Il Codice di Dresda Parte 9.2

Il Codice di Dresda Parte 9.2

Quello che vedi sopra è il codice di Dresda. Il codice contiene 74 pagine, la cosmologia prevedeva 5 grandi ere cosmiche, ognuna della durata di 5.125 anni. Ogni era ha visto l’ascesa, lo sviluppo e il declino di una diversa razza.

Sappiamo per certo che i Maya conferivano una grande importanza alla fine di ogni età. Quattro ere sono già trascorse, concludendosi con grandi cataclismi, l’era dell’Acqua, l’era dell’Aria, l’era del Fuoco, l’era della Terra. La quarta era è iniziata nel 3113 a.C. e terminata nel 2012.

Alla fine di questo arco temporale, i Maya non intendevano che ci sarebbe stata la fine del mondo, (della Terra), ma la fine di un mondo, di una civiltà, una società uamana, e l’inizio di una era completamente nuova, diversa da quella attuale, basata su valori opposti, una nuova età d’orata per l’umanita. Previdero anche che il passaggio dal vecchio al nuovo, sarebbe stato traumatico, se l’umanità non si fosse, o non sarebbe stata preparata adeguatamente.

 codice Dresda

Una parte della profezia del codice Dresda, che vedi nella figura sopra, recita: “Guai a voi della Terra, verrà la fine dei cavalieri giaguaro, e l’inizio di una nuova era, che sorgerà sulle ceneri della precedente, e sarà il tempo dell’incontro con i “signori delle stelle”.

Piu chiaro di così non si può, la visita degli extraterrestri è contemplata dalle profezie Maya!

Nel Codice Dresda si legge: “Guai a voi della Terra, verrà la fine dei cavalieri Giaguaro, (la fine dei cavalieri Giaguaro, intende la fine dei governi criminali), e l’inizio di una nuova Era che sorgerà “sulle ceneri della precedente e sarà il tempo dell’incontro con i signori delle stelle”, a dimostrazione che i Maya conoscevano questi Esseri!

Linizio di questa profezia si lega ad una data che è l’11 luglio del 1991, con una eclissi totale di Sole, nota come la più importante e ultima del secolo scorso, della durata di 6 minuti e 53 secondi visibile dalle Hawaii e dal Messico.

Il cono d’ombra coinvolse l’Oceano Pacifico e alcune zone dell’America settentrionale, attraversando l’America centrale, l’America del sud, terminando sul Brasile. L’eclissi raccolse migliaia di persone soprattutto in Messico, in coincidenza con quella data, previde l’inizio di accadimenti che avrebbero dato luogo ad una nuova epoca nell’assetto mondiale.

Una frase molto interessante di questa profezia, che è molto esplicita recita: e sarà il tempo dell’incontro con i “signori delle stelle”!

I Signori delle stelle, sono coloro che governano i viaggi interstellari!

Questo sta a significare in modo palese e chiaro, che i Maya erano a conoscenza di queste civiltà extraterrestri.

Infatti, prima, durante e dopo l’eclisse nel luglio del 1991, che fu filmata da un centinaio di telecamere, (fenomeno più filmato dall’uomo), un oggetto volante era ben visibile sopra i cieli, e molte persone, immortalarono tutto con le loro telecamere.

L’UFO ha forma ovoidale, sembra essere metallico e riflette la luce del sole.

L'UFO                                                         Foto dell’Ufo durante l’eclissi del 1991

Nel video sotto, puoi vedere l’oggetto analizzato con vari filtri.

Da questa data in poi, cioè luglio 1991, la profezia Maya, che riguarda il contatto cosmico con altre civiltà, è entra nella sua fase più attiva.

Da quello che ci dicono i Maya, la visita di queste civiltà extraterrestri, terminerà nel prossimo futuro, con un contatto di massa, tra loro e il genere umano.

A partire dal 1991, il contatto sta avvenendo gradualmente, con avvistamenti e manifestazioni sempre più crescenti. Questa tipo di metodologia da parte loro, serve a preparare gradualmente l’umanità, in modo che sia raggiunta la piena consapevolezza che non siamo soli, concludendosi con il contato massivo.

Quindi come si può comprendere dalla profezia Maya, non si parla di fine del mondo, (a meno che i governi mondiali e criminali non decidano di scatenare un conflitto globale e usare le armi atomiche, in questo caso ci sarebbe un intervento entro otto minuti del nostro tempo, da parte di questi esseri cosmici per salvare il salvabile), ma di deciere cosa fare del nostro libero arbitrio e della nostra vita su questo pianeta.

I capi dei vari governi di tutto il mondo lo sanno molto bene, e vogliono nasconderci la verità con ogni mezzo.

Sempre secondo i Maya anche l’anno 1999 è stato un anno importante. Con la fine del secolo scorso, siamo entrati in un periodo che loro chiamavano “salone degli specchi”, durante il quale gli eventi mondiali, che si susseguiranno, saranno sempre più forti e, come dice lo stesso termine, metteranno di fronte agli occhi dell’umanità il valore positivo o negativo delle scelte fatte nel corso della storia recente dagli uomini.

Molti veggenti hanno profetato sul tempo attuale, in particolare una profezia fatta dalla veggente,  Teresa Neumann, prende il nome di ‘tempo di Caino’, attraverso i suoi sogni e visioni profetiche dice che una grande piaga si abbatterà sull’umanità a partire dal 1999 e che sanguinerà per diciotto anni. Diciotto anni sono la somma del numero della bestia svelato nell’apocalisse dall’apostolo Giovanni 6+6+6 (666) = 18, che finiranno nel 2017, a cento anni esatti dall’avvenimento delle apparizioni di Fatima.

In questo periodo di tempo, secondo la profezia di Teresa Neuman, ci saranno grandi cambiamenti e grandi tensioni e a trionfare saranno l’arroganza, il materialismo, la violenza ecc.. “si arriverà ad un punto in cui la Terra sarà così sporca che non ci sarà altra soluzione al di fuori di quella di una pulizia generale”.

Alla fine della visione Teresa vede un cimitero dove si trova una lapide con scritto “qui giace l’uomo che si credeva un dio.
Quindi anche questa stimmatizzata dice che non ci sarà una fine del mondo, ma una purificazione,
quando la purificazione e il riequilibrio saranno completati riprenderà una nuova vita e l’uomo nuovo sarà un uomo che avrà l’abito nuovo, quindi non più arrogante, spietato e disubbidiente ma umile.

Molti testimoni militari, sostengono che i cosi detti Grigi, (extraterrestri Bio-meccanici, cioè in parte macchine e in parte biologici) avvisarono Eisenhower dei fenomeni che avrebbero interessato la Terra, questo coincide anche con il calendario Maya sulla presenza e la manifestazione extraterrestre, come con altre profezie che si compiranno nel prossimo futuro.

In rete si può leggere di tutto, rapimenti esperimenti segreti, ecc. Ma la verità più incredibile è che questi esseri, volevano ed hanno tentato di far desistere il governo degli Stati Uniti e le altre potenze dall’uso dell’energia nucleare, dalla sperimentazione e costruzione di ordigni nucleari, sapendo molto bene che l’uso di questo tipo di energia, avrebbe portato l’umanità sull’orlo del baratro.

Dal 1945 in poi sono state provocate più di 2050 esplosioni nucleari da vari paesi come Stati Uniti, Russia (ex Unione Sovietica) Inghilterra, Francia, Australia ecc.. con conseguenze ambientali incalcolabili, puoi vedere sotto il video sui test nucleari fatti dal 1945 al 1998. Le ripercussioni di tutte queste esplosioni nucleari sommate agli incidenti di Cernobyl e Fukuscima, sono già in corso.

Il video sotto mostra l’esplosione della bomba atomica all’idrogeno più potente mai testata, denominata Tsar, un test nucleare fatto in Unione Sovietica, la cigliegina sulla torta!

La situazione mondiale è sotto gli occhi di tutti, quindi ogni singolo individuo può prendere coscienza di quello che sta accadendo un po’ ovunque.

Gli extraterrestri ci avrebbero aiutato di sicuro, se i governi umani avessero messo da parte la loro avidità, l’arroganza, l’egoismo e la bramosia di Potere. Il pericolo di una guerra nucleare è sempre presente, visto le tensioni internazionali tra i due blocchi Usa-Europa, Russia-Cina, (citate anche nel libro dell’apocalisse, come le due Bestie, la prima sale dal mare cioè gli Usa e i suoi vassalli, l’Europa compresa, mentre la Bestia che sale dalla Terra, indica La Russia e la Cina, Apocalisse 13:1-10,) ma il pericolo più grande è stato sempre il nucleare.

Se dovesse esserci un conflitto tra le potenze le armi nucleari non sarebbero risparmiate, con il pericolo di un disastro planetario.

Questi esseri dissero che l’uso delle armi nucleari, (visto la forza e la violenza delle esplosioni), avrebbe potuto addirittura far uscire il pianeta dalla propria orbita, con conseguenze disastrose per l’intero il sistema Solare!

Delegazioni extraterrestri, sono sempre state disponibili ad aiutare l’umanità nello sviluppo di una energia alternativa a quella nucleare e la risoluzione di altri problemi, visto la tecnologia che possiedono, ma i governi di questo pianeta sostanzialmente hanno risposto di no, per interessi egoistici, di potere, avidità, egoismo.

Quindi se questi esseri volessero contattare l’umanità, dovrebbero farlo solo attraverso un atto di forza, non lo hanno ancora fatto, perché non vogliono irrompere nella società umana, provocando un trauma, ma se sarà necessario lo faranno, non tanto per impedire la nostra autodistruzione, tanto quella del pianeta, e fare così rispettare le leggi Universali, visto che non siamo capaci di abbracciare la via delle leggi dello spirito, vivendo purtroppo in una stretta materialista, da cui è difficile liberarci.

Mentre la macchina disinformativa globale ci propina alieni cattivi, bellicosi, distruttivi e minacciosi, in realtà non lo sono affatto, non hanno interesse a conquistare un pianete ormai diventato un globo pestifero, inquinato e puzzolente, anzi stanno cercando di mitigare i gravi danni fatti dall’arroganza dell’uomo, vedremo come nei prossimi articoli.

Al World Economic Forum di Davos (23-27 del gennaio 2013) dove vengono discussi vari temi sui Global Risks 2013, gli “X Factors”, i cinque fattori, che i potenti considerano pericolosi per la stabilità del sistema attuale, (del loro sistema), cioè il sistema delle banche, delle multinazionali, dell’industria bellica, ecc… In una delle voci, viene elencata: “Discovery of Alien Life”, cioè la scoperta di vita extraterrestre. Ci stanno dicendo che la scoperta di vita aliena è un pericolo! Per chi? Per loro ovviamete!

Nel video sotto, sui temi del Global Risks 2013, al minuto 1,22 viene elencata la voce scoperta di vita aliena, come rischio globale!

Capito, dunque? Tra le criticità inserite nei rischi globali c’è anche l’ipotesi della scoperta della vita aliena, questo crea loro paura, sanno bene, (lo sanno da molti anni), il motivo per cui questi esseri sono qui.

I governi mentono da sempre sulla presenza degli extraterrestri, ammonendoli circa l’uso dell’energia atomica, che avrebbe portato l’uomo sull’orlo del baratro, non tutti sanno che la comunità scientifica del mondo intero sta con il fiato sospeso e con gli occhi puntati in alto.

Ogni anno ci sono migliaia di avvistamenti in tutto il mondo, avvistamenti autentici e verificati, ma puntualmente i media fanno finta di nulla, soprattutto in Italia, e nessuna notizia viene divulgata al riguardo.

L’avvistamento di New York del 2010, è stato talmente incredibile che nemmeno i media hanno potuto ignorarlo, puoi vedere il video sotto.

Nel video sotto, ti renderai meglio conto di quale avvistamenti massivi avvengono, in Italia come al solito il silenzio regna sovrano! tutto questo rumoroso silenzio sta a significare che ci sono molte cose che ci vengono nascoste, ma questo è il tempo che le verità nascoste devono essere rivelate, la verità sta venendo a galla.

La differenza che vi è tra il modo di vedere questi esseri da parte dei Sumeri e quello dei Maya, è che secondo i Sumeri sono giusti, mentre per i Maya sono esseri potenti, quindi una visita di esseri potenti ma pacifica perché giusti!

Con signori della stelle i Maya stanno ad indicare, e significare che sono coloro che governano il viaggio interstellare e quindi possessori di una scienza evolutissima, il che hanno anche un grande potere tecnologico.

Il segno di cui parlavano i Maya quindi, lo hanno dato questi esseri, è avvenuto sopra Città del Messico, nelle date più importanti previste dal calendario Maya, una di queste era l’11 luglio 1991, quella del 2012 (che riguarda l’anno della decisione, non la fine del mondo) è stata la più propagandata per distrarre la massa, anche se non meno importante.

Era tanta la gente che quel giorno è scesa in strada per vedere l’eclisse che ha documentato l’accaduto con numerosi filmati, questa data segna l’inizio del contatto ravvicinato con queste civiltà, e si concluderà con un contatto massivo all’intera umanità.

Purtroppo però i media mondiali hanno ignorato la notizia, e di conseguenza moltissima gente non è a conoscenza di quanto accaduto. Solo in Messico la televisione nazionale ha dato risalto a questo straordinario evento.

———————————————————————

Qualcosa sta cambiando

—————————————————–

Negli ultimi due anni le manifestazioni e gli avvistamenti di UFO in tutto il mondo si sono intensificate. Questo dimostra che le profezie Maya si stanno avverando e sta accadendo qualcosa di molto importante, ma la società non ne è a conoscenza perché politici, poteri militari, religioni ecc. preferiscono tacere sull’argomento.

Se questi esseri sono giunti fino a noi fanno sicuramente uso di un’energia molto più avanzata della nostra, non vengono col carburante e il petrolio.

Ma se atterrano e ci danno l’energia gratuita per cui niente più petrolio, niente più bollette Enel cosa pensate direbbero le multinazionali riguardo ad un eventuale contatto con gli extraterrestri?

E se questi esseri, che sicuramente sono molto più antichi di noi, hanno scoperto un sistema economico che elimina le ingiustizie e magari non c’è bisogno del denaro e ce lo insegnano, ai banchieri farebbe piacere il contatto con gli extraterrestri?

E se magari questi esseri possono viaggiare nello spazio per lungo tempo e hanno sconfitto la morte biologica e l’invecchiamento le malattie, facendoci vivere più a lungo, alle industrie farmaceutiche in generale, questa cosa pensiamo possa fare piacere?

E peggio ancora, se questi esseri che sono così antichi, ci spiegano Dio in un modo per cui non è più necessario farci le guerre di religione, come sta avvenendo in molti paesi, (vedi quello che è accaduto purtroppo in Francia), interesserebbe ai capi religiosi, che ne hanno fatto anche strumento di potere, avere un contatto extraterrestre?

Nel periodo che va dal’89 ad oggi, si sono verificati dei processi che hanno dato riscontro alle profezie Maya, come nei cerchi nel grano, (altro fenomeno di cui parlerò in altri articoli) nel contatto extraterrestre e nel mondo cosiddetto normale, nello stesso periodo, si sono verificati importanti cambiamenti che ci dimostrano come la profezia Maya avesse detto la verità sul futuro tempo della scelta.

Nel periodo tra ’89 e il ’91 ci fu anche la caduta del comunismo in Russia che provocò grandi cambiamenti nel resto del mondo.

Il primo anno dell’ultimo Katun, nel 1992, anche in Italia avvennero gravi eventi che portarono a un enorme cambio nel sistema di potere.

Questi fatti hanno dato inizio alla globalizzazione da parte degli Stati Uniti che ha portato all’aumento dell’inquinamento, della povertà, della fame nel mondo ed ha scatenato la terribile crisi economica nella quale viviamo.

Quello che i capi di governo non ci dicono è che questa crisi purtroppo non finirà, perché il pianeta non ha più risorse. “L’uomo, o meglio l’occidente, in tutti questi anni ha fatto man bassa delle risorse creando un sistema di sviluppo basato sulla follia, in quanto le risorse del pianeta non sono infinite. L’uomo ha creato un sistema aperto che non ricicla niente, consuma senza ripristinare quasi nulla.

Il sistema messo in atto da questa società è una macchina folle lanciata verso un precipizio e nessuno ha più in mano il freno per fermarla.
Queste affermazioni possono sembrare forti ed incutere paura, ma basta aprire gli occhi, informarsi, per rendersi conto che oggi le cose stanno veramente così. Sono tanti i dati che lo dimostrano, per una società come la nostra fondata sul materialismo, l’egoismo, l’odio e la violenza.

Non può esistere un futuro se l’essere umano è circondato dall’oscurità, e non progredisce sviluppando il suo lato spirituale, se non si rende conto che ha una sua volontà, e deve esercitarla, altrimenti altri lo faranno pe lui.

Se non abbiamo progetti nella nostra vita, finiremo nei progetti di qualcun’altro, che può dirigerla verso il bene, o verso il male se solo lo vuole.

L’unica cosa che si può ancora fare è schierarsi a favore dei giusti, del bene, attivarsi e spingere chi ci sta vicino ad una presa di coscienza che porti tutti verso un profondo e reale cambiamento.

Continua……..

Articolo precedenti

Qualcosa non torna Parte 1

Qualcosa non torna Parte 2

Qualcosa non torna Parte 3

Qualcosa non torna Parte 4

Qualcosa non torna Parte 5

Qualcosa non torna Parte 6

Qualcosa non torna Parte 7

Qualcosa non torna Parte 8

Qualcosa non torna Parte 9.1

La Vera Profezia Maya Parte 9.1

In questo articolo, (visto la vicinanza del Natale e del nuovo anno), ho voluto affrontare l’argomento delle profezie Maya, separando gli argomenti in due step, (il secondo step lo pubblicherò tra qualche giorno), cercando di chiarire definitivamente cosa vogliono comunicare alla nostra generazione le vere profezie Maya, e come queste profezie sono legate, a molte altre ed agli eventi prossimi venturi, riguardanti proprio il nostro tempo, più che mai.

Male spiegate e interpretate per motivi sia speculativi che di ignoranza, le profezie dei calendari Maya, riguardano il futuro di tutta l’umanità, di cui si è tanto parlato-straparlato e scritto negli ultimi anni.

Il primo motivo della errata interpretazione è l’ignoranza, il secondo motivo, è creare una sorta di sfiducia con, l’apparente mancato adempimento, nel cambiamento, prossimo venturo, e negli anni avvenire, che presto l’umanità si troverà a dover affrontare.

Carlos Barrios è un antropologo, autore del libro intitolato, il Libro Del Destino. Barrios abita a Huehuetenango, dimora dei Maya, la tribù di Mam, depositari di tradizioni, questi ultimi vengono considerati i custodi del tempo, le autorità in merito per quanto riguarda calendari Maya molto antichi.

Barrios è uno storico e un antropologo, un indagatore, studia da più di 25 anni con gli anziani della tradizione Maya, è diventato un Ajq’ij della tradizione Maya, cioè un Sacerdote cerimoniere e guida spirituale dell’Aquila.

La sua ricerca riguarda lo studio dei calendari Maya, iniziata all’età di 19 anni, apprendendo le varie tradizioni e profezie da molti insegnanti. Insieme a suo fratello, ha intervistato più di 600 anziani della tradizione Maya, ampliando e di molto la loro conoscenza.

Gli antropologi ufficiali, racconta Barrios, hanno visitano i luoghi dei templi, leggendo le iscrizioni e inventando storie sui Maya, ha detto Barrios, non leggono i segni correttamente, la loro è solo immaginazione.

Altri hanno scritto profezie in nome dei Maya, affermando che il mondo sarebbe finito il 21 dicembre 2012, per questo gli anziani Maya si sono arrabbiati! Le profezie Maya non hanno mai parlato della fine del mondo, al contrario della fine di “Un mondo”, una trasformazione in atto, il pianeta Terra sarà trasformato, la società umana subirà una profonda trasformazione, e molti andranno verso una dimensione superiore, (questo importante aspetto lo vedremo più avanti).

Gli indigeni discendenti dei Maya, sanno bene come interpretare i calendari accuratamente e correttamente, la comprensione del tempo dei calendari Maya, la comprensione delle stagioni e dei cicli ha dimostrato in sé di essere vasta e sofisticata.

La tradizione Maya comprende 17 calendari diversi, alcuni rappresentano il tempo in modo accurato per un lasso di tempo che va addirittura oltre i 10 milioni di anni!

Il calendario Tzolk’in o Cholq’ij in particolare, dal 1987 sta attirando globalmente e costantemente attenzione.

Progettato epoche fa, questo calendario è basato sui cicli delle Pleiadi ed è considerato sacro, con cui i nativi hanno mantenuto traccia di importanti punti di svolta nella storia.

I custodi del giorno per esempio, che studiano i calendari, identificarono un giorno dell’anno in particolare, molto importante, chiamato Giunco Uno o Ce Acatal, fu il giorno in cui era profetizzato il ritorno di un antenato, che sarebbe venuto come una farfalla.

Questa particolare data corrisponde alla domenica di Pasqua del 21 aprile 1519, il giorno in cui Hernan Cortez e la sua flotta di 11 galeoni spagnoli, arrivò a Vera Cruz, in Mexico.

Le vele delle navi, ricordano con l’agitarsi, le ali delle farfalle a pelo d’acqua, in quel preciso istante ebbe inizio una nuova era, un’era che avevano anticipato con i loro calendari.

I Maya chiamarono la nuova era, i 9 Bolomtikus, i 9 Inferni di 52 anni ciascuno, e mentre il nuovo ciclo si apriva, i Maya furono privati della libertà e dei loro territori. Sopportarono e dominarono le malattie e la mancanza di rispetto, che iniziò con l’arrivo di Cortez, e durò fino al 16 agosto 1987, data che molti ricordano come Convergenza Armonica.

A partire dal 1987, siamo entrati in un tempo, in cui la visione del mondo in senso materialistico scomparirà lentamente, e inesorabilmente, un’era in cui la pace inizierà a vivere in armonia con la Madre Terra, passando dal 4° al 5° Sole, (dalla 5° razza alla 6° razza, per altri dalla 6° alla7°, dipende sempre dalla cultura che la descrive). 

Questo è il tempo di mezzo, il tempo della transizione, un evento mai avvenuto prima nella storia dell’umanità, e mentre lo attraversiamo c’è una convergenza colossale e globale di distruzione ambientale, di caos sociale, di guerre e di costante cambiamento della Terra.

Tutto questo fu previsto attraverso la semplice matematica a spirale dei calendari Maya, e in futuro ogni cosa cambierà. I Custodi Maya del Tempo vedono il 21 Dicembre 2012 come una rinascita, l’inizio del mondo, cioè del 5° Sole, l’inizio di una nuova era, (non la fine del mondo come è stato fatto credere), derivata dal fatto che il meridiano del sole attraversa l’equatore galattico, e l’allineamento della Terra ha coinciso con il centro della galassia.

Sun-on-Galactic-Plane-Equator                                                              Rappresentazione del piano Galalttico

All’alba del 21 Dicembre 2012, per la prima volta in 26.000 anni, il Sole è sorto per congiungersi all’intersecazione con la Via Lattea e il piano dell’ellittica, questa croce cosmica è considerata la personificazione dell’Albero Sacro, l’Albero della Vita, un albero ricordato in tutte le tradizioni spirituali del mondo.

L’allineamento esatto del sistema solare con il cuore,(centro della galassia), avvenuto nel 2012, ha aperto un canale di energia cosmica, che fluisce sulla terra, elevando tutto ad un livello di vibrazione superiore, il processo in atto attuerà un grande cambiamento che sta accelerando sempre di più e continuerà a farlo.

crop21dic  Rappresentazione siatema Solare nel passaggio del 21 Dicembre 2012, apparsa nel grano in Inghilterra.

L’umanità attuale, sarà testimone di un grande cambiamento ora in corso, molti sono i chiamati in sintonia con tale cambiamento, elevandosi verso un nuovo livello di consapevolezza e coscienza, attraversando e trasformando enormi e potenti forze che cercano di blocare loro la via.

Quindi la specificata data nel calendario del solstizio di inverno del 21 dicembre 2012, non ha mai segnato la fine del mondo, ma al contrario, l’inizio della transizione, da un mondo vecchio, malato, e corrotto, verso un mondo nuovo, una nuova umanità, insieme ad eventi scanditi da avvenimenti soprannaturali, che la scienza non sarà in grado di spiegare.

Molte persone hanno fatto una disinformazione incredibile sul calendario Maya, hanno creato sensazionalismi su questa data, creando così una sorta di sfiducia in qualsiasi avvenimento o processo di un cambiamento futuro.

Quelli che sanno realmente, come interpretare le profezie Maya, sono gli anziani indigeni, a cui è affidata la verità come custodi, (l’elite che al momento domina su questo pianeta, ha creato questa disinformazione di massa allo scopo di fare confusione), mentre sono pochi i ricercatori puri come Barrios, che conoscono la vera tradizione, che parla di una umanità che continuerà e proseguirà, il suo cammino, ma in un modo molto diverso, sarà la fine di Un mondo, (qui ci ricolleghiamo anche con la profezia dell’Apocalisse o Rivelazione, fine di un’era, di una società, una cultura erronea, una generazione specifica), la struttura materiale cambierà, e avremo la possibilità di evolvere, per chi ha iniziato un certo percorso, un divenire in armonia con gli eventi futuri, con lo spirito ed il creato.

Queste profezie entrano perfettamente in sintonia anche con altre profezie derivate dai vangeli Cristiani, che quasi nessuno prende più in considerazione, Un esempio?: Pochissimi credenti aspettano la seconda venuta di Cristo sulla terra!

Non ci ha forse detto Gesù Cristo: “Badate a voi stessi, che talora i vostri cuori non siano aggravati da crapula, da ubriachezza e dalle ansiose sollecitudini di questa vita, e che quel giorno non vi venga addosso all’improvviso come un laccio; perché verrà sopra tutti quelli che abitano sulla faccia di tutta la terra” (Luca 21:34-45). E’ del tutto ovvio quindi che solo badando a noi stessi eviteremo che il giorno della seconda manifestazione Cristica, ci venga sopra all’improvviso, di sorpresa, come un ladro.

Viviamo nell’era più importante di tutta la storia dell’umanità, indicata dai calendari e dalle profezie Maya, dai vangeli, indicata anche dai veggenti più conosciuti degli ultimi decenni, (le fonti che indicano questo tempo sono multiple, come tempo di tutti i tempi, tutte le profezie sul mondo e le tradizioni stanno convergendo, entrando in perfetta sintonia tra loro, non c’è tempo per giocare, l’ideale spirituale di questa era è già in azione.

Molte anime forti si sono reincarnate in questo tempo, con molto potere, per entrambi i lati, per il buio e la luce. 

Il conflitto tra queste due forze è all’opera, sono forze invisibili, ma ne sentiamo gli effetti, dipenderà da ognuno quanto difficile sarà la transizione. La nostra battaglia infatti non è contro creature fatte di sangue e di carne, ma contro i Principati e le Potestà, contro i dominatori di questo mondo di tenebra, contro gli spiriti del male che abitano nelle regioni celesti. (Ef. 6 11-12).

L’economia traballante è solo un aspetto della crisi, che non è solo economica, ma sociale, morale, etica sistemica, umana, la commedia dell’economia serve solo a distogliere l’attenzione dal fatto che ci sono leggi e forze superiori che determinano gli avvenimenti mondiali, benché vi sia anche una gran parte di volontà umana.

Tornando ai calendari Maya, i primi 5 anni di tensione sono partiti dall’agosto 1987, c’è chi afferma siano iniziati dal 1989, dalla caduta dell’impero sovietico, come l’inizio della distruzione sociale del mondo che conosciamo.

Nei primi dieci anni di questa fase, quindi dall’89 al 1999, molte delle cosiddette fonti di stabilità finanziaria hanno iniziato a vacillare. Le banche ora sono molto deboli, e potrebbe esserci (sicuramente ci sarà) un crollo economico globale. Se le banche crollano, saremo costretti ad affidarci alla terra e alle nostre abilità.

Il sistema monetario sarà nel caos e quindi molto probabilmente dovremmo fare affidamento sulla nostra diretta relazione con la Terra per trovare riparo e cibo, i poli della Terra, nord e sud si stanno muovendo, il clima si modificherà ulteriormente, non parlo di decenni, ma dei prossimi anni!

Il ricercatore Barrios, ha raccontato che un anziano e rispettabile Mam, che vive tutto l’anno in una grotta solitaria, in montagna, lasciò un messaggio semplice e diretto, che tutti gli esseri umani dovrebbero riunirsi in supporto alla luce e alla vita, (al contrario le persone stanno andando ognuno per la propria strada), l’anziano delle montagne disse che ci sarà speranza solo se le persone della luce (quelle che possiedono la luce interiore) si riuniranno in qualche forma.

Noi che viviamo incarnati su questo pianeta, in un mondo di polarità come la notte e giorno, uomo e donna, positivo e negativo, luce e oscurità, cioè il mondo della materia, abbiamo bisogno l’uno dell’altra, cercando di camminare in equilibrio tra spirito e materia.

Ora il lato oscuro (il potere occulto), è molto forte ed è molto chiaro su ciò che vuole, cerca di mantenere chiara la sua visione e le priorità, come anche la gerarchia, sta lavorando in molti modi, cosi da renderci incapaci di collegarci con la spirale della nuova era entrante, creando più confusione possibile.

C’è una diversità di opinioni, di culture, quindi c’è confusione, competizione e non una focalizzazione, il lato oscuro lavora per la fusione, attraverso il materialismo e il rifiuto. 

IL lato oscuro, lavora anche per distruggere, coloro che stanno lavorando con la luce, per seguire insieme alla Madre Terra un più alto livello spirituale, il lato oscuro ama l’energia e la visione del Mondo vecchio, anche se in declino, insieme al suo materialismo, e non vuole che cambi, non vuole il cambiamento, hanno paura di ciò che li aspetta nel successivo, cioè la loro disfatta.

Il potere oscuro di questo Mondo in declino non può essere distrutto o sopraffatto, per il momento è troppo forte, sarà prima necessario che venga colpito al cuore da forze superiori, attraverso un intervento superiore, divino, per cui al momento, l’oscurità può solo essere trasformata con l’impegno di ognuno, messa a confronto con la semplicità, e l’apertura del cuore e l’amore per il prossimo.

Come in una corsa, siamo chiamati a gareggiare con spirito di temperanza perseverando fino a che il tempo non sarà compiuto. Comincia un nuovo tratto di vita per gli uomini e per coloro che non valutano solo la vita solo sulla base della materia terrena, ma che hanno riconosciuto che questo mondo è dell’apparenza, e non ne sono e non vogliono diventarne schiavi.

Mentre i quattro elementi naturali come, l’acqua, l’aria, la Terra e il fuoco, (rappresentati nell’apocaliisse dai quattro cavalieri), hanno dominato varie epoche nel passato, nel tempo attuale, saranno accompagnati da un quinto elemento, cioè il Sole e l’etere.

L’etere, anche se per la scienza non esiste, non manca di sostanza materiale, ma è reale come la la pietra, il legno, o la carne.

C’è bisogno di tutti, non siamo qui senza una ragione, ognuno di noi è qui perché ha uno scopo importante, è un tempo difficile ma importante, abbiamo l’opportunità di crescere, e dobbiamo essere pronti per questo momento storico, intraprendendo la lotta della vita, che il tempo che verrà porterà con sé verso una nuova era D’oro e la fine di quella attuale.

Continua…..

 

 

 

 

Espandi la consapevolezza

Il mondo sta cambiando, e certi eventi correlati tra loro e ripetuti come conflitti, guerre, rivolte, lo dimostra. Giudichiamo gli altri, il mondo, secondo il tipo di educazione ricevuta, ma che non fa altro che indurci meccanicamente ad auto-sabotarci, invece di espandere la nostra consapevolezza.

Siamo alle soglie di una svolta epocale, per quanto ci sforziamo di fare finta di non vedere ma è molto evidente, non siamo solo davanti ad una crisi economica o finanziaria o dell’occupazione, ma davanti ad una crisi del sistema, la crisi è il sistema. Leggi il seguito di questo post »

LA NUOVA ERA

Gli scienziati hanno sempre creduto che le tempeste solari provenissero dalla corona solare e le sue eiezioni di plasma, causata dallo scontro tra onde e corona solare.Invece sembra avere origine dall’inerno secondo quanto ha affermato il professore Robert Lin,dell’università della california.

la sua dichiarazione molto significativa: “Questo significa che non sappiamo realmente come funziona il Sole”. In poche parole: l’insolito fenomeno ha polverizzato i modelli della nostra scienza.

Un’altra domanda: perchè si sta verificando un’attività così intensa e anomala. Il picco massimo di attività della nostra stella – nel suo ciclo principale di 11 anni – si è verificato nel 2000. Nel 2004 gli scienziati hanno osservato un’assenza totale di macchie, un fatto che preannuncia sempre l’avvicinarsi di un picco minimo di attività.
Questo picco minimo doveva avvenire tra il 2005 e 2006, circa 4 anni prima del nuovo massimo, previsto per l’anno 2010 o 2011, precisamente alla vigilia della data che gli antichi Maya hanno identificato come la fine dell’era che corrisponde al “Quinto Sole” e l’inizio di un altro ciclo cosmico chiamato “Sesto Sole”.
I Maya sapevano qualcosa che la nostra scienza attuale ignora? I loro testi sacri potrebbero aiutare gli scienziati, sconcertati dallo strano e inquietante comportamento dell’astro?

E soprattutto: per quale motivo quell’antica cultura ha prestato così tanta attenzione all’attivitá solare dei nostri giorni in tempi così antichi?
Secondo le loro profezie, la causa fisica scatenante sarebbe un raggio che il Sole riceverebbe proveniente dal centro della galassia e che emanerebbe un’immensa “fiammata raggiante”, trasmettendo quella radiazione alla Terra e al resto del sistema solare.

Questo evento dovrebbe precedere l’inizio di un nuovo ciclo cosmico. Secondo il loro calcolo, stanno per completarsi 5 cicli di 5.125 anni, completando una serie di 25.625 anni, un periodo che si avvicina molto a quello della “precessione degli equinozi”, conosciuto come “Anno Platonico” o “Grande Anno Egizio” e che corrisponde a un ciclo completo formato dalle 12 ere astrologiche (25.920 anni).

Secondo i Maya , ogni ciclo di 5.125 anni la Terra è stata lo scenario dell’avventura di un’Umanità –“una razza” in questo suo concetto- e si sarebbe concluso con la propria autodistruzione, susseguita da una rigenerazione portata da un successivo ciclo o “Sole”. All’inizio del quale avviene una sincronizzazione della “respirazione” di tutte le stelle, pianeti ed esseri.

L’11 agosto del 3.113 a.C. i Maya fissarono la nascita del “Quinto Sole” – l’era attuale – che si concluderebbe nel 2012. L’era dell’Acqua si sarebbe conclusa con il Diluvio, la successiva con un diluvio di fuoco e la nostra, denominata “di Movimento”, si concluderebbe con violenti terremoti, eruzioni vulcaniche e uragani devastanti.

La mitologia delle culture antiche più diverse tramanda la memoria di inondazioni catastrofiche che sono avvenute circa 12.000 anni fa e misteriose piogge di fuoco, oltre 5.000 anni fa, che ricercatori come Maurice Cotterell associano a una grande cometa che avrebbe sfiorato l’atmosfera terrestre. La predizione maya descrive anche i 20 anni che precedono il primo giorno del “Sesto Sole” piuttosto dettagliatamente. Questo ciclo minore, che loro denominavano Katum, ha già consumato due terzi della sua durata totale.
Ciò rende possibile verificare fino a che punto si sono compiute le loro profezie fino al momento attuale e, di conseguenza, valutare se le loro predizioni esatte meritano credibilità e quindi maggior considerazione.

L’ultimo Katum, che loro hanno denominato “il tempo del non tempo”, sarebbe cominciato nel 1992 del nostro calendario, in seguito ad un eclisse di sole che questa cultura aveva pronosticato l’11 luglio 1991 e che si è compiuto puntualmente. Per i Maya si tratta di un periodo di transizione, caratterizzato da profondi cambiamenti cosmici, tellurici e storici.
Nel 1996, la sonda spaziale Soho scoprì che il Sole non presentava più dei poli magnetici bensì un unico campo omogeneo. Nel 1997 si verificarono violente tempeste magnetiche nel Sole. E nel 1998, la NASA individuò l’emissione di un potente flusso di energia proveniente dal centro della galassia che nessuno ha saputo spiegare.

Inoltre bisognerebbe aggiungere altri dati riguardo l’aumento spettacolare di sismi, eruzioni vulcaniche e meteoriti violente. Se comparati questi eventi con quelli di periodi antecedenti, troviamo un incremento spettacolare in questo periodo che i Maya hanno denominato “il tempo del non tempo”.

Oltre a questa bisogna aggiungere altre conferme alle predizioni maya.

Con l’avvicinarsi del 2012 un’onda di calore farebbe aumentare la temperatura del pianeta dando origine a cambiamenti climatici, geologici e sociali senza precedenti, ad un ritmo incalzante. Siamo nel bel mezzo di questa dinamica. L’accelerato scioglimento dei ghiacciai di tutto il mondo e l’apparizione di zone verdi nell’Antartide è un fatto confermato scientificamente. Hanno predetto inoltre i mutamenti inattesi dell’attività del Sole che gli scienziati stanno costatando.

Un’altra coincidenza che chiama l’attenzione è che l’11 agosto del 1999, non solo si è verificato l’ultima eclisse totale del millennio, ma è avvenuta anche la formazione di una configurazione astrologica molto rara: la Grande Croce Cosmica, formata dai segni del Toro, Leone, Scorpione e Acquario, per il Sole, la Luna e i tre pianeti.

Questa croce ci riporta all’Apocalisse perché evoca i “quattro viventi custodi del Trono”. Il primo è descritto “somigliante ad un leone”, il secondo “somigliante ad un toro”, il terzo “con sembianze umane” (Acquario, l’acquaiolo) e il quarto somigliante ad un’aquila (Scorpione).

Ci troviamo di fronte ad una simbologia complessa che inquadra perfettamente con le profezie maya sull’inizio del “Sesto Sole”: una nuova era che, secondo la loro predizione, significa “la fine del tempo della paura” e un’Umanità rinnovata cosmicamente, che costruirà una civiltà superiore all’odierna.

Questa convergenza di aspettative, indipendenti l’una dell’altra, che avvallano le profezie Maya è un’altra realtà da tenere in considerazione.
Potrebbe questo salto vibrazionale dell’universo, trasmesso dall’Universo al Sole e da quest’ultimo alla Terra, alimentare “la grande trasformazione” che, secondo i Maya, raggiungerà il nostro pianeta definitivamente il sabato 23 dicembre del 2012?

In qualunque caso, tutte queste profezie sono molto eloquenti per quanto riguarda il suddetto salto qualitativo nell’evoluzione della coscienza.
Il cambio cosmico crea le condizioni, ma il mutamento interiore può solo essere frutto di una decisione libera e di un lavoro interiore individuale.
In questo tempo finale del calendario Maya il Cielo ci mette di fronte ad un bivio: autodistruzione o trasformazione. Ci troviamo per tanto in una specie di “terra di nessuno”: una fase definitiva che non appartiene più alla vecchia era, ma che non appartiene nemmeno all’alba della nuova era che avverrà fra sette anni, quando si aprirà “la porta” cosmica di un tempo rinnovato.

Tuttavia, ci sembra evidente che i fatti corroborano le profezie maya al punto da prenderle sul serio e studiarle senza pregiudizi alla luce delle nostre conoscenze attuali del mondo.