emulare Dio. L’unica vera vita che ci attende dopo la morte si chiama Paradiso per chi avrà saputo coglierlo. Quello che mi stupisce di più è la gente che crede alla reincarnazione, cartomanti e quant’altro e nega l’esistenza di Dio anche di fronte a miracoli di guarigione

    • Franco Andres Says:

      Ciao Eleonora, mi scuso per il ritardo nella risposta. Hai ragione, il demonio e tutta la sua corte, tiene in pugno il mondo.
      La furbizia del maligno, è fare credere che non esiste. Per quanto riguarda la reincarnazione, preferisco trasmigrazione dell’anima, meglio dello Spirito, molti passi evangelici, sono chiari in merito, anche se volutamente riadattati, e messi al bando, nel concilio di Nicea del 325 d.C.
      Ancora oggi se leggiamo molto attentamente il Vangelo, possiamo capire da alcuni passi, che la reincarnazione è un fatto.
      Gesù stesso infatti dice nel vangelo:
      E i discepoli gli domandarono a Gesù: «Perché dunque gli scribi dicono che prima deve venire Elia?» 11 Egli rispose: «Certo, Elia deve venire e ristabilire ogni cosa. 12 Ma io vi dico: Elia è già venuto e non l’hanno riconosciuto; anzi, gli hanno fatto tutto quello che hanno voluto; così anche il Figlio dell’uomo( Cristo) deve soffrire da parte loro». 13 Allora i discepoli capirono che egli aveva parlato loro di Giovanni il battista.
      Quindi da quello che se ne deduce, Giovanni Battista era la Reincarnazione del profeta Elia, vissuto 400 anni prima. (Matteo 17)
      Se vuoi chiedermi altro sono a tua disposizione.

  6. Iose Rovera Says:

    ho trovato interessante tutto ciò che ho letto sopra…sto studiando le Sacre Scritture, dove però non ho trovato ancora gli argomenti sulla reincarnazione…mi direste mica quali sono i versetti? La Bibbia spiega bene che l’anima non trasmigra…muore quando muore l’essere, perchè sono un tutt’uno…non dimentichiamoci mai che “tutto il mondo giace nel potere del maligno” quindi fa di tutto per deviarci, di tutto ciò che non è scritturale, io diffido!

    • Franco Andres Says:

      Ciao Rovera, grazie per il commento, scusami se rispondo in ritardo. Nel Vangelo Gesù stesso parla esplicitamente di trasmigrazione dell’anima, o meglio dello spirito. Gesù parla di reincarnazione quando dice che Giovanni Battista è l’Elia che gli ebrei aspettavano!
      Questo è il passo:
      I discepoli gli domandarono a Gesù: «Perché dunque gli scribi dicono che prima deve venire Elia?» 11 Egli rispose: «Certo, Elia deve venire e ristabilire ogni cosa. 12 Ma io vi dico: “Elia è già venuto e non l’hanno riconosciuto”; anzi, gli hanno fatto tutto quello che hanno voluto; così anche il Figlio dell’uomo deve soffrire da parte loro». 13 Allora i discepoli capirono che egli aveva parlato loro di Giovanni il battista!. (Matteo 17)
      Il profeta Elia era vissuto 400 anni prima, quindi come mai Gesù dice che Elia è venuto ma non L’anno riconosciuto? Semplice, perchè Giovanni battista èra la reincarnazione del profeta Elia! Ci sono altri passi, nel vangelo che fanno capire molto su questo argomento, occultato volutamente dalla chiesa, soparattutto dopo il concilio di Nicea avvenuto nel 325 d.C.
      Se vuoi chiedere altro non farti scrupoli.

  7. Adriana Calovini Says:

    Cari Franco e Dante, pare di capire che ognuno di voi ritiene che la spiegazione risieda in ciò in cui personalmente crede, rispettivamente la palingenesi e la possessione diabolica. Non sarebbe opportuno prendere atto della stranezza del caso senza saltare alle conclusioni? Ci sono cose che sono inspiegabili (o non ancora) da sempre. E ci sono sempre stati coloro che dicevano di conoscere con certezza la verità e, una volta smentiti, presentavano verità diverse anche più certi di prima… Che la storia sia vera perché sarebbe stata già smentita è una costruzione apodittica che non ci avvicina alla verità. Nessuno ha ancora smentito l’esistenza dei Marziani, ma non significa che ci siano veramente ! La chiesa ha un rigore ineguagliabile per accertare il verificarsi di fatti inspiegabili che, se hanno effetto benefico e scaturiti (si suppone) da credenza religiosa -ma è bastata anche l'”innocenza”- del testimone o beneficiato chiama poi miracoli. Sotto questo profilo, coloro propensi a credere a storie come questa hanno molto da imparare. Scommetto che i genitori del bimbo non hanno fatto di tutto per evitare la notorietà del caso, che qualche coincidenza non sia tutta farina del sacco del povero piccolo. Che, francamente, non invidio. Nel mondo ci sono state decine di reincarnazioni di Mozart che i genitori presentavano volentieri al pubblico giurando su coincidenze inspiegabili…….

    • Franco Andres Says:

      Ciao Adriana. Dal mio personale punto di vista, non esistono fatti o cose inspiegabili, piuttosto siamo noi che dobbiamo cercare la verità.
      Ricorda che chi cerca trova! Viviamo in una società fortemente manipolata, e distorta. Sono d’accordo con te che la costruzione apodittica non avvicina alla verità, anzi ce ne allontana, serve a poco o nulla davanti alle leggi divine.
      Ogni vero è vero per la verità, e ogni anima in tanto è anima in quanto è vera anima. Ogni anima, per essere anima in senso pieno, dipende dunque dalla verità. Altro però è l’anima, altro è la verità, perché la verità non è mai soggetta a falsità, mentre l’anima spesso s’inganna davanti a Dio.
      Ma la verità è Dio: quindi l’anima, per essere, ha Dio per autore. In sostanza la saggezza dell’uomo è stoltezza davanti a Dio.
      Non ci crederai, ma è più facile dimostrare che esistono civiltà extraterrestri, del suo contrario.
      La chiesa ha un rigore ineguagliabile come tu affermi, ma non opera secondo leggi Divine, ma secondo le proprie leggi, che non rispecchiano affatto la chiesa spirituale di Cristo, anzi direi che è in antitesi con essa. Si èguardata bene dal nascondere il Terzo segreto di fatima…. che la riguarda da vicino.
      La chiesa ha un grande rigore anche nel nascondere ciò che è ed è avvenuto, come ciò che avviene all’interno dello Ior, banca Vaticana.
      La mia non vuole essere una polemica, ma solo una constatazione. Il rigore di cui parli credo debba essere applicato con coerenza, altrimenti è solo ipocrisia.
      Mozart può essere un esempio lampante di talento ereditato da vite precedenti.
      Ma lo può essere anche la storia di due bambini che all’età di 6 anni parlavano tra di loro in una lingua sconosciuta, con grande meraviglia dei genitori, lui Medico e lei impiegata, solo dopo attente ricerche fatte dal dott. Brian Weiss, Psichiatra, si scoprì che parlavano Aramaico antico.
      Nel mondo ci sono state, e ci sono decine di reincarnazioni, o trasmigrazine di Spiriti, più o meno evoluti, in nuovi corpi, pronti a fare nuove esperienze, portando con se anche i loro talenti.

  8. INCA ED EGIZIANI DUE ANTICHE CIVILTA' ACCOMUNATE DA UN SAPERE UNIVERSALE COMUNE | Diffondi la Verità Says:

    […] Sole, è un simbolo dell’anima. Un eterno Sole divino. Significa che ognuno di noi in quanto è anche spirito, è parte di quel Sole Divino, e che volontariamente siamo incarnati nella materia, anche se ora […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: