Mal di gola? Ecco un semplice rimedio naturale

Homemade Remedy Sore Throat

L’inverno è la stagione dell’influenza e del raffreddore, quindi non c’è da stupirsi se avete disagio, bruciore e prurito alla gola. Invece di prendere antibiotici e pillole, provate a preparare questo efficace rimedio fatto in casa, e curare il mal di gola sarà più facile e veloce di quello che si pensa.

salute

Ingredienti

  • 2 limoni accuratamente puliti e affettati

  • 2 pezzi di zenzero delle dimensioni circa della punta di un dito, insieme ad alcune fette di limone dello spessore di una moneta

  • Mielebenessere

Preparazione

In un vasetto pulito, (il contenitore  della marmellata può andare bene), mettete i due limoni fatti a fette sottili, dello spessore di una moneta, aggiungete poi lo zenzero e il miele.

Mescolare bene. Chiudete il barattolo e mettetelo in frigorifero, dove gli ingredienti si addenseranno in una sorta di gelatina.

benessere salute

Uso: Prendete un cucchiaio del composto, mettetelo in un bicchiere, aggiungendo acqua calda.     salute

Potete bere questo infuso quando volete o al bisogno. Questo tipo di rimedio casalingo può essere utilizzato per  mesi, con ottimi vantaggi.   salute

E’ raccomandato molto per i bambini e gli anziani, soprattutto perché non contiene ingredienti artificiali o nocivi.

benessere

Una Vera Civiltà

imagesSulle Ande, esiste un Popolo che da millenni è Custode della Terra, attraverso la loro saggezza e le loro conoscenze sono in grado di guarire qualsiasi ferita dell’uomo e del pianeta usando la vibrazione e la luce di cui tutte le cose sono fatte.

I Laika sapevano che presto l’umanità sarebbe arrivata sull’orlo del baratro, per questo motivo sono usciti dall’isolamento. Utilizzando le loro conoscenze, possono dar vita ad un mondo migliore e contribuire all’evoluzione dell’umanità, se l’uomo sarà disposto ad accogliere questo tipo di insegnamento.

I Laika si resero conto molto tempo fa, di un certo tipo di conoscenza, incentrata sulla capacità degli esseri umani di manifestare i loro sogni nella realtà, è estremamente potente, e che gli individui privi di etica avrebbero potuto abusarne. Tennero nascosto quel sapere non solo ai conquistatori, ma perfino alla maggior parte dei propri compaesani.

Nonostante ciò, i Laika erano pronti a riconoscere che le quattro rivelazioni erano patrimonio di tutti, quindi, quando incontravano un bianco (che non esibisse lo stato mentale arrogante e ostile del conquistatore), condividevano di buon grado i loro insegnamenti di saggezza. Dopo la conquista dei Spagnoli, presero a benvolere un prete cattolico, un Gesuita di nome Padre Blas Valera, che era anche metà indio e metà spagnolo.

Padre Blas Valera, era figlio di una donna nativa inca  e di padre spagnolo, stretto tra il mondo antico degli Incas e dei conquistatori della Spagna. Valera, era un gesuita nel Perù del XVI secolo, credeva in quello che per i suoi superiori era pura eresia, che la cultura inca, la religione e lingua fossero uguali alle loro controparti cristiane, (a quel tempo la Chiesa imperava con la forza).

Come punizione per la sua fede fu incarcerato, picchiato, e infine, esiliato in Spagna, dove morì per mano dei pirati inglesi nel 1597, almeno così dicono i documenti ufficiali Gesuiti.

Questo inca cronista  e Gesuita, era stato del tutto dimenticato, ma poiché, come si sa, ogni nodo arriva al pettine, quattro secoli dopo, un antropologo italiano scoprì alcuni documenti sorprendenti in una collezione privata napoletana.

I documenti ritrovati affermano, che la morte di Valera sarebbe stata falsificata dai Gesuiti stessi, dicendo che era tornato in Perù. Valera aveva insegnato ai suoi seguaci che gli Incas utilizzavano un dispositivo segreto fonetico-un quipu, tenuto nei registri Inca-per registrare la storia.

Valera fu iniziato ai misteri del Popolo dei Laika e scrisse quattro libri sui loro insegnamenti, ma sfortunatamente tre di quei tomi scomparvero “misteriosamente” durante l’Inquisizione (il quarto rimane ancora oggi, fa parte di una collezione privata in Italia).

Padre Valera sosteneva che gli Inca erano altrettanto civilizzati quanto (se non più) degli europei, poiché erano in grado di scrivere servendosi di un complesso sistema di stringhe colorate fornite di nodi, nota come quipus.

Quando l’ordine dei Gesuiti di cui faceva parte Padre Valera scoprì cosa stava facendo, ne dispose l’incarcerazione per sei anni, fino alla sua morte.

Perché i gesuiti chiusero la bocca a uno dei loro sacerdoti? Perché erano così impauriti dalla conoscenza che egli stava raccogliendo a beneficio di tutti?

Perché proibirono l’ordinazione di qualunque altro mestizo, (mezzo spagnolo e mezzo indio) o prete indigeno dopo che Padre Valera fu sospeso a divinis?

Attraverso i suoi insegnamenti e scritti, il missionario gesuita difese strenuamente i diritti dei nativi del Perù. Il suo lavoro ha lodato non solo i nativi Inca, la loro cultura, suggerendo che il Cristianesimo (in realtà Cattolicesimo), avrebbe dovuto includere molti aspetti della religiosità dei nativi dell’era pre-Spagnola.

Nello spirito di giustizia Blas Valera ha rotto tutte le regole e pagato con la vita. Centinaia di anni dopo, il suo fantasma è tornato a tormentare la storia ufficiale per rimettere le cose in chiaro.

I documenti hanno creato un fenomeno internazionale tra gli studiosi ed ha portato a aspre dispute. Quindi sarebbe da riformare radicalmente la nostra visione della cultura Inca. Esaminando le prove, questo mostrano che realtà e finzione si intrecciano, portando alla luce la storia di questo autore-sacerdote.

I Laika sono a conoscenza della natura luminosa della realtà da millenni, sanno cioè che la vibrazione e la luce si possono organizzare in base a migliaia di fogge e forme diverse. Esiste una matrix di luce, successivamente, questa matrice dà luogo alla vita.

Vibrazione e luce girano vorticosamente e si condensano intorno alla matrice luminosa dando vita, ad ogni forma esistente sulla Terra, essere umano compreso, esattamente opposta alla teoria di Darwin, che privilegia il frutto del caso, che poco chiarisce e male spiega.

Anche il corpo umano ha una sua matrix luminosa: siamo racchiusi in un campo energetico luminoso, Lef, Luminous Energy Field, che manifesta la forma e la salute del corpo. Il Lef, organizza il corpo allo stesso modo in cui i campi energetici di una calamita fanno distribuire la limatura di ferro sulla superficie di una lastra di vetro.

Come tutte le creature di questo pianeta, anche gli esseri umani possono dare la luce ad altri esseri umani, tuttavia un nuovo tipo di essere umano deve prendere origine a partire da una nuova matrice luminosa.

Nell’arco dei millenni i Laika impararono ad accedere il modello biologico della luce e ad assistere lo Spirito nel disvelamento della creazione. Impararono anche a guarire le malattie e a creare stati di salute straordinari, oltre che a dar forma e dimensione ai loro destini personali, modificando il campo energetico luminoso.

Possiamo concepire il campo energetico luminoso alla stregua di un software che dà istruzioni al DNA, dove quest’ultimo rappresenta l’hardware che fabbrica il corpo.

Questa padronanza delle rivelazioni ci permetterebbe di accedere alla versione più aggiornata di questo software, consentendo a ciascuno di noi di creare un nuovo corpo che invecchia, guarisce e muore diversamente.

Senza la capacità di riprogrammare il campo energetico luminoso restiamo intrappolati nelle storie che abbiamo ereditato, e cioè:

Invecchiamo, viviamo, guariamo o moriamo alla stessa maniera dei nostri genitori e dei nostri nonni, riproducendo esattamente le loro malattie a livello fisico e le loro sofferenze a livello emotivo.

Le quattro rivelazioni contenute in queste pagine ci permettono di liberarci dalla tirannia dei nostri anatemi familiari, costituiti dalle storie che hanno perseguitato i nostri avi.

La padronanza delle rivelazioni avrebbe perfino permesso ai Laika di creare una nuova forma di vita sulla Terra, per esempio facendo comparire una nuova specie di farfalla in Amazzonia. Ha consentito loro di trascinare gigantesche rocce lungo i fianchi delle montagne, come richiedeva la costruzione delle città inca in alto fra le nuvole.

Anche Cristo nella Bibbia ci dice che la nostra fede può muovere le montagne, ma noi abbiamo dimenticato di avere la capacità di farlo.

Le quattro rivelazioni ci insegnano che la prima montagna che dobbiamo spostare è proprio quella che blocca la percezione della nostra natura luminosa.

Divenire Uomo luminoso significa rinuncere alle vie dei conquistatori, respingere la teologia basata solo sull’aspetto maschile, che attribuisce valore al comando, al controllo e al dominio sulla natura, da giustificare lo sfruttamento avido dei fiumi e delle foreste della natura, concepiti solo in termini di risorse a disposizione del consumo umano, per accogliere al suo posto una mitologia più antica e saggia, andata perduta per molti esseri umani, che include il femminile, basata sulla cooperazione e la sostenibilità.

Le quattro rivelazioni

La via dell’eroe

La prima rivelazione insegna come lasciare andare la paura e le ferite emotive del passato: le storie personali sono trame che abbiamo intessuto, non sono noi.
Bisogna quindi essere eroi, ovvero gli autori del nostro stesso mito personale.

Alla fine di questa prima via le ferite che ci portiamo addosso diventeranno una fonte di potere e noi potremo intraprendere un viaggio di guarigione, apprendimento e scoperta partendo dagli eventi passati.

La via del guerriero di luce

Durante questa fase scopriamo il potere che risiede nell’essere senza paura.
Il compito dei guerrieri di luce è quello di usare l’amore per sconfiggere il suo contrario: la paura. La paura infatti ci separa dallo Spirito, dalla natura e dal nostro sé interiore.

La seconda rivelazione insegna come maneggiare una spada di luce e come far sparire per sempre la paura, sperimentando la radiosità e l’illuminazione.

La via del veggente

Il veggente è colui che cammina con delicatezza sulla Terra e sogna il proprio destino, proprio come fanno i Custodi della Terra, i quali mettono in essere un mondo fatto di grazia e bellezza.

Il veggente è in grado di uscire dal tempo ed entrare nell’infinto per “aggiustare” ciò che nel mondo non va bene. Per farlo, bisogna imparare a vivere con coerenza, cioè avendo consapevolezza dell’impatto che ha ogni nostro pensiero, intenzione o azione.

La via del saggio

Saggio è colui che guardandosi intorno percepisce solo la bellezza e che si rende conto che tutto ciò di cui si fa esperienza è una proiezione del panorama interiore, ovvero del sogno. Il mondo è infatti come noi lo sogniamo e per poterlo migliorare o guarire bisogna prima di tutto migliorare e guarire noi stessi.

In questa fase il nostro compito è di co-creare la realtà, svolgendo un duplice ruolo: essere custodi di tutte le forme di vita e completare il processo di creazione insieme al divino. coscienza di se

Se mettiamo in pratica questi insegnamenti, saremo in grado di padroneggiare le emozioni, il tempo e di portare un po’ più di luce e di guarigione nel mondo.

Ghiandola pineale la sede dell’anima?

Pineal Gland

La ghiandola pineale è considerata una delle parti più importanti del sistema nervoso centrale, anche se fino a poco tempo fa era quasi avvolta nel mistero.

Sempre più studiosi ufficiali e non, si stanno rendendo conto che essenzialmente la ghiandola pineale è una antenna spirituale, “il terzo occhio” mistico di cui parlano le tradizioni antiche.

Per eoni in tutte le popolazioni e tradizioni umane, il terzo occhio è stato visto come un mezzo per raggiungere livelli più alti di coscienza, e consapevolezza, pur esistendo ed essendo presente in un corpo fisico.

La forma della ghiandola pineale, ricorda una piccola pigna (da qui il nome Pineale), si trova nei pressi del centro del cervello, tra i due emisferi, nascosta in una scanalatura in cui i due corpi talamici arrotondati si uniscono. Nell’immagine sopra puoi vedere la corrispondenza tra l’occhio di Orus, e la sede anatomica della ghiandola pineale.

Il concetto che la ghiandola pineale sia la sede dell’anima o la porta spirituale per tutti i regni di tutte le dimensioni, serve a capirne la funzionalità.

Per esempio Cartesio era ossessionato dal volere comprendere l’essenza dell’essere umano, mettendo in discussione tutto. La sua dichiarazione più famosa è: Cogito Ergo Sum. Osservò che i sensi possono essere ingannati, che la maggior parte di ciò che pensiamo di sapere è un’illusione, constatò la possibilità che la nostra identità come individui potrebbe non essere reale.

Concluse che, se era possibile avere dubbi sul reale concetto di esistenza, ci doveva essere anche qualche “cosa” capace di sperimentare questo dubbio, osservando:

Anche se l’anima si unisce con tutto il corpo, c’è una parte del corpo (la pineale) in cui questa esercita la sua funzione più che altrove … La pineale viene così sospesa tra i passaggi che contengono lo spirito animale (guida e ragione, portando sensazione e movimento) verso l’anima … Il corpo macchina è costituito in modo che ogni volta che la ghiandola viene stimolata in un modo o nell’altro, dall’anima o da qualsiasi altra causa, spinge lo spirito al cervello animale. Cartesio.

L’idea che la ghiandola pineale sia l’organo di interfaccia in cui lo spirito dell’uomo ha accesso all’anima verso il corpo umano, arriva ancora prima di Cartesio.

Per primo ne parlò Erofilo, un medico greco, trecento anni prima di Cristo.

Erofilo sezionava cadaveri e documentava ciò che osservava. Le sue specialità erano il sistema riproduttivo e il cervello.

Prima di Erofilo si credeva che la sede della coscienza umana fosse il cuore.

Erofilo sapeva bene che era il cervello il centro di controllo.

Erofilo scrisse molti volumi di anatomia con relative illustrazioni, come fece Leonardo Da Vinci secoli dopo, purtroppo il suo lavoro non è sopravvissuto alla distruzione della biblioteca di Alessandria d’Egitto, dove erano conservati i suoi manoscritti.

La ghiandola pineale viene associata a capacità paranormali, ma è estremamente vulnerabile all’ambiente circostante, allo stile di vita che rivela il nostro materialismo, molto spesso espressione di depressione e insoddisfazione.

Un ulteriore passo avanti si ebbe nel 1958. Aaron Lerner scoprì che la melatonina, (una molecola vitale) era prodotta nella ghiandola pineale da un altro neurotrasmettitore comune, la serotonina.

Lerner convalidò il fatto che la produzione di melatonina varia, fermandosi durante la luce del giorno per aumentare al buio. Si apprese che la melatonina, è responsabile del rilassamento e la regolazione del sonno.

Nei vertebrati in genere la melatonina influenza la modulazione di veglia/sonno, modelli e funzioni di stagione

Attraverso la retina dell’occhio, In molti vertebrati, compreso l’uomo, si innesca una reazione enzimatica all’interno della ghiandola pineale che regola i ritmi circadiani.

La pineale, è la chiave che apre la porta a interpretazioni metafisiche di cui gli antichi parlavano con molta saggezza.

Altri studi hanno trovato correlazioni tra la melatonina, e la pratica della meditazione yogica.


La ghiandola è visibile all’interno del cranio, attraverso i raggi X, nella maggioranza dei casi risulta calcificata.

La calcificazione è anche correlata (dimostrato anche da vari studi) da l’accumulo di fluoro.

zz pineal

 

La forma a pigna della pineale è molto interessante. Simbolicamente, non è un caso che molte organizzazioni religiose e spirituali, la usino come icona.

imagespimages

Ghiandola pineale e Crescita


La ghiandola pineale umana cresce di dimensioni fino a circa 1-2 anni di età, rimanendo stabile in seguito, anche se il suo peso aumenta gradualmente a partire dalla pubertà. Si ritiene che gli abbondanti livelli di melatonina nei bambini inibiscano lo sviluppo sessuale troppo precoce, come anche ridotti livelli di melatonina, sarebbero causa di tumori della pineale.

La calcificazione della ghiandola pineale è tipica negli adulti, ma in alcuni casi è stata osservata anche in bambini di appena 2 anni. I tassi di calcificazione della pineale, variano ampiamente da paese a paese e tendono ad aumentare con l’età.

La calcificazione si verifica nel 45% dei casi, (in studi condotti prevalentemente su popolazione americana) al 17° anno di età.

La cosa interessante sarebbe capire perché la ghiandola pineale cresce fino all’età di 1-2 anni, a causa del nostro ambiente malsano e delle nostre abitudini di vita?

La ghiandola pineale dei nostri figli viene soppressa di proposito?

I bambini sono gli esseri più spirituali che ci possano essere, in quanto non esistono in loro paure o preoccupazioni come negli adulti, appena nascono fino all’età di 3-4 anni, sono pieni di amore incondizionato. La società, il sistema in cui viviamo, gli pone successivamente, oltre ad un ambiente malsano, paure e condizionamenti.

Sarebbe interessante sapere che cosa avverrebbe se la ghiandola pineale di un bambino potesse svilupparsi in un ambiente favorevole, crescendo alle massime potenzialità.


Per aprire un portale spirituale attraverso la ghiandola pineale, è necessario avviare una pratica disintossicante, attraverso metodi quali, cambiamenti nella dieta e pratiche spirituali come la meditazione.

Ripulire la ghiandola pineale è essenziale per sviluppare capacità percettive, verso mondi spirituali, consapevolezza, coscienza.

Il risveglio della ghiandola pineale, porterebbe anche la capacità di viaggiare coscientemente in astrale, esplorare altre dimensioni. Non a caso i Medium, o chi canalizza con capacità sensitive, ha una ghiandola pineale più sviluppata rispetto al resto della popolazione.


Molti credono anche che le abilità che la ghiandola pineale offre, provengono dalla sua capacità di produrre in modo naturale il DMT (una sostanza psicadelica naturale).

La DMT (Dimetiltriptamina) viene descritta come un composto naturale diffuso in tutto il regno vegetale, (da qui l’importanza di mangiare frutta e verdura e ridurre il consumo di carne rossa).

Questo permetterebbe all’individuo di entrare in uno stato di canalizzazione o visione costante nella maggior parte del tempo, attivando questi centri speciali che ognuno possiede.

Gli sciamani ad esempio fanno uso di questa sostanza estratta da erbe, bevendo infusi che ne contengono il principio attivo, come tradizione tramandata da generazioni, attivando la capacità di percepire altre dimensioni.

Gli esseri umani quindi sarebbero capaci a livello potenziale, di sfruttare informazioni provenienti da altre dimensioni, attraverso questi viaggi cosmici e trascendere l’ego, con la possibilità di guarire da sofferenze, conflitti interiori e purificare il karma.

Anche se la calcificazione della pineale non sembra influire sulla produzione di melatonina, sembra inibisca seriamente altre funzione, come spiegato anche nell’articolo precedente.

Recenti scoperte hanno dimostrato che la menlatonina è fondamentale per il sistema immunitario, bassi livelli sono associati al cancro alla prostata e al seno, che sono poi le due cause principali di morte prematura.

Calcificazione e aggressioni ambientali


Una delle cause della calcificazione, alla ghiandola pineale, oltre a Fluoro, è l’accumulo di cristalli di fosfato di calcio, processo naturale, causato da nanobatteri.

I Nanobatteri sono minuscoli microrganismi che formano gusci di calcio fosfato intorno a se stessi, essenzialmente per proteggersi dal sistema immunitario.

Questi gusci si accumulano nella nostra ghiandola pineale e, in definitiva la calcificano. Molti ricercatori hanno formulato l’ipotesi che tale processo, potrebbe essere causa di malattie come, artrite, cancro e mal di schiena.

Purtroppo la ghiandole pineale nella maggior parte delle persone è fortemente calcificata. Finisce per diventare così calcificata, che sotto le scansioni si vede come un grumo di calcio, accecando così il nostro “terzo occhio”.

Campi elettromagnetici

Altri studi hanno mostrato che l’esposizione a un campo di 60 Hz (esattamente il tipo di corrente che fluisce attraverso la nostra rete elettrica) che riduce in modo significativo la capacità delle ghiandole pineale di generare la melatonina durante i cicli di notturni. Gli studi con soggetti umani che sono stati esposti a campi magnetici di 60Hz mostrato questa anomalia. Purtroppo siamo letteralmente circondati da campi magnetici di 60Hz nelle nostre case, al di fuori, linee elettriche a torre su quasi tutte le strade. Non c’è scampo da questo tipo di radiazione se non per le pulci e aree disabitate remote.

                  Ghiandola pineale calcificata

imagesc


Questo è causato dalle diete occidentali orribili e dai sistemi alimentari, a cui la maggior parte delle persone viene esposta, oltre che da una maggiore quantità di organismi.

Alogenuri. Sono sostanze chimiche come Flouride, cloro e bromuro.

Tutti sembrano avere effetti simili sulla ghiandola pineale, quindi è importante rimuovere queste sostanze dalla dieta.


Flouride o Fluoro

Il fluoro è magneticamente attratto dalla ghiandola pineale più di qualsiasi altra parte del corpo. Qui si formano cristalli di fosfato di calcio che si accumulano.

Il fluoro è presente nei dentifrici e acqua di rubinetto.

E ‘un veleno pesante e deve essere evitato a tutti i costi, in quanto il tessuto pineale calcifica e chiude praticamente la ghiandola.  Si dovrebbe passare a un dentifricio senza fluoro, bere acqua di sorgente o acqua filtrata.

 Come contrastare la Calcificazione

Ci sono due step per la decalcificazione, il primo passo è quello di fermare ogni ulteriore calcificazione della ghiandola pineale, causata da fattori esterni come l’uso del fluoro e fluoruro.

Il secondo passo è quello di lavorare per ridurre la calcificazione esistente e contribuire a sviluppare ulteriormente la ghiandola pineale.

Qui di seguito sono descritti dei metodi da adottare per raggiungere questi due passaggi:

Generalmente, la dieta di una persona (cibospazzatura/ bevande gasate) e stile di vita, sono causa e concausa di questa calcificazione.

Cosa evitare

Acqua

L’acqua del rubinetto contiene molte sostanze calcificanti ( se contiene fluoro come detto sopra è da evitare).

La scelta più sicura è acqua di sorgente, acqua filtrata, demineralizzata, ad osmosi, che molto spesso è meglio di quella di rubinetto.

Mercurio

Il Mercurio rovina la ghiandola pineale a causa della sua natura velenosa.

Deve essere evitato a tutti i costi. Le otturazioni dentali al mercurio contengon tossine e devono essere rimosse. Inoltre tutti i vaccini, sono contaminati con il mercurio, ad esempio, il Thimersal (conservante per vaccini a base di metil-mercurio) è molto difficile da eliminare una volta assorbito dal cervello.

Evita di mangiare pesce e gamberetti. Tonno e carne di delfino, sono particolarmente tossici in quanto contiengono alte dosi di mercurio.

In genere, più grande è il pesce, maggiore è la concentrazione di mercurio nel suo tessuto corporeo. Anche le lampadine ecologiche, dovrebbero essere usate con attenzione, quando si rompono i vapori di mercurio vengono rilasciati nella stanza e inalati.

La buona notizia è che il mercurio può essere rimosso dal corpo con l’uso quotidiano di Clorella, e spirulina, ci vuole solo tempo. Il Coriandolo un’ erba che presa quotidianamente può contribuire a rimuovere il mercurio dal tessuto cerebrale.

Pesticidi

Alcuni pesticidi sono tossici per la pineali e dovrebbero essere evitati.

Pertanto, gli alimenti biologici freschi, che non utilizzato pesticidi chimici sono da favorire.

Il cibo sano organico, con un elevato rapporto nutriente, è il cibo crudo (dieta cruda) ed è di supporto per la disintossicazione pineale.

A causa di questi pesticidi chimici nella catena alimentare, in alcune carni si possono accumulare queste sostanze chimiche.

Altre tossine

La regola è: Se qualcosa non è prodotto dalla natura, non metterlo in corpo.

Un’altra regola è: Se il nome della sostanza chimica è impronunciabile, è più probabile che faccia più male che bene.

Altre tossine includono dolcificanti artificiali (aspartame K), zucchero raffinato, Felinanina, lenanina, la  lettera E indica coloranti. Deodoranti, prodotti chimici per la pulizia, colluttori dentaIi.

Zucchero, cafeina, alcool, tabacco

In linea generale, una dieta priva di zucchero, (lo zucchero è un veleno legalizzato) caffeina, alcol e tabacco, riesce a disintossicare in buona parte il sistema. La dieta deve essere mantenuta per almeno 2 mesi. Più a lungo si mantiene la dieta anche con moderato esercizio fisico, più il vostro livello di energia aumenta, e anche i chili in eccesso vanno via lasciando il cervello libero da tossine. Questo vi darà la capacità di concentrarvi sull’attivazione della ghiandola pineale.


MSM

Zolfo organico, molto potente per la disintossicazione generale. Fa bene anche alla pelle, unghie , ossa.

Cioccolato grezzo

Il Cacao grezzo è un ottimo disintossicante della ghiandola pineale, è un buon stimolante della ghiandola pineale.

Acido citrico

Il limone o succo di limone, è un disintossicante della ghiandola pineale.

Funziona anche l’acido citrico, ma è consigliato il succo di limone.

Si possono assumere 3 cucchiai di acido citrico o un limone biologico ogni giorno, a stomaco vuoto, con acqua senza fluoro, per tre settimane.

Aglio

L’aglio è sorprendente per la decalcificazione, perchè è in grado di sciogliere il calcio e agisce come un antibiotico, aiutando il sistema immunitario.

Si possono consumare uno o due spicchi al giorno (o più se piace).

Per quanto riguarda l’alito, nessun problema, è possibile schiacciare l’aglio e immergerlo in aceto di cedro o di mele o succo di limone fresco, per smorzare l’odore. Puoi mettere il succo di limone o aceto usato per l’aglio, su l’insalata o riutilizzarlo per altri alimenti. Non lasciare che nulla vada sprecato.

Aceto di Mele

Molto buono per la disintossicazione della ghiandola pineale, in quanto contiene acido malico. In genere, gli aceti sono venduti in bottiglie di vetro, la plastica è sconsigliata.


Olio di Origano   estratto di Neem

Agiscono come un antibiotico naturale contro i gusci di calcio che nanobatteri creano intorno a sé nella ghiandola pineale.


Vitamina K1/K2.

Un super potente disintossicante, soprattutto se mescolato con vitamina A e D3, ed ha molte proprietà. Può invertire il processo di arteriosclerosi.

Permette quindi al calcio di essere rimosso dalle arterie e dalla (ghiandola pineale) e andare nel posto a cui appartiene, nell’osso. E ‘anche un potente catalizzatore per assorbimento di vitamine e minerali.

La vitamina si trova in natura in due forme:


K1 (fillochinone) si trova nei vegetali a foglia verde.

K2 (composto menachinoni) è creata dalla microflora intestinale, ottenibile anche da fonti alimentari, come fegato di pollo, tuorli d’uovo, crauti, oli marini, uova di pesce e crostacei. Anche da latticini fermentati come formaggio e burro.

Boro

Il boro è un altro disintossicante della pineale. Funziona bene anche come un dispositivo di rimozione di fluoruro.

E ‘presente nelle barbabietole, barbabietola in polvere, mescolandolo con acqua di sorgente o di altri liquidi per alimenti. 

Melatonina

Non è stato dimostrato definitivamente, ma molti credono che la melatonina aiuta a rimuovere il fluoruro dall’organismo, aumentando la decalcificazione della ghiandola pineale. Oltre alla somministrazione di melatonina, l’attività fisica durante il giorno e una dieta sana, non mangiare troppo, e la di meditazione, il rilassamento contribuiscono alla maggiore produzione di melatonina della ghiandola pineale.

 

Iodio

Lo iodio è stato clinicamente dimostrato aumentare la rimozione di fluoruro di sodio dal corpo attraverso le urine come fluoruro di calcio. La maggior parte delle diete sono carenti di questo minerale vitale, attraverso alimenti come alghe e integratori di iodio che combinano iodio e ioduro di potassio.

Tuttavia, eliminando fluoruro con lo iodio si impoverisce anche l’ apporto di calcio. Si raccomanda pertanto di prendere un supplemento di calcio e magnesio.

Tamarindo

La polpa, la corteccia e le foglie del tamarindo possono essere usati per fare tisane, eliminando i fluoruri attraverso le urine. Il tamarind è ampiamente usato nella medicina Ayurvedica e ha molte proprietà salutari positive.

Acqua distillata o filtrata

L’acqua distillata o filtrata, può aiutare la decalcificazione della ghiandola pineale.

Il blog vuole essere una risorsa che contiene tutte le informazioni utili per risvegliare il terzo occhio, che ci collega alla grande energia che collega tutti noi.

Non c’è mai stato un momento più importante per iniziare questo viaggio di risveglio, indipendentemente dalla paura, è davvero un momento importante da vivere cavalcando questa onda di energia.

Franco Adres

Articolo Precedente

 

Guarire in modo naturale

imagesIn Giappone è popolare bere acqua ogni mattina, subito dopo il risveglio.

Ci sono test scientifici che hanno dimostrato il valore di questa abitudine, a quanto pare, questa pratica è utile per malattie croniche, causate dalla vita moderna.

Il trattamento delle acque è stato testato con successo da una società medica giapponese, come cura del 100% delle seguenti malattie:

Mal di testa, dolori al corpo, sistema circolatorio, artrite, battito cardiaco accelerato, epilessia, grasso in eccesso, asma bronchite, tubercolosi, meningite, malattie renali e delle urine, vomito, gastrite, diarrea, emorroidi, diabete, stipsi, tutte le malattie degli occhi, seno, cancro e disturbi mestruali, orecchio malattie naso e gola.

Metodo di trattamento:

Appena alzati al mattino prima di lavarsi i denti, bere circa 600 ml di acqua, un pò alla volta.

– L’acqua non deve contenere fluoro ed essere assunta in quantità eccessiva.

Un’altra versione di questa terapia consiglia di bere sempre al mattino 1,5 litri di acqua, ma è sconsigliato, perché l’acqua da bere è troppa e potrebbe essere pericoloso per la salute come berne poca. Bere troppa acqua potrebbe generare una condizione nota come iponatriemia, che significa: basso contenuto di sodio, indicata a volte come intossicazione da acqua, soprattutto se bevuta in un lasso di tempo molto ridotto.

Bere troppa acqua in un tempo troppo breve travolge i reni e può causare un improvviso calo dei livelli di sodio nel sangue. Il sodio è uno degli elettroliti del corpo (gli altri sono il potassio, il cloruro ed il bicarbonato). Un calo di sodio porta ad infiltrazione di acqua nei tessuti del cervello, causandone il gonfiore o edema, può dare letargia, disorientamento, confusione, convulsioni, coma e persino la morte. La rapida infiltrazione di troppa acqua all’interno delle cellule, le impoverisce di sodio.

Questa deplezione di sodio chiamata iponatriemia, può detrminare la rottura delle cellule, dovuta alla pressione supplementare sulle cellule proveniente dall’eserno, o dall’interno delle cellule.

Quindi il troppo è esattamente come il troppo poco. Per chi ha i reni sani, (nei reni passano 60 litri di sangue l’ora, e producono circa 1,5 litri urina in un’ora, (per questo non è consigliato bere più di tanto). Bere troppa acqua con rapidità, in un breve lasso di tempo, può rivelarsi rischioso. Leggi il seguito di questo post »

Vecchio Erborista cinese di 256 anni e la Medicina Olistica

Li ching Yuen L’erborista Li Ching-Yuen, secondo i documenti ufficiali, sarebbe nato in Cina nel 1677 (anche se lui affermò di essere nato nel 1736), nel corso della sua lunga vita ha costantemente praticato erboristeria e arti marziali. Nel 1930, il New York Times pubblicò un articolo con tanto di documenti ufficiali del governo cinese.

Questi documenti, risalgono al 1827, contengono le congratulazioni ufficiali nel giorno del suo compleanno per i suoi 150 anni. Ci sono altri documenti ufficiali successivi, che parlano di Li Ching-Yuen, risalgono al 1877, e contengo le congratulazioni per il suo 200 esimo compleanno.


Come avrebbe fatto?

Li Ching-Yuen ha espresso la sua formula di longevità in una frase: “Mantenere un cuore calmo, sedersi come una tartaruga, camminare velocemente come un piccione , e dormire come un cane “.

Aggiungiamo un paio di fatti storici più interessanti a questa storia. Il Generale dell’esercito cinese Yang Li Sen gli fece visita, e gli offrì la possibilità di insegnare ai soldati le arti marziali cinesi. Il generale non riusciva a credere ai suoi occhi, il suo ospite sembrava giovane, anche se secondo i documenti ufficiali, aveva raggiunto l’età di 250 anni.  medicina olistica
Leggi il seguito di questo post »

Risveglio della ghiandola Pineale

ThirdEyeAwakeningRipulire la Ghiandola Pineale è molto utile per coloro che desiderano sviluppare le loro percezioni. La ghiandola pineale risvegliata porta alla capacità di poter esplorare dimensioni sottili, ma in molta gente è in buona parte atrofizzata.

Avere un terzo occhio aperto non vuol dire semplicemente coscienza e consapevolezza del mondo in cui viviamo, una pineale attiva, corrisponde anche ad uno stato di salute maggiore e ad una miglior sinergia con il proprio corpo e con l’ambiente circostante. Leggi il seguito di questo post »

Concetto di malattia

Spendiamo per la salute più di quanto sia mai stato speso. Prendiamo più farmaci di quanti ne prendiamo in passato,eppure siamo più malati di prima. Le persone si ammalano più di quanto sia accaduto nella storia. In medicina non esistono certezze assolute,ma  opinioni semplicemente fondate sulle informazioni disponibili.

I così detti fatti presentati al pubblico,finiscono sempre per coincidere con i punti di vista vantaggiosi per l’industria del farmaco. Se le informazioni sulla prevenzione,come cura,diagnosi,intaccano gli interessi economici di queste società quotate in borsa, non vengono prese in considerazione,e ovviamente neanche divulgate anzi,vengono sminuite e nascoste.

Migliaia di professionisti che operano nel settore della salute,curano e vedono guarire i propri pazienti ogni giorno,e non ricorrono ai farmaci né alla chirurgia,ma solo a rimedi totalmente naturali. 

La medicina ufficiale  (industria), nel corso degli anni ha divulgato diverse teorie sul perchè la gente si ammala,cominciando dai germi,e poi  ia batteri. La medicina di riferimento per molti anni è stato l’antibiotico,( si è talmente abusato degli antibiotici,che oggi non sono più efficaci come 30 anni fa). La teoria che tutte le patologie siano derivate da germi e batteri,nel tempo non ha retto alla prova dei fatti.

Si studiano antibiotici sempre più potenti,ma la gente continua ad ammalarsi,anzi si ammala più di prima. Crescono sia il numero delle persone malate che le malattie. Le teorie successive hanno dato la colpa ai virus,ma anche se fosse così,gli antibiotici non hanno nessuna efficacia contro i virus.

I medici continuano a prescriverli appena ne hanno occasione,e la maggior parte delle persone sono convinte che gli antibiotici sono quello che ci vuole, vanno dal medico appositamente,a farseli prescrivere. Il medico che sfortunatamente lavora per guadagnare, (nella maggior parte dei casi è così), sa che il paziente è a tutti gli effetti un cliente,e lo accontenta   prescrivendo l’antibiotico.

Le ultime statistiche dicono che la metà dei Cento milioni di antibiotici che ogni anno vengono prescritti non sono necessari.

Allora perchè ci si ammala? Colpa dei germi? Dei batteri?Dei virus?Del patrimonio genetico?

Il diabete e il cancro non si prendono,è il corpo che li sviluppa. Come non si prende l’obesità,ma è il nostro corpo che accumula grasso. Non si prende il mal di testa, ne il mal di schiena,ne l’artrite,ecc. Nessuna di queste patologie prende per contatto o contagio. Non si tratta di virus o batteri.

La maggior parte delle malattie sono autoinflitte dall’organismo a sestessi.( proprio cisì),e la risposta non sta nei farmaci.

Il nostro organismo non è fatto per la malattia. Per esempio gli animali in natura non subiscono infarti, perchè gli uomini invece si? Gli animali selvatici non sviluppano il cancro,non si ammalano praticamente mai come succede a quelli in cattività, Gli animali affidati alle cure umane, sottoposti ai vaccini e cure veterinarie e alla alimentazione procurata dall’uomo,spesso soccombono a molte malattie che aggrediscono l’uomo stesso.

Pensate al fatto che gli animali non fanno ginnastica eppure non sono mai grassi o in sovrappeso. Non vanno dal medico eppure vivono oltre l’età adulta.

Gli scimpanzè e i gorilla non sono ottimi esempi. Non perdono i denti,non soffrono di artrite o diabete,non hanno bisogno di insulina,non sviluppano cancro,asma allergie, e raggiugono una età che equivale a 180 di quella umana.

Anche per noi esseri umani esiste un modo per semplice per mantenerci sanie pieni di vita? Certo che si!….

Parte 2 Parte 3 Parte 4

L’imporatanza della vitamina C

Gli esseri umani, hanno perso la loro abilità di sintesi della vitamina C generazioni fa, quando una mutazione genetica bloccò la produzione di un enzima epatico necessario alla produzione di questa vitamina.

Un motivo per cui i patriarchi biblici sarebbero vissuti così a lungo potrebbe essere stato che loro continuavano a prodursi la propria vitamina C. Dal momento in cui gli esseri umani hanno cessato di prodursi la vitamina C l’umanità ha dovuto affidarsi unicamente alla dieta.

Cacciatori e raccoglitori arrivavano a consumare fino a 600 milligrammi di vitamina C al giorno. La razione giornaliera al girno d’oggi, è di 110, miseri, milligrammi. La riserva corporea totale di vitamina C negli adulti è di circa 1500 milligrammi, ma questa quantità può essere consumata rapidamente,dall’organismo.

l’uso di sigarette, l’esposizione al sole, l’uso di medicine, la cicatrizzazione delle ferite, la crescita nei bambini, la gravidanza, le allergie e le infezioni virali accrescono il bisogno di vitamina C può andare ben oltre il possibile apporto dietetico.

I fumatori, per esempio, consumano circa 25 milligrammi di vitamina C, e per ogni sigaretta fumata. Almeno un terzo degli adulti non produce abbastanza acido nello stomaco per assorbire adeguatamente la vitamina C dai cibi.Quasi 1/3 delle donne sono anemiche in seguito alla perdita mensile di ferro nel ciclo mestruale e necessitano di ulteriore vitamina C per aumentare l’assorbimento di ferro dai cibi.I ricercatori dell’università dell’Arizona, hanno scoperto che 20 persone su cento,ha deficienza di vitamina C, mostrando segni biochimici dello scorbuto, e un ulteriore 30% non ha vitamina C, e non raggiunge la RDA quotidiana.

Una carenza di vitamina C innalza i livelli di istamina nel sangue di circa il 40%. e l’istamina aumenta nelle sindromi allergiche. ( capite quanto sia importante la vitamina C?) la vitamina C è facilmente escreta dal corpo e richiede frequente rifornimento.

Quanta vitamina C si deve prendere per avere una salute ottimale? I farmacologi inglesi Steve Hickey e Hilary Roberts indicano che 500 milligrammi presi a intervalli uguali, 5 volte al giorno, produrrebbero livelli sanguigni ottimali. Per assumere una tale quantità di vitamina C dai cibi si dovrebbero mangiare 40 arance al giorno, pertanto le integrazioni di vitamina C sono l’unica risposta pratica per far fronte a questa vera e propria deficienza genetica.

La vitamina C innalza il numero dei globuli bianchi che combattono i virus del raffreddore. Nei primi tre giorni dall’insorgere di un raffreddore, i virus si replicano più velocemente di quanto il sistema immunitario possa produrre globuli bianchi e il sistema immunitario è messo in inferiorità.E’ per questo che sono necessarie ripetizioni di dosi massicce di vitamina C per reprimere le infezioni virali, altrimenti il virus svuota rapidamente le riserve corporee di vitamina C.

Le paure di effetti collaterali dovuti ad alte dosi di vitamina C non si sono mai materializzate. Le previsioni che quantità eccessive di vitamina C avrebbero generato calcoli renali non si sono mai verificate.

Insensatamente, le nazioni europee hanno ristretto la quantità di vitamina C negli integratori a circa 60 milligrammi, assicurando così sicuro un persistente livello di malattia nelle popolazioni.

I primati (scimmie, scimpanzé), come gli esseri umani, non producono la propria vitamina C, ma possono assumere da 2000 a 5000 milligrammi di vitamina C al giorno tramite il fogliame di cui si cibano e non soffrono di conseguenze impreviste. Il corredo genetico dei primati è al 98% simile a quello degli esseri umani.Segni di una persona che ha poca vitamina C: difficile cicatrizzazione delle ferite, rottura di vasi sanguigni negli occhi e sul dorso delle mani, facilità di ecchimosi con macchie blu e nere, difficoltà a mantenere la gravidanza, arterie periferiche deboli che possono collassare e minare la circolazione nelle gambe e indurre sofferenza quando si cammina, collasso delle arterie coronariche, insulti emorragici, aneurismi (rigonfiamenti di vasi sanguigni deboli, facili alla rottura), affaticamento, gengive sanguinanti, elevata glicemia, emorroidi, dolore articolare (particolarmente nei bambini in crescita), epidermide pallida.

Ricercatori dell’Arizona State University hanno scoperto che la scarsità di vitamina C è responsabile anche di un aumento di peso.

La vitamina C aiutA nella prevenzione dei difetti genetici, nell’invecchiamento del cervello e altri problemi di salute.

IL POTERE DELLA COSCIENZA

Lo scienziato Giapponese Masaru Emoto,ha scoperto che l’acqua a bassa frequenza ha una reazione estremamente negativa se viene sottoposta a basse frequenze,ma l’acqua a alta frequenza non viene in alcun modo colpita dalle basse frequenze.

Questo avviene perchè queste non si trovano sulla stessa lunghezza d’onda e quando anche noi agiamo in uno stato di alta frequenza non veniamo influenzati dall bassa frequenza e dal bombardamento a cui vengono sottoposti il cibo,bevande,e l’ambiente.

La ricercatrice Valerie Hunt,professoressa di kinesiologia all’Università della California a Los Angeles,ha scoperto che le persone che si focalizzanosoltanto sulla realtà basata sui cinque sensi,( mente ed emozione),posseggono campi energetici che vibrano a una frequenza più bassarispetto a quelle che utilizzano i sensi più elevati ( Coscienza).

Sono a favore del potenziamento di quelle che vengono chiamate cure alternative,o complementari.

Sono queste le tecniche di guarigione che trattano il corpo come una serie di campi vibrazionali.che possono essere armonizzati attraverso la guarigione con l’agopuntura,(riequilibrio del flusso energetico),la riflessiologia,l’aromaterapia,e altri innumerevoli metodi che agiscono in base agli stessi principi.Metodi però che in sestessi non sono il traguardo.ma sono gradini verso la comprensione del fatto che possiamo utilizzare la nostra coscienza per guarire noistessi.

Il DNA è un ricevente/trasmettitore/amplificatore,e può indifferentemente allineato,quindi possiamo affermare la nostra coscienza sulle situazioni e modificarne il risultato.Il problema non è il DNA,ma ciò che comunica con esso e distrugge il suo equilibrio,dobbiamo soltanto ripristinare l’armonia vibrazionale per sostituire la disarmonia che causa le malattie, e il disagio.

La coscienza ha il potere di comunicare la propria volontà al DNA, e di ignorare i dettami del sistema di vita odierno che crea disarmonie.

Possiamo riequilibrare il DNA e guarire noi stessi,inviandogli istruzioni differenti e riscrivendo il programma. Possiamo essere padroni della nostra esperienza personale.Un computer può anche essere in grado di fare cose strabilianti,ma alla fine siete voi ad averne il controllo,immettendo codici corretti lavora alla perfezione,immettendo invece quelli sbagliati il computer si guasta.

Lo stesso avviene con il DNA,che è un trasmettitore ricevente e quindi assorbe le informazioni dell’ambiente circostante, circostanze dalle quali si possono sviluppano malattie più o meno gravi,catalizzate attraverso il nostro stato d’animo.

Quando il sistema immunitario lavora correttamente le così dette malattie vengono stroncate sul nascere,se invece il sistema immunitario è indebolito  e sopraffatto da attacchi molteplici, che la nostra società crea ad arte,con cibo scadente,bevande zuccherate gasate,e inquinamento elettromagnetico, nel  tempo ne subiamo le conseguenze

Noi possiamo decidre con la nostra coscienza quale debba essere il programma, e strapparne il controllo da qualunque influenza negativa.

L’industria dei farmaci

È mia convinzione che esistano cure naturali praticamente per tutto.Queste cure ci vengono nascoste dalle industri farmaceutiche. La domanda a questa affermazione può essere: Perchè mai dovrebbero farlo?:La risposta è semplice: Per soldi! Riuscite ad immaginare il giro di miliardi che ogni anno gira intorno a questa industria?

 Tutte le principali case farmaceutiche sono società quotate in borsa,e questo significa che i loro amministratori e dirigenti hanno la responsabilità di incremantarne il valore: quindi significa che ogniuno di loro ha il compito di aumentare i profitti.

Il loro obiettivo è quello di vendere farmaci, scopo percui non è guarire, ma vendere.

L’industria del farmaco versa miliardi di dollari alle scuole di medicina,questo perchè i suoi prodotti vengano citati nei testi di studio, e i futuri medici imparino a prescriverle,garantendone lo smerscio.

 Quando guardate gli spot,non vi fanno ridere i pochi secondi conclusivi in cui sparano a mitraglia degli effetti collaterali?

Le tecniche di marketing sono così sofisticate che il messaggio risulta comunque incredibilmente efficace.

L’industria farmaceutica occulta le informazioni sulle cure naturali non brevettabili, da cui non possono trarre profitto.

Ma questa è una storia che non sentirete mai raccontare dai media o dalla TV, e altri mezzi della cosi detta informazione.Gli istituti oncologici di tutto il mondo chiuderebbero i battenti,se cosi fosse.

Esistono migliaia di studi che documentano l’efficacia dei rimedi naturali, e la loro superiore efficacia rispetto ai farmaci.

Un esempio è la vitamina E,che ha dimostrato una efficacia anti coagulante superiore a quella di qualsiasi farmaco.

Tutti i giorni ci viene consigliata la massima prudenza nell’utilizzo degli integratori alimentari,e le testate giornalistiche che riportano questo tipo di articoli non approfondiscono mai l’argomento.

Un’altro esempio di non informazione o informazione negata è il caso di un medico che curava dei pazienti malati di AIDS con terapie naturali,e stava avendo ottimi risultati ed i suoi trattamenti risultavano più efficaci di qualsiasi altro trattamento farmaceutico,avete letto questo sui giornali? Certo che no!

Il punto è che la maggior parte dei farmaci sono studiati per coprire i sintomi,non per curare e guarire le malattie.Centinaia di migliaia di professionisti che operano,senza clamore,curano i propri pazienti ogni giorno,non ricorrono a farmaci né alla chirurgia,ma solo a rimedi totalmente naturali.

Di cui parlerò nei prossimi articoli. Le cause di malattie che oggi sono molto diffuse nel mondo occidentale sono riconducibili a fattori ben precisi,cioè da uno o la combinazione di questi fattori:

 -Eccesso di tossine nell’organismo

-Carenze nutrizionali

-Esposizione al caos

-Blocchi mentali e stress emotivo

-Le convinzioni personali ( o coscienza personale)

 I fattori indicati sopra sono in stretta e diretta relazione tra loro oltre al livello di tossine nell’oganismo.

È interessante osservare che nei casi di intossicazione si toccano livelli alti di acidità.Il ruolo del PH corporeo ha un ruolo molto importante nella prevenzione delle malattie.Il PH corporeo in natura dovrebbe essere alcalino,quando invece è “acido” si è esposti al rischio di malattie. Se il PH è alcalino praticamente non ci si ammala mai.Ogni individuo malato di Cancro ha un PH troppo acido.

 Anche l’ambiente ha un ruolo importante nel favorire le malattie.La popolazione che assimila gli standart di vita occidentali,comincia ad ingrassare e ammalarsi, sviluppa tutti i disturbi che ormai sono noti.

Puntare alla correzione degli squilibri e delle carenze organiche è molto importante per prevenire le malattie più comuni, o curarne le cause profonde, e non solo i sintomi,come avviene con i farmaci tradizionali.

Le vitamine e altri micronutrienti hanno un ruolo essenziale nella prevenzione,la cura delle malattie e nel mantenimento della salute. Queste informazioni per’altro sono contenute nei manuali di biologia,biochimica e scienze naturali,ma non nella dottrina e prassi medica. Il risultato è che generazioni di medici non hanno ricevuto una adeguata istruzione sui trattamenti nutrizionali o comunque naturali,perchè le cure naturali minacciano la base stessa del sistema farmaceutico.

Le cure naturali quindi puntano alla correzione degli squilibri naturali e delle carenze organiche prevenendole senza doverle curare poi con i farmaci.

Se questo diritto fondamentale di curarsi con sistemi naturali viena negato,in futuro la salute di milioni di persone potrebbe essere compromessa e tutto per proteggere il profitto e il monopolio delle grandi imprese.