Le 10 regole per capire come i potenti ci ingannano

 

noam-chomsky-fotografc3ada-ediciones-irreverentes

Avram Noam Chomsky è il più grande intellettuale vivente, o almeno così è come lo definisce il New York Times.
Nel 1957 pubblica il volumeSyntactic structures (Le strutture della sintassi), che contiene in nuce la sua teoria rivoluzionaria sulla grammatica generativo-trasformazionale. Il 16 aprile 2004 ha ricevuto la Laurea honoris causa in Lettere dall’ateneo fiorentino, “quale riconoscimento allo studioso eminente nel campo delle scienze del linguaggio e delle capacità cognitive e all’intellettuale da sempre impegnato in difesa della libertà di pensiero”.

Dopo queste introduzioni così importanti di questo personaggio, eccovi le 10 regole che i potenti usano, attraverso i grandi mezzi di comunicazione, per filtrare e far arrivare alla gente solo determinate informazioni o messaggi.


Conoscendo queste regole possiamo renderci conto di come le nostre menti vengono manipolate ogni giorno.

—————————————————————————–

1 -La strategia della distrazione

L’elemento primordiale del controllo sociale è la strategia della distrazione che consiste nel deviare l’attenzione del pubblico dai problemi importanti e dei cambiamenti decisi dalle élites politiche ed economiche, attraverso la tecnica del diluvio o inondazioni di continue distrazioni e di informazioni insignificanti.
La strategia della distrazione è anche indispensabile per impedire al pubblico d’interessarsi alle conoscenze essenziali, nell’area della scienza, l’economia, la psicologia, la neurobiologia e la cibernetica. Mantenere l’Attenzione del pubblico deviata dai veri problemi sociali, imprigionata da temi senza vera importanza.


Mantenere il pubblico occupato, occupato, occupato, senza nessun tempo per pensare, di ritorno alla fattoria come gli altri animali (citato nel testo “Armi silenziose per guerre tranquille”).


2 – Creare problemi e poi offrire le soluzioni.

Questo metodo è anche chiamato “problema- reazione- soluzione”. Si crea un problema, una “situazione” prevista per causare una certa reazione da parte del pubblico, con lo scopo che sia questo il mandante delle misure che si desiderano far accettare. Ad esempio: lasciare che si dilaghi o si intensifichi la violenza urbana, o organizzare attentati sanguinosi, con lo scopo che il pubblico sia chi richiede le leggi sulla sicurezza e le politiche a discapito della libertà. O anche: creare una crisi economica per far accettare come un male necessario la retrocessione dei diritti sociali e lo smantellamento dei servizi pubblici.


3 – La strategia della gradualità.

Per far accettare una misura inaccettabile, basta applicarla gradualmente, a contagocce, per anni consecutivi. E’ in questo modo che condizioni socioeconomiche radicalmente nuove (neoliberismo) furono imposte durante i decenni degli anni ‘80 e ‘90: Stato minimo, privatizzazioni, precarietà, flessibilità, disoccupazione in massa, salari che non garantivano più redditi dignitosi, tanti cambiamenti che avrebbero provocato una rivoluzione se fossero state applicate in una sola volta.


4 – La strategia del differire.

Un altro modo per far accettare una decisione impopolare è quella di presentarla come “dolorosa e necessaria”, ottenendo l’accettazione pubblica, nel momento, per un’applicazione futura. E’ più facile accettare un sacrificio futuro che un sacrificio immediato. Prima, perché lo sforzo non è quello impiegato immediatamente. Secondo, perché il pubblico, la massa, ha sempre la tendenza a sperare ingenuamente che “tutto andrà meglio domani” e che il sacrificio richiesto potrebbe essere evitato. Questo dà più tempo al pubblico per abituarsi all’idea del cambiamento e di accettarlo rassegnato quando arriva il momento.


5 – Rivolgersi al pubblico come ai bambini.

La maggior parte della pubblicità diretta al gran pubblico, usa discorsi, argomenti, personaggi e una intonazione particolarmente infantile, molte volte vicino alla debolezza, come se lo spettatore fosse una creatura di pochi anni o un deficiente mentale. Quando più si cerca di ingannare lo spettatore più si tende ad usare un tono infantile. Perché? “Se qualcuno si rivolge ad una persona come se avesse 12 anni o meno, allora, in base alla suggestionabilità, lei tenderà, con certa probabilità, ad una risposta o reazione anche sprovvista di senso critico come quella di una persona di 12 anni o meno” (vedere “Armi silenziosi per guerre tranquille”).


6 – Usare l’aspetto emotivo molto più della riflessione.

Sfruttate l’emozione è una tecnica classica per provocare un corto circuito su un’analisi razionale e, infine, il senso critico dell’individuo. Inoltre, l’uso del registro emotivo permette aprire la porta d’accesso all’inconscio per impiantare o iniettare idee, desideri, paure e timori, compulsioni, o indurre comportamenti.


7 – Mantenere il pubblico nell’ignoranza e nella mediocrità.

Far si che il pubblico sia incapace di comprendere le tecnologie ed i metodi usati per il suo controllo e la sua schiavitù.
“La qualità dell’educazione data alle classi sociali inferiori deve essere la più povera e mediocre possibile, in modo che la distanza dell’ignoranza che pianifica tra le classi inferiori e le classi superiori sia e rimanga impossibile da colmare dalle classi inferiori”.


8 – Stimolare il pubblico ad essere compiacente con la mediocrità.

Spingere il pubblico a ritenere che è di moda essere stupidi, volgari e ignoranti …


9 – Rafforzare l’auto-colpevolezza.

Far credere all’individuo che è soltanto lui il colpevole della sua disgrazia, per causa della sua insufficiente intelligenza, delle sue capacità o dei suoi sforzi. Così, invece di ribellarsi contro il sistema economico, l’individuo si auto svaluta e s’incolpa, cosa che crea a sua volta uno stato depressivo, uno dei cui effetti è l’inibizione della sua azione. E senza azione non c’è rivoluzione!


10 – Conoscere gli individui meglio di quanto loro stessi si conoscono.

Negli ultimi 50 anni, i rapidi progressi della scienza hanno generato un divario crescente tra le conoscenze del pubblico e quelle possedute e utilizzate dalle élites dominanti. Grazie alla biologia, la neurobiologia, e la psicologia applicata, il “sistema” ha goduto di una conoscenza avanzata dell’essere umano, sia nella sua forma fisica che psichica. Il sistema è riuscito a conoscere meglio l’individuo comune di quanto egli stesso si conosca. Questo significa che, nella maggior parte dei casi, il sistema esercita un controllo maggiore ed un gran potere sugli individui, maggiore di quello che lo stesso individuo esercita su sé stesso.

[Fonte disinformazione.it]

 

 

E ci chiamiamo civilizzati

indexLa società moderna, ha avuto la capacità più sorprendente di ingannare se stessa, pur apparentemente esercitando una grande intelligenza con apparenti conquiste.

Questo è più vero ed ovvio, quando l’occidente si definisce civilizzato. In primo luogo, in base a quale tipo di riferimento possiamo definirci civilizzati? Secondo questo modello di pensiero, quale società o gruppo di persone può essere definito veramente tale? in base a quali parametri lo sarebbe?

Se civilizzato significa indossare abiti alla moda, mangiare con strumenti di metallo, essere alla guida di un veicolo, adorare un Dio riconosciuto a livello mondiale e guardare una tv via cavo al plasma, beh….questa non è civiltà!

Quando i colonialisti hanno invaso l’Africa, e L’America, questo è sicuramente quello che pensavano. La nudità era peccaminosa, mangiare con le mani era di cattivo gusto, meglio una stazione ferroviaria sotto casa, che un giro con l’asino, il Dio di queste popolazioni era considerato poco più di un amico di Satana!  Nell’entusiasmo di civilizzare l’incivile, è seguita molta sofferenza.

Le tradizioni culturali sono state duramente scoraggiate, sono state anche proibite, un bel patrimonio a cui possiamo assistere ancora oggi, mentre i veri Stregoni continuano a fare affari d’oro sulla pelle della gente, diventando ricchi attraverso la compravendita di poteri a chi li considera il loro Dio.

Questo è purtroppo il nostro gruppo di persone “civili” in un mondo che consideriamo sviluppato.

Già la parola sviluppato è carica di molte domande e significati inespressi.


Sviluppato o civilizzato significa che, dovremmo possedere la nostra casa pagata con una cifra a sei zeri, nei nostri conti bancari, ed una vettura con gli ultimi gadget tecnologici per distrarci ulteriormente dai problemi importanti?

Vuol dire che i nostri agricoltori dovrebbero ottenere sovvenzioni per le colture negative e OGM? o che, quando c’è un surplus di cibo, deve essere distrutto solo per mantenere i prezzi di mercato stabili?

La civiltà vuole dire, distruggiamo l’ambiente attraverso le nostre industrie inquinanti essendo d’accordo per non fare nulla a riguardo? La lista andrebbe avanti, e sarebbe ancora peggiore! Eppure, noi ci definiamo civilizzati!

Saremmo in grado di salvare milioni di vite, nel mondo così detto in via di sviluppo se le risorse fossero equamente distribuite, se le medicine e non palliativi fossero a prezzi accessibili per i malati e chi ne ha bisogno.

Eppure, le grandi compagnie farmaceutiche stanno a guardare mentre milioni di persone muoiono.

Produciamo armi e artiglieria in grado di far saltare l’intero pianeta e mandarlo verso l’oblio (tali invenzione non hanno mai avuto senso, a parte per quelle menti malate che vedono solo un impiego redditizio), che costano miliardi di dollari e sterline ogni anno, mentre milioni di vite umane sono totalmente alla fame, e senza opportunità.

Non abbiamo mai veramente riflettuto sul fatto che quasi la metà della popolazione occidentale, mantiene l’altra metà schiava. La dominanza maschile è stata la fonte di tanta sofferenza per donne e bambini anche in occidente, come nei paesi in via di sviluppo, grazie al nostro concetto di civilizzazione.

E ‘civile fare in modo che milioni di bambini non abbiano accesso all’istruzione, che 30 mila bambini ogni giorno non festeggeranno mai il loro quinto compleanno, o che verranno trasformano in soldati, all’età di dieci anni?

Abbiamo il potenziale per diventare civilizzati, anzi degli Dei, ma non abbiamo ancora raggiunto nemmeno il primo stadio, e utilizzare questa parola è troppo prematuro.

Eppure, noi la usiamo quando ci paragoniamo ai nostri antenati o ad altre nazioni contemporanee che non sono industrialmente come il nostro.

Guardando la nostra ricchezza materiale e alcune delle nostre abitudini, queste possono sembrare civili, ma scavando più a fondo, hanno come costo sacrifici umani.

L’Africa sembra incivile rispetto all’Occidente, perché l’occidente ruba gli 8/10 dei beni al resto del mondo, per dare benessere solamente ad un ¼ di mondo, i prezzi dei medicinali sono tenuti volutamente elevati per i paesi più poveri.

Qual è la differenza tra i nostri antenati dell’età della pietra che minacciavano un vicino con un bastone, distruggendo in tal modo una vita, e noi oggi, che lasciamo bombe dappertutto, uccidendo migliaia di persone e ferendone gravemente altrettante? Siamo civili?

Cercando di sembrare più civili, siamo anche diventati più materialisti. Siamo una facile preda per le tonnellate di gingilli inutili di produzione di massa di tutto il mondo.

Auto veloci, tendenza a seguire a tutti i costi le mode e la musica, come ego dispositivi che vengono impacchetti dai personaggi più insospettabili, l’adulazione, la fama, le lodi e le tangenti, genuflettendosi tutti per loro.

Mentre alcuni costruiscono grassi conti bancari, anche l’ ego diventa ancora più grasso e le masse continuano ad ammalarsi e morire, noi continuiamo a distruggere l’ambiente senza preoccuparci per il domani, e pensiamo di essere civilizzati!

Vorrei condividere con voi quello che chiamerei essere civilizzati.

Sarebbe un mondo civile in cui tutti sarebbero assolutamente consapevoli del fatto che ognuno è una parte importante di un tutto e che tutto quello che fa e pensa porterà un impatto su tale complesso.

l’essere umano dovrebbe prosperare e sviluppare se stesso, il suo potenziale e il suo ambiente in modo armonico in modo che possa prosperare e al tempo stesso, favorire la prosperità degli altri.

Civilizzato dovrebbe significare, essere, vivere veramente e non semplicemente esistere, prosperando e assicurare l’uguaglianza, in tutti i sensi della parola!

Siamo civilizzati? assolutamente no! Abbiamo una lunga strada da percorrere.

I nostri cervelli si sono “evoluti” molto velocemente, negli ultimi due secoli, secondo schemi e ritmi non naturali.

Abbiamo fatto incredibili progressi in molti campi tecnologici, ma abbiamo lasciato la nostra consapevolezza e la coscienza umana a stagnare nelle grotte primitive.

E ‘ora che si cominci a lavorare su questo aspetto e su noi stessi, perché non ci sarà una seconda possibilità per l’umanità di entrare in una nuova età dell’oro, e sarà la madre terra a liberarsi di noi.

Ghiandola pineale la sede dell’anima?

Pineal Gland

La ghiandola pineale è considerata una delle parti più importanti del sistema nervoso centrale, anche se fino a poco tempo fa era quasi avvolta nel mistero.

Sempre più studiosi ufficiali e non, si stanno rendendo conto che essenzialmente la ghiandola pineale è una antenna spirituale, “il terzo occhio” mistico di cui parlano le tradizioni antiche.

Per eoni in tutte le popolazioni e tradizioni umane, il terzo occhio è stato visto come un mezzo per raggiungere livelli più alti di coscienza, e consapevolezza, pur esistendo ed essendo presente in un corpo fisico.

La forma della ghiandola pineale, ricorda una piccola pigna (da qui il nome Pineale), si trova nei pressi del centro del cervello, tra i due emisferi, nascosta in una scanalatura in cui i due corpi talamici arrotondati si uniscono. Nell’immagine sopra puoi vedere la corrispondenza tra l’occhio di Orus, e la sede anatomica della ghiandola pineale.

Il concetto che la ghiandola pineale sia la sede dell’anima o la porta spirituale per tutti i regni di tutte le dimensioni, serve a capirne la funzionalità.

Per esempio Cartesio era ossessionato dal volere comprendere l’essenza dell’essere umano, mettendo in discussione tutto. La sua dichiarazione più famosa è: Cogito Ergo Sum. Osservò che i sensi possono essere ingannati, che la maggior parte di ciò che pensiamo di sapere è un’illusione, constatò la possibilità che la nostra identità come individui potrebbe non essere reale.

Concluse che, se era possibile avere dubbi sul reale concetto di esistenza, ci doveva essere anche qualche “cosa” capace di sperimentare questo dubbio, osservando:

Anche se l’anima si unisce con tutto il corpo, c’è una parte del corpo (la pineale) in cui questa esercita la sua funzione più che altrove … La pineale viene così sospesa tra i passaggi che contengono lo spirito animale (guida e ragione, portando sensazione e movimento) verso l’anima … Il corpo macchina è costituito in modo che ogni volta che la ghiandola viene stimolata in un modo o nell’altro, dall’anima o da qualsiasi altra causa, spinge lo spirito al cervello animale. Cartesio.

L’idea che la ghiandola pineale sia l’organo di interfaccia in cui lo spirito dell’uomo ha accesso all’anima verso il corpo umano, arriva ancora prima di Cartesio.

Per primo ne parlò Erofilo, un medico greco, trecento anni prima di Cristo.

Erofilo sezionava cadaveri e documentava ciò che osservava. Le sue specialità erano il sistema riproduttivo e il cervello.

Prima di Erofilo si credeva che la sede della coscienza umana fosse il cuore.

Erofilo sapeva bene che era il cervello il centro di controllo.

Erofilo scrisse molti volumi di anatomia con relative illustrazioni, come fece Leonardo Da Vinci secoli dopo, purtroppo il suo lavoro non è sopravvissuto alla distruzione della biblioteca di Alessandria d’Egitto, dove erano conservati i suoi manoscritti.

La ghiandola pineale viene associata a capacità paranormali, ma è estremamente vulnerabile all’ambiente circostante, allo stile di vita che rivela il nostro materialismo, molto spesso espressione di depressione e insoddisfazione.

Un ulteriore passo avanti si ebbe nel 1958. Aaron Lerner scoprì che la melatonina, (una molecola vitale) era prodotta nella ghiandola pineale da un altro neurotrasmettitore comune, la serotonina.

Lerner convalidò il fatto che la produzione di melatonina varia, fermandosi durante la luce del giorno per aumentare al buio. Si apprese che la melatonina, è responsabile del rilassamento e la regolazione del sonno.

Nei vertebrati in genere la melatonina influenza la modulazione di veglia/sonno, modelli e funzioni di stagione

Attraverso la retina dell’occhio, In molti vertebrati, compreso l’uomo, si innesca una reazione enzimatica all’interno della ghiandola pineale che regola i ritmi circadiani.

La pineale, è la chiave che apre la porta a interpretazioni metafisiche di cui gli antichi parlavano con molta saggezza.

Altri studi hanno trovato correlazioni tra la melatonina, e la pratica della meditazione yogica.


La ghiandola è visibile all’interno del cranio, attraverso i raggi X, nella maggioranza dei casi risulta calcificata.

La calcificazione è anche correlata (dimostrato anche da vari studi) da l’accumulo di fluoro.

zz pineal

 

La forma a pigna della pineale è molto interessante. Simbolicamente, non è un caso che molte organizzazioni religiose e spirituali, la usino come icona.

imagespimages

Ghiandola pineale e Crescita


La ghiandola pineale umana cresce di dimensioni fino a circa 1-2 anni di età, rimanendo stabile in seguito, anche se il suo peso aumenta gradualmente a partire dalla pubertà. Si ritiene che gli abbondanti livelli di melatonina nei bambini inibiscano lo sviluppo sessuale troppo precoce, come anche ridotti livelli di melatonina, sarebbero causa di tumori della pineale.

La calcificazione della ghiandola pineale è tipica negli adulti, ma in alcuni casi è stata osservata anche in bambini di appena 2 anni. I tassi di calcificazione della pineale, variano ampiamente da paese a paese e tendono ad aumentare con l’età.

La calcificazione si verifica nel 45% dei casi, (in studi condotti prevalentemente su popolazione americana) al 17° anno di età.

La cosa interessante sarebbe capire perché la ghiandola pineale cresce fino all’età di 1-2 anni, a causa del nostro ambiente malsano e delle nostre abitudini di vita?

La ghiandola pineale dei nostri figli viene soppressa di proposito?

I bambini sono gli esseri più spirituali che ci possano essere, in quanto non esistono in loro paure o preoccupazioni come negli adulti, appena nascono fino all’età di 3-4 anni, sono pieni di amore incondizionato. La società, il sistema in cui viviamo, gli pone successivamente, oltre ad un ambiente malsano, paure e condizionamenti.

Sarebbe interessante sapere che cosa avverrebbe se la ghiandola pineale di un bambino potesse svilupparsi in un ambiente favorevole, crescendo alle massime potenzialità.


Per aprire un portale spirituale attraverso la ghiandola pineale, è necessario avviare una pratica disintossicante, attraverso metodi quali, cambiamenti nella dieta e pratiche spirituali come la meditazione.

Ripulire la ghiandola pineale è essenziale per sviluppare capacità percettive, verso mondi spirituali, consapevolezza, coscienza.

Il risveglio della ghiandola pineale, porterebbe anche la capacità di viaggiare coscientemente in astrale, esplorare altre dimensioni. Non a caso i Medium, o chi canalizza con capacità sensitive, ha una ghiandola pineale più sviluppata rispetto al resto della popolazione.


Molti credono anche che le abilità che la ghiandola pineale offre, provengono dalla sua capacità di produrre in modo naturale il DMT (una sostanza psicadelica naturale).

La DMT (Dimetiltriptamina) viene descritta come un composto naturale diffuso in tutto il regno vegetale, (da qui l’importanza di mangiare frutta e verdura e ridurre il consumo di carne rossa).

Questo permetterebbe all’individuo di entrare in uno stato di canalizzazione o visione costante nella maggior parte del tempo, attivando questi centri speciali che ognuno possiede.

Gli sciamani ad esempio fanno uso di questa sostanza estratta da erbe, bevendo infusi che ne contengono il principio attivo, come tradizione tramandata da generazioni, attivando la capacità di percepire altre dimensioni.

Gli esseri umani quindi sarebbero capaci a livello potenziale, di sfruttare informazioni provenienti da altre dimensioni, attraverso questi viaggi cosmici e trascendere l’ego, con la possibilità di guarire da sofferenze, conflitti interiori e purificare il karma.

Anche se la calcificazione della pineale non sembra influire sulla produzione di melatonina, sembra inibisca seriamente altre funzione, come spiegato anche nell’articolo precedente.

Recenti scoperte hanno dimostrato che la menlatonina è fondamentale per il sistema immunitario, bassi livelli sono associati al cancro alla prostata e al seno, che sono poi le due cause principali di morte prematura.

Calcificazione e aggressioni ambientali


Una delle cause della calcificazione, alla ghiandola pineale, oltre a Fluoro, è l’accumulo di cristalli di fosfato di calcio, processo naturale, causato da nanobatteri.

I Nanobatteri sono minuscoli microrganismi che formano gusci di calcio fosfato intorno a se stessi, essenzialmente per proteggersi dal sistema immunitario.

Questi gusci si accumulano nella nostra ghiandola pineale e, in definitiva la calcificano. Molti ricercatori hanno formulato l’ipotesi che tale processo, potrebbe essere causa di malattie come, artrite, cancro e mal di schiena.

Purtroppo la ghiandole pineale nella maggior parte delle persone è fortemente calcificata. Finisce per diventare così calcificata, che sotto le scansioni si vede come un grumo di calcio, accecando così il nostro “terzo occhio”.

Campi elettromagnetici

Altri studi hanno mostrato che l’esposizione a un campo di 60 Hz (esattamente il tipo di corrente che fluisce attraverso la nostra rete elettrica) che riduce in modo significativo la capacità delle ghiandole pineale di generare la melatonina durante i cicli di notturni. Gli studi con soggetti umani che sono stati esposti a campi magnetici di 60Hz mostrato questa anomalia. Purtroppo siamo letteralmente circondati da campi magnetici di 60Hz nelle nostre case, al di fuori, linee elettriche a torre su quasi tutte le strade. Non c’è scampo da questo tipo di radiazione se non per le pulci e aree disabitate remote.

                  Ghiandola pineale calcificata

imagesc


Questo è causato dalle diete occidentali orribili e dai sistemi alimentari, a cui la maggior parte delle persone viene esposta, oltre che da una maggiore quantità di organismi.

Alogenuri. Sono sostanze chimiche come Flouride, cloro e bromuro.

Tutti sembrano avere effetti simili sulla ghiandola pineale, quindi è importante rimuovere queste sostanze dalla dieta.


Flouride o Fluoro

Il fluoro è magneticamente attratto dalla ghiandola pineale più di qualsiasi altra parte del corpo. Qui si formano cristalli di fosfato di calcio che si accumulano.

Il fluoro è presente nei dentifrici e acqua di rubinetto.

E ‘un veleno pesante e deve essere evitato a tutti i costi, in quanto il tessuto pineale calcifica e chiude praticamente la ghiandola.  Si dovrebbe passare a un dentifricio senza fluoro, bere acqua di sorgente o acqua filtrata.

 Come contrastare la Calcificazione

Ci sono due step per la decalcificazione, il primo passo è quello di fermare ogni ulteriore calcificazione della ghiandola pineale, causata da fattori esterni come l’uso del fluoro e fluoruro.

Il secondo passo è quello di lavorare per ridurre la calcificazione esistente e contribuire a sviluppare ulteriormente la ghiandola pineale.

Qui di seguito sono descritti dei metodi da adottare per raggiungere questi due passaggi:

Generalmente, la dieta di una persona (cibospazzatura/ bevande gasate) e stile di vita, sono causa e concausa di questa calcificazione.

Cosa evitare

Acqua

L’acqua del rubinetto contiene molte sostanze calcificanti ( se contiene fluoro come detto sopra è da evitare).

La scelta più sicura è acqua di sorgente, acqua filtrata, demineralizzata, ad osmosi, che molto spesso è meglio di quella di rubinetto.

Mercurio

Il Mercurio rovina la ghiandola pineale a causa della sua natura velenosa.

Deve essere evitato a tutti i costi. Le otturazioni dentali al mercurio contengon tossine e devono essere rimosse. Inoltre tutti i vaccini, sono contaminati con il mercurio, ad esempio, il Thimersal (conservante per vaccini a base di metil-mercurio) è molto difficile da eliminare una volta assorbito dal cervello.

Evita di mangiare pesce e gamberetti. Tonno e carne di delfino, sono particolarmente tossici in quanto contiengono alte dosi di mercurio.

In genere, più grande è il pesce, maggiore è la concentrazione di mercurio nel suo tessuto corporeo. Anche le lampadine ecologiche, dovrebbero essere usate con attenzione, quando si rompono i vapori di mercurio vengono rilasciati nella stanza e inalati.

La buona notizia è che il mercurio può essere rimosso dal corpo con l’uso quotidiano di Clorella, e spirulina, ci vuole solo tempo. Il Coriandolo un’ erba che presa quotidianamente può contribuire a rimuovere il mercurio dal tessuto cerebrale.

Pesticidi

Alcuni pesticidi sono tossici per la pineali e dovrebbero essere evitati.

Pertanto, gli alimenti biologici freschi, che non utilizzato pesticidi chimici sono da favorire.

Il cibo sano organico, con un elevato rapporto nutriente, è il cibo crudo (dieta cruda) ed è di supporto per la disintossicazione pineale.

A causa di questi pesticidi chimici nella catena alimentare, in alcune carni si possono accumulare queste sostanze chimiche.

Altre tossine

La regola è: Se qualcosa non è prodotto dalla natura, non metterlo in corpo.

Un’altra regola è: Se il nome della sostanza chimica è impronunciabile, è più probabile che faccia più male che bene.

Altre tossine includono dolcificanti artificiali (aspartame K), zucchero raffinato, Felinanina, lenanina, la  lettera E indica coloranti. Deodoranti, prodotti chimici per la pulizia, colluttori dentaIi.

Zucchero, cafeina, alcool, tabacco

In linea generale, una dieta priva di zucchero, (lo zucchero è un veleno legalizzato) caffeina, alcol e tabacco, riesce a disintossicare in buona parte il sistema. La dieta deve essere mantenuta per almeno 2 mesi. Più a lungo si mantiene la dieta anche con moderato esercizio fisico, più il vostro livello di energia aumenta, e anche i chili in eccesso vanno via lasciando il cervello libero da tossine. Questo vi darà la capacità di concentrarvi sull’attivazione della ghiandola pineale.


MSM

Zolfo organico, molto potente per la disintossicazione generale. Fa bene anche alla pelle, unghie , ossa.

Cioccolato grezzo

Il Cacao grezzo è un ottimo disintossicante della ghiandola pineale, è un buon stimolante della ghiandola pineale.

Acido citrico

Il limone o succo di limone, è un disintossicante della ghiandola pineale.

Funziona anche l’acido citrico, ma è consigliato il succo di limone.

Si possono assumere 3 cucchiai di acido citrico o un limone biologico ogni giorno, a stomaco vuoto, con acqua senza fluoro, per tre settimane.

Aglio

L’aglio è sorprendente per la decalcificazione, perchè è in grado di sciogliere il calcio e agisce come un antibiotico, aiutando il sistema immunitario.

Si possono consumare uno o due spicchi al giorno (o più se piace).

Per quanto riguarda l’alito, nessun problema, è possibile schiacciare l’aglio e immergerlo in aceto di cedro o di mele o succo di limone fresco, per smorzare l’odore. Puoi mettere il succo di limone o aceto usato per l’aglio, su l’insalata o riutilizzarlo per altri alimenti. Non lasciare che nulla vada sprecato.

Aceto di Mele

Molto buono per la disintossicazione della ghiandola pineale, in quanto contiene acido malico. In genere, gli aceti sono venduti in bottiglie di vetro, la plastica è sconsigliata.


Olio di Origano   estratto di Neem

Agiscono come un antibiotico naturale contro i gusci di calcio che nanobatteri creano intorno a sé nella ghiandola pineale.


Vitamina K1/K2.

Un super potente disintossicante, soprattutto se mescolato con vitamina A e D3, ed ha molte proprietà. Può invertire il processo di arteriosclerosi.

Permette quindi al calcio di essere rimosso dalle arterie e dalla (ghiandola pineale) e andare nel posto a cui appartiene, nell’osso. E ‘anche un potente catalizzatore per assorbimento di vitamine e minerali.

La vitamina si trova in natura in due forme:


K1 (fillochinone) si trova nei vegetali a foglia verde.

K2 (composto menachinoni) è creata dalla microflora intestinale, ottenibile anche da fonti alimentari, come fegato di pollo, tuorli d’uovo, crauti, oli marini, uova di pesce e crostacei. Anche da latticini fermentati come formaggio e burro.

Boro

Il boro è un altro disintossicante della pineale. Funziona bene anche come un dispositivo di rimozione di fluoruro.

E ‘presente nelle barbabietole, barbabietola in polvere, mescolandolo con acqua di sorgente o di altri liquidi per alimenti. 

Melatonina

Non è stato dimostrato definitivamente, ma molti credono che la melatonina aiuta a rimuovere il fluoruro dall’organismo, aumentando la decalcificazione della ghiandola pineale. Oltre alla somministrazione di melatonina, l’attività fisica durante il giorno e una dieta sana, non mangiare troppo, e la di meditazione, il rilassamento contribuiscono alla maggiore produzione di melatonina della ghiandola pineale.

 

Iodio

Lo iodio è stato clinicamente dimostrato aumentare la rimozione di fluoruro di sodio dal corpo attraverso le urine come fluoruro di calcio. La maggior parte delle diete sono carenti di questo minerale vitale, attraverso alimenti come alghe e integratori di iodio che combinano iodio e ioduro di potassio.

Tuttavia, eliminando fluoruro con lo iodio si impoverisce anche l’ apporto di calcio. Si raccomanda pertanto di prendere un supplemento di calcio e magnesio.

Tamarindo

La polpa, la corteccia e le foglie del tamarindo possono essere usati per fare tisane, eliminando i fluoruri attraverso le urine. Il tamarind è ampiamente usato nella medicina Ayurvedica e ha molte proprietà salutari positive.

Acqua distillata o filtrata

L’acqua distillata o filtrata, può aiutare la decalcificazione della ghiandola pineale.

Il blog vuole essere una risorsa che contiene tutte le informazioni utili per risvegliare il terzo occhio, che ci collega alla grande energia che collega tutti noi.

Non c’è mai stato un momento più importante per iniziare questo viaggio di risveglio, indipendentemente dalla paura, è davvero un momento importante da vivere cavalcando questa onda di energia.

Franco Adres

Articolo Precedente

 

RIFLESSIONI

imagesLa tecnologia attuale potrebbe essere di aiuto e utilizzata per insegnare i fondamenti della libertà, della coscienza, della filosofia, ma la storia ha dimostrato che molto probabilmente tutto questo sarà sempre più sfruttato da interessi corporativi, e gli utenti maltrattati e ingannati, piuttosto che migliorare la vita. Basta guardare come è finita la televisione, ormai è diventata solo un container di menzogne….

L’abbandono delle semementi naturali, della ricerca pura, la manipolazione genetica delle piante, degli animali, perfino degli esseri umani, sfidano le leggi della natura. Hanno già creato “superbatteri” e “super-infestanti”.

Questi superbatteri sono resistenti a tutti i prodotti e farmaci, resistenti a tutti gli erbicidi chimici noti e l’inquinamento dilaga. Nessuno sa dove tutto questo ci porterà, molti comprendono che il sistema senza alcun controllo rischia di sfracellarsi, mettendo a rischio la vita su tutto il pianeta. Leggi il seguito di questo post »

Il nuovo paradigma

imagesnnLa storia è ciclica, si ripete, cosi è sempre stato e sempre sarà.

La storia su questo pianeta non è una semplice linea retta che parte dal passato e va verso un futuro a noi sconosciuto come ci insegnano a scuola.

Un ciclo temprale è un cerchio, parte da un punto di origine e segue il suo corso, tornando al punto di partenza.

Per ogni ciclo che è prossimo alla sua fine, c’è sempre un nuovo inizio nella spirale evolutiva.

Nel campo materiale a noi visibile stiamo assistendo a segni di decadenza della nostra società. Individualmente e collettivamente ci troviamo di fronte al deterioramento delle nostre strutture socio-culturali-sessuali-politiche e religiose, (queste finte guide ormai non sono più in grado di esprimere più nulla di decente), sono in mano ad individui con la coscienza di una larva morta, in uno stato comatoso, quando va bene, e se va male, sono svegli nel male. Leggi il seguito di questo post »

All’ombra dell’incoscienza

Gran parte di ciò che crediamo su noi stessi e quasi tutte le nostre azioni quotidiane sono programmate, trascorriamo gran parte del nostro tempo con il pilota automatico.

Questo significa che emozioni e pensieri influenzano la nostra vita biologica lo stato di salute, non il DNA, o l’ereditarietà. Noi non conosciamo, crediamo di sapere, abbiamo una conoscenza limitata, questo perché la nostra educazione è basata su un tipo di scienza che esclude categoricamente l’approccio eso-terico allo studio di se e quindi dell’uomo.

L’istruzione della scuola è basata esclusivamente sullo sviluppo di certe funzioni intellettuali, è basata solo sull’apprendimento di concetti, di informazioni teoriche e non sulla vera conoscenza emotiva, l’emotività viene alimentata e sedata per mezzo di timori, dogmi, credenze e superstizioni, limitando la libertà e l’iniziativa, l’educazione ricevuta nelle scuole è fatta da ignoranti e saccenti, per la quasi totalità dei casi, ( una società di adulti, che non sono mai diventati adulti e maturi), e che insegnano a futuri adulti. Ci insegnano che gli eventi e le circostanze non li scegliamo, ci accadono! Leggi il seguito di questo post »